Diete

Dieta per diabetici: indicazioni, alimenti consigliati e vietati

Una corretta e bilanciata alimentazione è fondamentale. Ecco cosa si può e non si può mangiare

Qual è la migliore dieta per diabetici? Iniziamo dicendo che il diabete è una malattia metabolica sempre più diffusa, da non sottovalutare, i cui sintomi possono comparire anche dopo molto tempo. Da cosa dipende? Quando l’organismo non riesce a metabolizzare correttamente i carboidrati perché il pancreas non produce abbastanza insulina, si determina un pericoloso aumento del glucosio nel sangue, che prende il nome di iperglicemia.

Dieta per diabetici: indicazioni, alimenti consigliati e vietati

In realtà non esiste una sola forma di diabete, le principali (ma non le uniche) sono due: il diabete di tipo 1, in cui le cellule beta del pancreas adibite alla produzione di insulina risultano totalmente distrutte, e il diabete di tipo 2, in cui le cellule beta producono insulina ma in quantità inadeguate. Per non parlare poi del diabete mellito gestazionale, che può manifestarsi in gravidanza. Soprattutto nel caso del diabete di tipo 2 l’alimentazione può davvero fare la differenza. Scopriamo perché e qual è la migliore dieta per diabetici. 

Dieta per diabetici

Oltre alle terapie da seguire, corretta alimentazione ed esercizio fisico sono fondamentali per i diabetici. La dieta non dev’essere mai drastica, salvo diverse indicazioni del medico, né improvvisata, ma sempre equilibrata. Pertanto è indispensabile che apporti le giuste quantità di carboidrati, proteine, fibre e quant’altro.

L’alimentazione di chi soffre di diabete deve includere quotidianamente una quota di carboidrati pari al 50-60% delle calorie giornaliere (soprattutto carboidrati a basso indice glicemico e ricchi di fibre), il 25-35% di lipidi, il 10-20% di proteine e un 5-10% massimo di zuccheri semplici. Per non parlare delle fibre che possiamo ricavare da frutta, verdura, legumi e cereali, molto importanti.

Gli obiettivi della dieta per diabetici sono molteplici: innanzitutto il controllo glicemico, ma anche mantenere o raggiungere un corretto peso corporeo, e prevenire rischi cardiovascolari. Obiettivi raggiungibili solo se la dieta è personalizzata in base alle esigenze del paziente e se viene seguita con costanza.

Tabella alimenti per diabetici

Chiunque soffra di diabete sa bene quanto è importante tenere sotto controllo l’indice glicemico degli alimenti che si portano in tavola. Il suo valore rivela infatti quanto un determinato cibo può far alzare la glicemia. Ed è preso in considerazione nelle tabelle dei cibi per diabetici, solitamente suddiviso in IG alto, intermedio e basso. Si tratta di valori di riferimento, non assoluti, in quanto l’indice glicemico può essere influenzato da altri aspetti.

Nelle tabelle in questione, l’IG elevato corrisponde a una percentuale del 70-100%: per esempio il miele ha IG 73%. L’IG intermedio corrisponde a una percentuale del 69-55%: per esempio il pane integrale ha IG 69, quindi intermedio. Infine l’IG basso è quello corrispondente a una percentuale del 55%, per esempio i legumi hanno IG 27-33.

Sebbene questo genere di tabelle possano rivelarsi utili, non bisogna dimenticare che si tratta di valori indicativi, anche perché fanno riferimento all’alimento puro e non alle quantità ingerite, che vengono invece indicate dal cosiddetto carico glicemico. Insomma, vale il solito consiglio: non bisogna fare calcoli fai da te, ma sempre e soltanto affidarsi ai medici.

Alimenti per diabetici

Quali sono gli alimenti consigliati per i diabetici? Eccone un elenco.

  • Pesce soprattutto azzurro, da consumare 2-3 volte a settimana per l’elevato contenuto di Omega3
  • Verdure a foglia
  • Frutta, purché non troppo ricca di zuccheri
  • Legumi
  • Alimenti integrali
  • Dolcificanti come la stevia e l’aspartame (da evitare invece sorbitolo e fruttosio)

Evitate inoltre di condire troppo i primi piatti e di consumarli sempre in quantità moderati, prediligendo pane e riso integrali. Non consumate insieme gli amidacei, come per esempio pane e pasta.

Verdure per diabetici

Le verdure a foglia come la lattuga, le bietole, la rucola, gli spinaci sono tutte consigliate nella dieta per diabetici. Ma anche cavoli e broccoli vanno bene, così come peperoni, zucchine e pomodori.

Cosa mangiare a colazione per il diabete?

Anche per i diabetici la colazione è importantissima: oltre che bilanciata, può essere abbondante, purché si riduca il pasto serale. Ovviamente bisogna sempre prediligere gli alimenti consigliati per diabetici, scegliendoli in modo tale da garantire all’organismo sufficienti quantità di carboidrati, proteine e grassi buoni.

Se brioche e dolci in genere vanno comunque evitati, una tazza di latte accompagnata da fatte biscottate, pane o cereali integrali, e da un frutto (prediligendo quelli con moderate quantità di zuccheri) è l’ideale.

Dieta per diabetici: menù

E’ difficile indicare un menù per diabetici perché, come premesso, la dieta per diabetici dev’essere assolutamente personalizzata e quindi studiata su misura da un professionista in base alle esigenze del paziente. In via generale tenete presente che la colazione è importante e non va saltata, che a pranzo e cena non bisogna consumare insieme primi e secondi piatti ma dividerli in uno o nell’altro. E ovviamente attenzione agli alimenti da evitare e alle quantità.

Dieta diabete tipo 2

Se il primo trattamento è farmacologico per alcuni pazienti con diabete di tipo 1, specifica Fondazione Veronesi, in gran parte delle persone con diabete di tipo 2 l’alimentazione bilanciata svolge un importantissimo ruolo terapeutico. Difatti il diabete di tipo 2, che è anche il più frequente, può dipendere da più fattori, tra cui sovrappeso e obesità. Certo, l’alimentazione è importante anche per chi ha il diabete di tipo 1, ma nel tipo 2 è ancor più determinante.

Dieta diabete gestazionale

Come abbiamo detto, esiste un altro tipo di diabete, quello gestazionale, che si presenta in gravidanza. In questo caso è altrettanto indispensabile seguire una dieta per diabetici equilibrata, evitando di ridurre troppo le calorie, prestando più che altro attenzione ai cibi contenenti carboidrati. Qualche esempio? Riso, pane, patate, pasta, farro e i vari cereali vanno consumati ma con moderazione. Gli alimenti che vanno invece evitati sono quelli che contengono molto zucchero, anche a colazione.

Quali sono i cibi da evitare per il diabete?

Alcuni alimenti vanno effettivamente evitati ma ce ne sono altri, che pur essendo spesso sconsigliati, in realtà possono essere consumati anche dai diabetici. E’ il caso di pane, pasta, pizza, riso, che a differenza dei dolci non causano rialzi glicemici improvvisi visto che l’organismo assimila pian piano i carboidrati complessi.

Altro discorso vale per i carboidrati semplici che invece vengono assimilati dall’organismo molto più rapidamente: ecco perché bisogna prestare un po’ di attenzione ad alimenti quali marmellata, miele, latte e yogurt, bibite zuccherate.

In merito ai dolci, ovviamente il loro consumo va ridotto ma non per questo, secondo diversi dottori, totalmente rimossi. Basta mangiarli non più di una volta a settimana.

Detto questo, esistono alimenti che invece andrebbero proprio evitati in caso di diabete? La risposta è affermativa, eccone un elenco.

  • Bibite zuccherate ed edulcorate
  • Alcool, che fra l’altro può interferire con le terapie
  • Cioccolato
  • Dolci anche senza zucchero
  • Biscotti

Quale frutta evitare per il diabete?

In generale è meglio consumare la frutta intera evitando quella troppo ricca di zuccheri. Se arance, pompelmo, pere, kiwi, lamponi, fragole possono essere consumati seppure con moderazione, banane, cachi, uva, fichi, andrebbero invece evitati. Per non parlare, ovviamente, della frutta sciroppata.

Chi soffre di diabete può mangiare la pizza?

Come premesso, la pizza non va totalmente eliminata, ma può essere consumata con moderazione, nelle quantità e modalità stabilite insieme al medico.

Chi soffre di diabete può mangiare le patate?

Le patate vanno preferibilmente evitate in quanto molto ricche di amidi, carboidrati che si trasformano rapidamente in glucosio. Il loro IG è elevato.

Chi ha il diabete può bere il caffè?

A quanto pare la bevanda in sé non dà problemi ai diabetici, purché non si superino le dosi consigliate, a rappresentare un problema è però l’aggiunta di zucchero. Se volete concedervi qualche tazza, meglio chiedere consiglio al medico.

Chi ha il diabete può mangiare l’uovo?

Secondo quanto riporta Fondazione Veronesi, è consigliabile non esagerare, mangiandone al massimo due a settimana.

Approfondimenti utili

Potrebbe interessarti anche:

Altre diete per malattie o condizioni di salute:

Published by
Laura De Rosa