Oli essenziali e vegetali

L’olio di cactus, noto anche come olio di fico d’India: ideale per capelli e pelle secca

Fresco, leggero e non unge: ecco perché è sempre più apprezzato

Anche il cactus è in grado di generare un prezioso olio essenziale, diventato la nuova punta di diamante dei trattamenti anti-age. L’olio di cactus o olio di fico d’India è l’estratto dei semi di Opuntia ficus, una pianta succulenta diffusa soprattutto nell’area del bacino del Mediterraneo.

L’olio di cactus, noto anche come olio di fico d’India: ideale per capelli e pelle secca

Da dove viene l’olio di cactus

Olio di cactus, che cos’è, innanzitutto? Il fico d’India (o ficodindia che dir si voglia) è originariamente del Messico, ma nei secoli si è diffusa in tutte le aree del mondo a clima temperato. Furono gli spagnoli a introdurla in Europa. Oggi cresce spontanea soprattutto in Basilicata, Calabria, Sicilia, Puglia, Sardegna.

Pianta sacra per gli Aztechi, che amavano coltivarla per poter estrarre il carminio dalle cocciniglie che ne colonizzano ancora oggi le foglie, è conosciuta da secoli dalle donne marocchine che la utilizzano per purificare la pelle e ridonare lucentezza ai capelli.

Grazie all’eccezionale contenuto di acidi grassi essenziali (69% di Omega-6), ha proprietà rigeneranti, ristrutturanti, rassodanti e aiuta a rallentare il processo di invecchiamento della pelle e prevenire la formazione di rughe, vitamina E, svolge un’azione antiossidante che protegge dai radicali liberi. Massaggiare mattina e sera sul contorno occhi e labbra.

L’utilizzo può essere esteso a tutto il viso come siero antiossidante prima della crema o del make-up. Penetra in profondità e non unge.

SCOPRI: l’olio di ricino: usi, benefici e proprietà

Benefici dell’olio di cactus

Fresco, leggero e facile da spalmare: come molti altri oli essenziali, anche l’olio di cactus contiene una quantità invidiabile di acidi grassi polinsaturi  (69% di Omega-6), che ne compongono l’85% del totale, contro il 70% dell’olio di argan. Oltre a polifenoli e steroli, racchiude ben 1.000 mg/kg di vitamina E (contro i 600 mg presenti in 1 kg di olio di argan) e, naturalmente, l’acido linoleico.

Per questo ha proprietà rigeneranti, ristrutturanti, rassodanti, è in grado di rallentare l’invecchiamento della pelle, attenuando borse, rughe e altri segni del tempo, e previene la formazione di rughe, svolge un’azione antiossidante e protettiva dai radicali liberi. Inoltre, restituisce alla pelle rilassata la sua originaria elasticità e setosità.

Se utilizzato con regolarità, magari aggiunto alla propria crema viso, è in grado di prevenire anche la formazione delle macchie cutanee e di preservare dai danni causati da smog, temperature rigide e raggi UV.

Potrebbero interessarti anche: 

Ma l’olio di cactus non è solo una manna per la pelle matura, può essere utilizzato con successo persino sui brufoli, grazie alla sua azione cicatrizzante, antisettica, antinfiammatoria e seboregolatrice; sa inoltre lenire e idratare a fondo la pelle squamata e arrossata, per questo potrebbe essere un ottimo complemento al bagnoschiuma o alla crema corpo.

Può costituire anche un vero toccasana per la cellulite, se applicato puro sulla parte interessata, con l’aiuto di un massaggio linfodrenante.

Ci vuole 1 tonnellata di semi per dare vita a 1 litro di olio di cactus
Ci vuole 1 tonnellata di semi per dare vita a 1 litro di olio di cactus

Grazie al suo intenso potere nutritivo, l’olio di cactus è anche in grado di ridare vigore e forza ai capelli secchi e sfibrati; bastano poche gocce nel proprio shampoo per vederli subito più corposi, morbidi e lucenti, mentre se applicato su tutta la lunghezza, è in grado di fortificare il tessuto capillare, prevenendo la formazione delle doppie punte.

Per ottenere una perfetta manicure giapponese invece, basterà applicare alcune gocce di olio di cactus direttamente sulle unghie, massaggiare per almeno 10-15 minuti, lasciare agire e infine risciacquare.

LEGGI Come ridurre le zampe di gallina con metodi naturali

P-Shine
Se usato puro, l’olio di cactus è il perfetto coadiuvante della P-Shine, la manicure naturale giapponese

Modi d’uso

Questo portentoso elisir di lunga vita è ad assorbimento rapido e non unge, infatti può essere utilizzato anche puro su tutti i tipi di pelle. Bisogna massaggiare mattina e sera sul viso, compreso il contorno occhi e attorno alle labbra.

E’ ottimo come siero antiossidante prima della crema da giorno e del trucco, perché penetra in profondità senza ungere.

LEGGI ANCHE: 5 ingredienti naturali per capelli secchi

Olio di cactus prezzo e prodotti

L’olio di cactus si trova generalmente nelle erboristerie e in farmacia. Per ottenerne un litro è necessario spremere a freddo migliaia di semi; ciò significa che per una boccetta da 250 ml si possono spendere fino a 30 euro.

La qualità varia da prodotto a prodotto, dovete assicurarvi che sia puro e non miscelato con altri oli meno pregiati e che sia sempre ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi del frutto del cactus, il fico d’india.

Per chi fosse interessato agli oli cosmetici, proponiamo questi prodotti a base di fico d’India:

Approfondimenti consigliati

Potrebbero interessarti anche i benefici di questi oli vegetali:

La Ica

Web editor freelance per portali e siti che si occupano di viaggi, lifestyle, moda e tecnologia. Districatrice di parole verdi per TuttoGreen dal maggio 2012, nello stesso anno ha dattiloscritto anche per ScreenWeek. Oggi, pontifica su Il Ruggito della Moda, scribacchia di cinema su La Vie En Lumière, tiene traccia delle sue trasvolate artistiche su she)art. e crea Le Maglie di Tea, una linea di magliette ecologiche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close