Edamame: come gustare i fagioli di soia tipici della cucina asiatica

di Elle del 7 Ottobre 2018

Gli edamame sono una varietà di fagioli di soia noti soprattutto nella tradizione gastronomica nipponica. Oltre ad essere degli sfiziosi snack, sono ricchi di proprietà benefiche per il nostro organismo.

Edamame: come gustare i fagioli di soia tipici della cucina asiatica

Gli edamame indicano una particolare modalità di preparazione dei fagioli di soia, oltre alla varietà del legume. Usati tipicamente nella gastronomia giapponese e cinese, rappresentano un prodotto alimentare ricco di proprietà nutritive e salutari, da usare in modo versatile in cucina.

Sono ormai diffusi anche in Occidente e sono spesso reperibili come alimenti precotti e surgelati.

Edamame cosa sono

Sono fagioli di soia non del tutto maturi e rappresentano una preparazione tipica soprattutto della cucina giapponese.

Il termine indica sia la varietà di legumi che il piatto finale. Il loro nome giapponese tradotto in italiano sarebbe “fagioli dello stelo” ed è dovuto al fatto che i fagioli vengono solitamente lessati quando sono ancora attaccati allo stelo della pianta.

Edamame cosa contengono

I fagioli di soia sono ricchi di proprietà nutritive, alcune paragonabili a quella della soia. Permettono un maggior apporto proteico e un interessante apporto di fibre in grado di favorire la motilità intestinali. Contengono anche sostanze con effetti benefici per la nostra salute come gli isoflavoni.

Questi ultimi sembrano utili per ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Svolgono, inoltre, un’azione antiossidante prevenendo la formazione dei radicali liberi e rafforzando le difese immunitarie. Questi alimenti sono decisamente ipocalorici e privi di grassi e si rivelano anche una buona fonte di vitamine e sali minerali.

edamame

Edamame: sono fagioli di soia utilizzati tipicamente nella cucina asiatica.

Edamame, come si mangiano?

Solitamente vengono consumati come snack nel corso della giornata, magari con l’accompagnamento di bevande alcoliche. Nella loro diffusione in Occidente, invece, tendono ad essere mangiati come piatto da portata. Nei ristoranti giapponesi e cinesi in Italia vengono spesso serviti come antipasto.

Edamame come condire

Nella tradizione giapponese il baccello contenente questi fagioli viene cosparso con sale. Per un gusto più sfizioso si possono anche intingere nella salsa di soia.

Edamame come si cucinano

Tradizionalmente questi particolari fagioli acerbi vengono lessati oppure cotti al vapore con tutto il loro baccello prima di essere consumati, con l’aggiunta di un pizzico di sale. Ma non è questo l’unico modo di prepararli.

Edamame al forno

Una preparazione alternativa potrebbe prevedere la cottura in forno anche se si acquista l’alimento surgelato. Per questo basta passare sotto l’acqua calda i fagioli ancora surgelati e poi asciugarli.

Quindi occorre disporli su una teglia rivestita con della carta da forno e lasciar cuocere in forno a 180°C per circa 20 minuti. Una volta pronti, si possono condire nel modo preferito gustandoli come snack o in aggiunta ad altre pietanze.

Edamame congelati come cucinarli

Quando si acquista questo alimento congelato e precotto, non è difficile prepararlo. Basta cuocere questi particolari fagioli per qualche minuto in acqua bollente. Si consiglia di non lasciarli cuocere troppo per evitare di perdere la loro caratteristica croccantezza.

edamame

Edamame: nella tradizione giapponese si gustano come snack accompagnati da bevande alcoliche come la birra.

Edamame come si prepara

Quando si riescono ad acquistare freschi, gli edamame possono essere preparati tramite cottura al vapore. In questo caso si lasciano all’interno del loro baccello per poi salarli con un po’ di sale grosso quando sono ancora tiepidi.

Cosa mangiare con edamame

Oltre che come gustosi snack, questi fagioli possono essere adoperati in modo versatile in cucina. Si possono pertanto aggiungere come ingrediente alle insalate fredde, magari con verdure di stagione o altri tipi di legumi.

In alternativa, possono essere inseriti anche all’interno di zuppe calde, privati del loro baccello esterno o come ingredienti di un insolito risotto.

Come coltivare gli edamame

Questi legumi possono essere coltivati anche nel giardino di casa. Se ne raccolgono i baccelli ancora immaturi.

Edamame dove comprarli

Si trovano in commercio come alimenti congelati e precotti. Possono essere acquistati negli ipermercati oppure all’interno di negozi alimentari orientali. Si possono comprare anche da negozi etnici o salutistici, come quelli macrobiotici.

Gi edamame sono legumi?

Questi fagioli sono legumi a tutti gli effetti e, come tali, possono essere adoperati in modo versatile in cucina. Come altri legumi, non possono essere mai mangiati crudi.

Edamame sono fave?

No. Pur essendo una particolare varietà di fagioli, per forma e colore potrebbero assomigliare a delle fave fresche, ma di fatto non lo sono.

Edamame sono senza glutine

Non contengono glutine per cui anche chi soffre di celiachia può mangiarli senza problemi. Non contengono neanche lattosio per cui non crea preoccupazioni a chi soffre di questo tipo di intolleranze. Inoltre, grazie al buon apporto proteico, si prestano ad essere inserita nella dieta di vegetariani e vegani.

Edamame allergia

Va tuttavia ricordato che l’incidenza di allergia per questo tipo di alimenti risulta essere significativa. Bisogna pertanto sondare le reazioni individuali consumando l’alimento inizialmente in piccole quantità. In generale, la soia può anche provocare reazioni allergiche ed interferire con l’assorbimento di alcuni farmaci.

Edamame per bambini

In assenza di particolari ipersensibilità, questi fagioli rappresentano un alimento gustoso e salutare da far consumare anche ai più piccoli.

Altri articoli che ti consigliamo:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment