Tutti i trucchi per allontanare i topi in modo naturale e senza ucciderli

di Marco Grilli del 23 Ottobre 2019

Sappiate che per allontanare i topi esistono numerosi metodi naturali, che potranno tenere efficacemente alla larga questi sgraditi animali, evitando di ricorrere a crudeli trappole o a veleni nocivi.

Tutti i trucchi per allontanare i topi in modo naturale e senza ucciderli

Con questa guida, non avrete più spiacevoli visite nei vostri spazi abitativi da parte di famelici roditori pronti a rosicchiare, infestare e danneggiare ogni cosa, senza ucciderli né contaminare l’ambiente.

D’altronde un’infestazione può risultare pericolosa perché questi animaletti si riproducono velocemente. Infatti:

  • rosicchiano i fili elettrici, per via del rivestimento in amido di mais che li attira, causando guasti elettrici all’impianto di casa e aglielettrodomestici
  • danneggiano mobili e oggetti vari
  • infestano tubazioni, sebbene consentano di trattare i rifiuti domestici, ingerendo parte di essi, il che impedirebbe l’ostruzione dei tubi nelle fognature.
  • sono vettori di diffusione di malattie come la leptospirosi, la salmonellosi, la rabbia e la peste
  • rilasciano in giro escrementi e urina, contaminando gli alimenti.

Cosa attira i topi in casa

Per allontanare i topi da casa è importante sapere cosa li attira, così da mettere in atto un’adeguata prevenzione.

Il cibo è la prima cosa che attrae il topo. Quindi un’accurata pulizia della casa è fondamentale. Provvedete dunque a pulire bene e in profondità con appositi detergentii tutte le superfici e i ripiani della cucina e di quegli ambienti che potrebbero attrarre i roditori per la presenza di residui di cibo. Non non lasciate alimenti in giro e richiudete gli  avanzi in contenitori di vetro o plastica sigillati.

Stesso discorso per i bidoni della spazzatura, che dovrebbero essere sempre ben chiusi e posti all’esterno della vostra abitazione.

Topi in casa: come accorgersene

Il topo lascia dei segni inequivocabili e per sapere se uno o più roditori si sono stabiliti in casa basterà vederer uno o più di questi casi

  • rumori nelle pareti o nella rete di tubazioni
  • improvvisi guasti elettrici a causa di fili elettrici rosicchiati onotare fili masticati
  • confezioni di cibo danneggiate
  • presenza di escrementi e urine con odori persistenti in cantina o in prossimità di un punto d’acqua nel seminterrato.

Questi sono i segni indiscutibili della presenza di ratti, per cui bisogna procedere ad allontanarli.

Cosa mangia il topo di campagna

I topi sono animali onnivori e si nutrono di quello che trovano in giro, anche se in genere preferiscono piccoli animali ad alimenti vegetali (come cereali, frutta, bacche).

A seconda di dove vivono, hanno una diversa dieta: i topolini di campagna mangeranno cereali e varie colture, al contrario dei ratti di città, che sono ben più grandi e spesso si annidano nelle fognature, cibandosi di scarti e rifiuti domestici.

allontanare i topi in modo naturale

Il topo è un animale vorace, consuma quasi il 10% del suo peso in un giorno. Con i suoi denti acuminati riesce a  sgranocchiare anche materiali diversi, come carta, legno, metalli, cavi elettrici. Tuttavia, non si precipita ad assaggiare un cibo che gli è sconosciuto, lo metterà alla prova per vedere se è adatto a lui: questo tipo di atteggiamento dimostra che non è privo di una certa forma di intelligenza e che non è facile prenderlo grazie a delle esche.

Come allontanare i topi di campagna

Una volta entrati, bisogna allontanarli. Ci sono vari metodi naturali e casalinghi che permettono di tenere lontani i topi di campagna da casa.

  • Bicarbonato di sodio. Se avete in dispensa una confezione di bicarbonato di sodio pensate a un suo utilizzo in funzione anti-topo. Si tratta di un deterrente del tutto ecologico e sicuro, che può esser facilmente distribuito nei punti ritenuti più a rischio, prima di esser eliminato con l’aspirapolvere o una semplice spazzata. In questo caso non vi è nessun pericolo né per i bambini né per gli animali domestici.
  • Gatti. Hanno un posto di tutto rilievo come storici nemici dei topi. Il gatto, se lasciato libero di girare in casa e in giardino, riuscirà a tenerli a debita distanza. Il felino è cacciatore per istinto e può inoltre aiutare anche con le sue deiezioni: la lettiera per gatti è assolutamente sgradita ai topi, che in essa identificano una potenziale minaccia.  e infatti fanno l’associazione ‘odore di urina=pericolo di predatori nei paraggi’: Potrebbe tornare utile posizionare la cassetta in prossimità delle porte o di altre entrate.
  • Urina di volpe. La volpe è uno dei predatori notturni per eccellenza (ce ne sono tanti altri, come il barbagianni), la loro presenza è un segnale di pericolo fortissimo per i topi. Ricorrete ai flaconi di urina di volpe, commercializzati in alcuni negozi
  • Escrementi di serpente. Servitevi degli escrementi essiccati di rettili, reperibili nei rettilari, negli zoo o in alcuni punti vendita di prodotti per animali esotici, ricordando di posizionarli nei pressi delle entrate, in luoghi che siano inaccessibili agli animali domestici e ai bambini.
  • Antigelo. È anche possibile allontanare i topi da una casa di campagna poco frequentata mettendo del liquido anticongelamento in un secchio. Ciò eviterà i cattivi odori.

Come allontanare i topi dal giardino

È possibile attuare diverse misure preventive per evitare che i roditori invadano il vostro giardino. Sappiate però che difficilmente si tratta di topi veri e propri, bensì di arvicole e ratti norvegesi:

  • Promuovere la biodiversità in giardino per accogliere i naturali predatori diurni e notturni dei topi, come talpe, tassi, volpi, barbagianni, gufi, ricci…
  • Posizionare una rete a maglia fine attorno alla pianta, quando la si mette a dimora, per proteggere le radici rendendole inaccessibili.
  • Mantenere liberi i piedi degli alberi. Tagliate l’erba alta ed evitate la pacciamatura vicino ai tronchi.

In giardino, per evitare che i topi invadano aiuole e prato, e si nascondano nelle piante e nei cespugli, potete piantare delle piante il cui odore gli ruisulta sgradito. Utilizzare dunque piante che sono dei veri e propri repellenti naturali il cui odore farà fuggire il roditore. Tra di loro:

  • Ruta. La ruta comune (Ruta graveolens), che cresce spontanea sulle rive dei laghi alpini e può essere coltivata un po’ ovunque, può tenere lontani i topi in giardino. La potete mettere in giardino: disporrete di una bella pianta ornamentale dai caratteristici fiori gialli, che per il suo intenso odore eviterà l’avvicinamento indesiderato di roditori e perfino serpenti. I suoi semi li trovate nei centri di giardinaggio, mentre un utile usanza per gli interni potrebbe essere quella di disporre alcuni ramoscelli negli ambienti a rischio infestazione.
  • Menta. La menta può esser coltivata in giardino, nell’orto o posta sul balcone o nei pressi delle entrate, per far valere il suo forte odore particolarmente sgradito ai roditori di ogni sorta. Alcune foglie di menta possono esser sistemate anche all’interno della casa, negli angoli sospetti o nei punti più a rischio.
  • Alloro. Sul fronte delle piante l’alloro (Laurus nobilis), un arbusto sempreverde diffuso in tutta l’area mediterranea e di facile coltivazione, è una pianta aromatica apprezzata non solo in cucina, ma anche per allontanare i roditori dal giardino.
  • Sambuco. L’ordore sgradito di questa pianta terrà lontani i roditori. Potete piantare un albero di sambuco in giardino. Con le bacche potrete preparare delle magnifiche marmellate e anche farne un decotto per allontanare i topi.
  • Fritillaria e ribes nero. La corona imperiale ed il ribes nero sono anche’esse ottimi deterrenti. Piantatele nelle aiuole e lungo il perimetro del giardino.

Nella scelta di essenze e piante da sistemare nel vostro giardino, optate per varieà che non piacciono ai topi di campagna. In linea generale amano soprattutto i bulbi, tranne il narciso, perché contengono un alcaloide velenoso.

Come allontanare i topi dall’orto

Se avete un orto e non volete trovarvi le verdure rosicchiate, è bene circondarlo di una rete protettiva a maglia fine, che impedirà a questi roditori e ad altri animali piccola e media taglia di farne la propria casa.

Se ormai sono arrivati e hanno causato dei danni, potete anche usare dei repellenti.

  • Sambuco. Le foglie del sambuco sono hanno un forte odore che agisce come repellente contro vari parassiti tra cui i topi. Potete anche usare il concime di sambuco detto anche estratto fermentato o purina, che ha agisce anche come stimolante per le piante.
  • Aglio. Piantate dell’aglio e spargetene anche delle teste in mezzo alle varie piante.

Come allontanare i topi dal balcone

Anche in balcone potete sistemare vasi di piante aromatiche dal profumo che risulta sgradito ai topi, ma piacevole per l’uomo. Parliamo sempre di menta romana, menta piperita, ruta, santoreggia e alloro. Ne gioverà anche la vostra cucina!

Come allontanare i topi da casa

La loro presenza è tutt’altro che igienica ed è meglio agire in fretta, non appena si nota la presenza di un roditore nella vostra abitazione o in giardino, anche solo in solaio o in cantina.

  •  Chiudere ogni accesso possibile. Bisogna sigillare tutte le probabili vie d’accesso: tubi, condotti di ventilazione e tutte le aperture della casa che possono costituire l’ingresso per questi animali capaci di salire, arrampicarsi e infilarsi un po’ ovunque. Per sbarrare anche le più piccole incrinature o fessure potete avvalervi della lana d’acciaio o delle comuni spugnette abrasive, materiali duri e resistenti che i topi non riescono a intaccare o forare, tanto da risultare utilissime barriere protettive. La lana di acciaio può essere acquistata in ferramenta, si taglia con la forbice, è facile da posizionare o rimuovere e si usa con i guanti.

Per eliminare i ratti, è possibile utilizzare sostanze che li attirano, ma che se vengono ingerite, saranno letali:

  • Calce viva e zucchero. Posizionate una miscela di calce e zucchero precedentemente versate in un mortaio in zone frequentate da ratti, che attirati dal dolce dello zucchero la mangeranno e si avveleneranno rapidamente.
  • Gesso e farina. I topi amano la farina ma saranno eliminati ingerendo questa preparazione naturale.
  • Coca-cola. Verstae questa bevanda dolce in un contenitore. Berla gli sarà fatale.

Come allontanare i topi in modo naturale

Non dimenticate che anche la natura ci viene incontro, mettendoci a disposizione dei repellenti molto efficaci.

  • Olio essenziale di menta piperita. Una valida soluzione scaccia-topi è rappresentata dal mirato posizionamento di batuffoli di cotone imbevuti di olio essenziale di menta piperita, facilmente reperibile in erboristeria.
  • Olio essenziale di eucalipto. Qualora non vogliate utilizzare l’essenza a base di menta, una valida alternativa è costituita dall’olio essenziale di eucalipto, considerato un ottimo deterrente naturale per i topi. Versate alcune gocce su di un po’ di cotone e lasciatelo nelle aree in cui pensate possano apparire dei topi, lungo i muri o negli armadietti della cucina e del bagno. Non irrita naso e bocca e ha un buon profumo, ma va sostituito ogni 3 settimane.
  • Olio essenziala di citronella. Anche in questo caso i ratti non amano il suo odore limonato, che invece per l’uomo è molto piacevole. Imbibite un batuffolo di cotone con dell’olio essenziale di citronella e posizionatelo negli angoli di casa di passaggio dei roditori, vicino alle entrate e negli scaffali di cucina e bagno.
allontanare i topi

Si possono allontanare i topi con la menta

  • Alloro. Spargete le sue foglie agli angoli della casa, nella dispensa, all’interno degli armadi o lungo i davanzali: oltre a tener lontani i topi potrete beneficiare del suo fantastico profumo.
  • Pepe. Il topo odia il suo profumo pungente. Distrbuite dei piattini con alcuni grani di pepe in casa.
  • Olio, aglio e rafano. Una mistura di olio, aglio e rafano, che può essere spruzzata sulle tubazioni o agli angoli della casa, è un buon repellente casalingo.
  • Olio, aglio e peperoncino. Può rivelarsi efficace anche un olio aromatizzato con aglio e peperoncino.
  • Bicarbonato di sodio . Se avete in dispensa una confezione di bicarbonato di sodio pensate a un suo utilizzo in funzione anti-topo. Si tratta infatti di un altro deterrente del tutto ecologico e sicuro, che può esser facilmente distribuito nei punti ritenuti più a rischio, prima di esser eliminato con l’aspirapolvere o una semplice spazzata. In questo caso non vi è nessun pericolo né per i bambini né per gli animali domestici.
  • Gatti. Tra quest’ultimi un posto di tutto rilievo spetta allo storico nemico dei topi, il gatto, che se lasciato libero di girare nel vostro giardino riuscirà sicuramente a tenerli a debita distanza. Il felino cacciatore per istinto può inoltre aiutarci anche con le sue deiezioni: forse non lo sapete, ma la lettiera per gatti è assolutamente sgradita ai topi, che in essa identificano una potenziale minaccia. Odore di urina=pericolo di predatori nei paraggi: ecco perché potrebbe tornare utile posizionare la cassetta in prossimità delle porte o di altre entrate. Se poi non avete un gatto e non siete facilmente impressionabili, vi suggeriamo due alternative un po’ più bizzarre.
  • Urina di volpe. Ricorrete ai flaconi di urina di volpe, commercializzati in alcuni negozi, oppure servitevi degli escrementi di serpente essiccati, reperibili nei rettilari, negli zoo o in alcuni punti vendita di prodotti per animali esotici, ricordando di posizionarli nei pressi delle entrate, in luoghi che siano inaccessibili agli animali domestici e ai bambini. La volpe è uno dei predatori notturni per eccellenza (ce ne sono tanti altri, come il barbagianni), la loro presenza è un segnale di pericolo fortissimo per i topi.

La canfora e l’ammoniaca contro i topi

Tra gli odori odiati dai topi ci sono la canfora e l’ammoniaca. Si allontanano dai luoghi dove li percepiscono.

Per questo motivo potete creare delle barriere lasciando delle linee di queste sostanze nei varchi della casa, della cantina e del solaio.  del garage. Oppure lasciate dei barattolini metallici con della canfora sui davanzali e presso le porte.

Fate attenzione se avete animali e bambini in casa, perchè sono nocive. Fate attenzione che non la tocchino.

La candeggina contro i topi

Anche l’odore della candeggina risulta sgradito ai topi. Batuffoli imbibiti di questo detergente negli angoli strategici li terranno lontani.

La naftalina contro i topi

Oltre che antitarme e per allontanare i piccioni serve anche contro i topi.

Posizionate delle palline di naftalina in sacchetti di cotone o lino nei punti di passaggio e nella dispensa. Anche in solaio e in cantina saranno strategici.

Come allontanare i topi senza ucciderli

In materia di trappole, date la preferenza a quelle non mortali, per evitare sofferenze ai malcapitati topolini. Una volta che avrete ingabbiato il roditore di turno, liberatelo a debita distanza in un luogo ricco di vegetazione.

allontanare i topi

Potete anche costruirvi una trappola piuttosto efficace da soli, vi basteranno alcuni oggetti che avete in casa.

Vi occorrono un secchio da 5 l (una latta di vernice ad esempio, un’asta di metallo e una lattina di alluminio. L’esca sarà qualcosa di dolce, come marmellata o nutella, ed infine una doga di legno lunga circa 50 cm.

Dovete fare due buchi nel secchio opposti uno all’altro e un altri due buchi nella lattina, sulle sue parti piatte. Infilate l’asticella nei fori del secchio sistemando nel mezzo la lattina, come in foto.

Il topo potrà accedere attraverso la doga di legno che fungerà da rampa, in cima al secchio, e tenterà di mangiare l’esca, posizionata nella lattina, ma non riuscendoci perché scivola sull’asticella, cadrà nel secchio.

Riempite con alcune dita di acqua il secchio per bloccare il topo, una volta caduto e poi liberatelo in campagna.

Qualora non vogliate perdere tempo per preparare queste lozioni, è bene sapere che vi sono diverse aziende che commercializzano prodotti a base di composti organici repellenti naturali, efficaci, pratici ed ecologici.

Come allontanare i topi con ultrasuoni

Potete anche provare con i dissuasori. Ce ne sono di diversi tipi, i più usati sono quelli ad ultrasuoni.

Questi dispositivi elettronici emettono suoni ad alta frequenza (dai 32 agli 85 KHz), non percepibili dall’orecchio umano ma capaci di aggredire l’udito e il sistema nervoso di topi, insetti e altri animali infestanti, a cui non resta che fuggire dai luoghi in cui sono posti.

Acquistabili nei negozi di casalinghi o articoli per giardinaggio e online, sono piuttosto economici, comportano un dispendio energetico minimo, non necessitano di manutenzione e hanno un’efficacia garantita per anni.

In commercio se ne trovano di diversi tipi, vi consigliamo dunque di avvalervi dell’aiuto del venditore o dell’installatore per scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze. Qui una proposta che trovate su Amazon:

In generale date la preferenza ai dispositivi che variano le frequenze di emissione e ricordate che gli ultrasuoni vengono assorbiti da pareti soffici e dai tessuti, rimbalzano sulle superfici solide e dure (pareti, pavimenti, soffitti) e non girano intorno agli angoli: in un’area a rischio infestazione potrebbe dunque rivelarsi necessario l’utilizzo di più apparecchi.

Altre informazioni su come allontanare vari animali fastidiosi

Dopo tanti consigli i topi vi faranno sicuramente meno paura! Scoprite anche come allontanare diversi animali e insetti fastidiosi o nocivi da casa e dal giardino in modo naturale:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment