Diamantini: caratteristiche e cure necessarie per gli uccelli canterini chiamati anche diamanti mandarini

di Elle del 21 Giugno 2018

Facili da allevare, i diamantini sono dei piccoli uccelli in grado di emettere suoni e melodie. Il loro canto è abbastanza contenuto e pertanto del tutto adatto alla vita in casa e all’interno di condomini. Scopriamoli insieme.

Diamantini: caratteristiche e cure necessarie per gli uccelli canterini chiamati anche diamanti mandarini

I diamantini – detti anche diamanti – sono dei piccoli volatili con piumaggio e becco rosso. Inconfondibili per la loro capacità di cantare o fischiettare, sono deliziosi animali domestici simili ai bengalini.

Sono stati scoperti da uno zoologo, Mathurin Jacques Brisson, che all’inizio riteneva provenissero dal Bengala. Hanno, invece, origini africane e australiane. Questi piccoli uccelli sono di piccole dimensioni ma solitamente godono di un buono stato di salute generale. Sono vivaci ed esuberanti, in grado di fare compagnia con le loro gradevoli melodie.

Come tutti i pets, richiedono cure e attenzioni oltre a periodiche visite dal veterinario. L’acquisto di questi esemplari deve per questo essere una scelta ben ponderata.

Caratteristiche dei diamantini

I diamantini (nome botanico Taeniopygia guttata) sono spesso confusi con un’altra varietà di uccellini, i bengalini, che appartengono ad un’altra varietà di passeriformi e non sono strettamente imparentati..

Possono raggiungere una lunghezza pari a 10-12 cm una volta adulti, a seconda della specie. Inoltre, presentano un piumaggio della livrea di varie sfumature, i maschi sono più colorati delle femmine, sebbene alcune specie siano identiche. Sono caratterizzati dalla coda rossa e squadrata, un corpo piuttosto robusto ed arrotondato, ed un becco rosso nel maschio e arancione nelle femmine, ma sempre tozzo e robusto.

Di colore grigio sul dorso, diventano bianchi su ventre e sottocoda, e bruni sulle ali. La coda è nera a bande bianche, il capo ha una goccia nera e due baffi di colore bianco ai lati del becco. Il maschio presenta una macchia arancione su ciascuna guancia.

Sono uccelli socievoli che si ritrovano in gruppi. Costruiscono il nido tra i rami degli arbusti e degli alberi.

Dopo l’accoppiamento, la femmina depone dalle 4 alle 6 uova, che cova una dozzina di giorni. A seconda della specie, dopo 5 settimane i piccoli diamanti possono difendersi da soli. Sono entrambi i genitori a prendersi cura dei piccoli.

Come per la maggior parte degli uccelli, i loro principali predatori sono rapaci, serpenti e piccoli mammiferi abbastanza veloci da riuscire a catturarli.

L’aspettativa di vita è di 5-8 anni a seconda della specie.

diamantini

Il canto

Le melodie prodotte da questi uccellini esotici sono piacevoli e adatte a fare compagnia. Il loro cinguettare è particolare e tipico soprattutto degli esemplari di sesso maschile.

Non è un canto particolarmente chiassoso, motivo per cui i diamantini sono adatti anche per chi vive in condominio. Dando loro un input sono sempre pronti a fischiettare, anche se il loro cinguettìo non raggiunge le melodie dei canarini.

Diamantini femmina

Gli esemplari di questi uccellini presentano dismorfismo sessuale. Le femmine di solito possiedono un piumaggio di colori meno sgargianti e appariscenti. Un segno distintivo della specie è proprio il piumaggio marrone sui fianchi con punti bianchi sparsi.  Queste particolari puntinature non sono presenti negli esemplari di sesso femminile.

Il becco, invece, è arancione mentre le guance non solo colorate. Nei maschi si può osservare il becco di colore rosso intenso e le guance rosse.

Un’altra differenza tra i maschi e le femmine è legata al canto. I più abili sono i maschi, che producono delle armoniose melodie. Le femmine tendono a fischiettare in modo più sporadico.

Cosa mangiano

Occorre fare attenzione alla dieta di questi piccoli volatili per garantire il loro benessere e la loro capacità di fischettare allegramente.

Si tratta di uccelli principalmente granivori, che integrano la dieta con piccoli insetti. Anche in cattività possono essere nutriti con un mix di semi per uccellini esotici acquistabile negli appositi negozi. In questa miscela non può mancare il miglio bianco, i semi di lattuga e di cicoria. Inoltre, si può integrare con l’aggiunta frutta e verdura ben lavata e non fredda.

In particolare, i diamantini gradiscono frutta come mandarini e mele. Tra le verdure preferiscono soprattutto spinaci, lattuga, cetrioli, zucchine, carote e tarassaco.

L’acqua fresca deve essere sempre a disposizione all’interno della gabbietta avendo cura di cambiarla ogni giorno. Anche il beverino deve essere periodicamente igienizzato.

L’alloggio

Questi animali possono essere sistemati all’interno di apposite gabbie o voliere. Queste ultime possono essere collocate sia all’interno dell’ambiente domestico che all’esterno dell’abitazione.

Non temono particolarmente le basse temperature. Tuttavia è importante evitare di esporli a climi con temperature inferiori ai 5 °. Inoltre l’alloggio per i diamantini deve essere al riparo da eventuali intemperie, come pioggia o vento.

Si consiglia anche di evitare un’eccessiva esposizione al sole. Importante è anche cercare di evitare gli sbalzi termici per questi piccoli volatili.

La riproduzione

Facili da allevare, questi animali sono molto prolifici e la loro riproduzione spesso avviene durante il periodo invernale. Raggiungono la loro maturità sessuale di solito intorno ai 6 mesi di vita. Tuttavia, si consiglia di attendere il primo anno di vita prima di iniziare a farli riprodurre.

Si può mettere a quel punto a disposizione un apposito nido da acquistare presso i negozi di animali. È bene poi fornire del materiale che i bengalini possano adoperare per realizzare l’imbottitura del nido.

diamantini

La cova

Si consiglia di non far covare questi volatili per più di tre volte in un anno per non affaticarli eccessivamente. Le uova deposte vengono covate dalla femmine per 12-15 giorni all’incirca.

Il prezzo

Questi gradevoli uccellini colorati possono essere acquistati nei negozi di animali. Il loro costo è contenuto e si aggira intorno ai 10-20 euro per esemplare.

Tutto il materiale necessario per assecondare le richieste etologiche di questi volatili può essere facilmente reperito on line. L’ingresso in casa dei diamantini deve essere realizzato dopo aver ponderato la scelta con tutta la famiglia.

Altre informazioni

Trovate altre informazioni sui piccoli uccelli da compagnia in queste schede:

  • Canarino: aspetto, carattere e principali esigenze etologiche
  • Diamante mandarino, il più melodioso dei diamantini
  • Pappagallo: caratteristiche comuni e peculiarità delle varie specie di uccelli
  • Merlo indiano: aspetto, carattere e condizioni di vita della gracula
  • Cardellino: i segreti di questo uccello noto per il suo canto

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment