Alimenti

Kaffir lime, il piccolo agrume verde di cui si utilizzano foglie e buccia

Cos'è, le sue proprietà, gli utilizzi in cucina e non solo

Tra gli agrumi è ancora poco noto il Il Kaffir lime, anche se molto diffuso in alcuni Paesi asiatici. Simile al lime, ha un succo molto aspro che si usa poco. Vengono invece utilizzate le foglie e la sua scorza. Dal sapore molto intenso e pungente, le foglie, vengono aggiunte come spezia in moltissimi piatti asiatici, come zuppe e curry. Dalla scorza e dalle foglie, poi, si ricava un olio che, diluito in infusi e decotti, può apportare numerosi benefici all’organismo.

Kaffir lime, il piccolo agrume verde di cui si utilizzano foglie e buccia

Che cos’è il Kaffir lime

Si chiama Citrus hystrix ed è un piccolo agrume molto diffuso nei Paesi asiatici affacciati sull’Oceano Indiano. Ancora poco usato in Italia, ha una buccia verde, molto aromatica, del colore del tutto simile a quella del lime ma la forma rugosa ricorda il bergamotto, ed un succo molto aspro, al punto che non è possibile utilizzarlo puro, ma solamente come ingrediente da unire ad altri cibi che devono essere cotti.

Kaffir lime

Da dove viene il nome del Kaffir lime

Il nome scientifico del Citrus hystrix deriva dal latino. In particolar modo, il termine hystrix, che vuol dire ‘istrice’, fa riferimento alle numerose spine che possiede la sua pianta.

La pianta di Kaffir lime

La pianta appartiene alla famiglia delle Rutaceae. Originaria della Thailandia e diffusa in tutto il sud-est asiatico, produce un agrume molto piccolo dalla buccia verde, che ricorda un lime. Le sue foglie emanano un’aroma che è un misto di limone e clorofilla, molto intenso e pungente.

Sulle origini di questa pianta vi è incertezza. Non si sa infatti se si tratti del risultato di una mutazione naturale oppure di una ibridazione voluta dall’uomo tra cedro e limetta.

Le foglie di Kaffir lime

Le foglie sono ampie, pungenti e dalla forma molto particolare. Nella parte centrale, infatti, vanno restringendosi, come se la foglia si sdoppiasse. La forma ricorda una sorta di ‘otto’.

Vengono ampiamente usate nella cucina del sud-est asiatico. Per l’utilizzo diffuso possono essere paragonate al nostro basilico.

Sono utilizzate in salse e zuppe thai, come la zuppa tailandese Tom Yum. Il loro sapore è così forte e pungente, che spesso va coprire quello del piatto stesso.

Che sapore ha il Kaffir lime

Il gusto di questo piccolo frutto è molto acido, asprissimo, un po’ tendente all’amarognolo. Buccia e foglie possiedono un intenso aroma pungente.

Quali sono le proprietà del Kaffir lime

Oltre che essere usato per insaporire moltissimi piatti, possiede anche numerose proprietà, tanto che in Indonesia è considerato un frutto medicinale chiamato Jeruk Obat.

Nello specifico, le proprietà sono:

  • antinfiammatorie
  • antinfettive
  • antisettiche
  • rilassanti
  • calmanti
  • digestive
  • decongestionanti del fegato
  • disintossicanti del sangue

Benefici del Kaffir lime

Il meglio da questo frutto non si ottiene dalla polpa, che pura è immangiabile, bensì da foglie e scorza, da cui viene estratto per distillazione l’olio di kaffir.

kaffir lime

Il Kaffir lime per la salute e benessere

Impiegato nei decotti, l’olio di kaffir migliora lo stato di salute generale. E, in particolare:

  • disintossica e depura il sangue
  • è antinfiammatorio
  • depura il fegato, aiutandolo ad espellere tossine e sostanze pericolose
  • contrasta la stitichezza
  • favorisce la digestione
  • riequilibra le normali funzioni dell’intestino
  • contrasta gli stati di ansia e altri disturbi nervosi

Il Kaffir lime nei cosmetici

L’olio da estratto dalla scorza di questo piccolo agrume viene spesso impiegato anche in molti prodotti cosmetici per:

  • effetto anti-age: alcuni acidi che contiene, infatti, sono utili per neutralizzare i radicali liberi
  • profumo fresco e gradevole

Lo trovate facilmente online:

Utilizzi del Kaffir lime in cucina

In Oriente viene utilizzato principalmente come spezia per il sapore molto gradevole e intenso che dona ai piatti tipici della gastronomia asiatica.

Si sposa molto bene in zuppe e minestre, così come anche nei curry di pesce, crostacei e carni (pollo, agnello e maiale soprattutto), ed anche solo per donare più sapore a del semplice riso bollito.

kaffir lime

Per l’impiego culinario, non si utilizza tanto la polpa o il succo che sono molto aspri, ma la buccia e le foglie.

  • Buccia: dal sapore piccante, è ideale aggiunta in salse e condimenti. Va essiccata e poi triturata molto finemente
  • Foglie: spesso usate come ingrediente base di alcune insalate tipicamente esotiche
  • Succo ottenuto dalla spremitura: debitamente lavorato, viene usato all’interno di alcuni liquori a base di rum prodotti e consumati in Madagascar e nell’isola di Reunion

Dona ai vari piatti cui viene aggiunto una particolare nota agrumata e balsamica molto intensa. Per il suo sapore molto forte, va usato con moderazione altrimenti si rischia che vada a coprire del tutto il gusto del piatto.

Ricette con le foglie di kaffir lime

Ecco nel dettaglio i vari utilizzi che si possono fare con le foglie di questa pianta tipica della cucina thai.

  • Essiccate, come spezie, fatte sobbollire nelle zuppe ed aggiunte nei vari impasti e nei vari tipi di curry
  • Fresche, in insalata
  • Insaporire il brodo
  • Aromatizzare il riso. Basta aggiungerne qualche foglie nell’acqua di bollitura
  • Come ingrediente nella marinatura per i vari tipi di carne
  • Sotto zucchero, per fare uno sciroppo

Per l’utilizzo culinario di queste foglie, si raccomanda di eliminare la nervatura centrale perché è molto amara.

Altri utilizzi del Kaffir lime

Le foglie sono utili per:

  • profumare l’ambiente. Alcune foglie aggiunte nel pot pourri diffondono un immediato quanto piacevole fresco odore di agrumi
  • lavare e profumare le mani. Basta semplicemente strofinare fra le mani delle foglie fresche per avvertire subito una gradevole profumazione fresca di lime

Anche la scorza è ricca di profumi intensi, tanto che viene spesso impiegata nell’industria dei profumi per realizzare essenze. Nello specifico, contiene terpeni, limonene e citronelolo, che ricorda il profumo di rosa.

Aggiungere un po’ di scorza nell’acqua della vasca da bagno ha un ottimo potere rilassante.

Le donne asiatiche utilizzano il succo per risciacquare i capelli, donando così alle chiome un gradevolissimo profumo fresco.

Dove si trova il Kaffir lime

In Italia è difficilmente reperibile Le foglie, essiccate o congelate, si possono trovare in negozi specializzati in prodotti etnici; quelle fresche, invece, si trovano quasi solo online.

Cock, Foglie di lime Kaffir essiccate, 10 gr
Prezzo: 7,39 €
compra su amazon
Prezzi aggiornati il 20-06-2024 alle 5:36 PM.

Coltivazione del Kaffir lime

Per avere a disposizione frutti e foglie è possibile coltivare la sua pianta in vaso. Si tratta di una pianta che produce frutti per per gran parte dell’anno, indicativamente da marzo a ottobre. Quando sono maturi, i frutti virano sul giallo e cadono dalla pianta.

Ecco alcune indicazioni per una coltivazione adeguata.

  • Esposizione: pieno sole ma vive bene anche a mezz’ombra, purché riparata dalle correnti d’aria
  • Temperatura: resiste bene al freddo intenso (-6°, -7°)
  • Concimazione: in primavera o in estate, somministrare del fertilizzante ben bilanciato. Serve per rendere più brillante il colore di foglie e frutti e per rendere la pianta più produttiva

Approfondimenti consigliati

Potrebbero interessarti anche altri agrumi, non tutti tradizionali e originari del Mediterraneo:

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness di cui è appassionata anche nella vita quotidiana, ed il benessere naturale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio