La guida all’olio di ylang ylang: proprietà, utilizzi e ricette, non solo per la bellezza

di Elle del 11 dicembre 2018

Oggi andiamo alla scoperta dell’olio di ylang ylang: prodotto da una pianta nota anche come ‘gelsomino dei poveri’, poiché i petali da cui si ottiene l’olio essenziale permettono di realizzare fino a tre distillazioni successive, ha molte interessanti proprietà.

La guida all’olio di ylang ylang: proprietà, utilizzi e ricette, non solo per la bellezza

L’ylang ylang (nome scientifico Cananga odorata) è un albero originario delle Filippine  e dell’Indonesia ma presente anche in Australia ed in parte del continente asiatico; si diffonde spontaneamente nei terreni delle foreste pluviali.

Da dove viene l’olio di ylang ylang

Il nome di questa pianta fa esplicito riferimento al suo particolare odore: ilang-ilang, infatti, significa ‘non comune’. Abitualmente le donne lo utilizzavano per la cura dei capelli e della pelle disciogliendone qualche goccia nell’olio di cocco.

Anche i coloni francesi delle terre di cui l’ylang ylang è originaria definivano la sua essenza un ‘profumo afrodisiaco’.

Potrebbe interessarti anche: Come diffondere l’olio essenziale

Le proprietà dell’olio di ylang ylang

I benefici attribuibili all’uso dell’olio essenziale di ylang ylang sono relativi soprattutto all’azione rilassante che si riesce a realizzare grazie al suo aroma dolce ed inebriante e agli effetti ipotensivi.

Ad esso si attribuiscono anche un’azione antidepressiva ed afrodisiaca, in grado di risvegliare i sensi e l’erotismo. Possiede proprietà che favoriscono il benessere dell’epidermide, con una particolare azione di contrasto sulla pelle secca e poco idratata.

È indicato anche per contrastare la produzione di sebo in eccesso, tipico della pelle acneica, e per preparare impacchi per capelli con effetto nutriente e protettivo.

Leggi anche: I migliori oli essenziali per la salute: quali sono?

olio di ylang ylang

Le proprietà dell’olio di ylang ylang sono davvero molteplici

Ricette e utilizzi dell’olio di ylang ylang

L’olio essenziale di ylang ylang può essere utilizzato ad uso cosmetico e per profumare l’ambiente in vari modi.

Vediamone alcuni:

  • Pelle: diluendo 10 gocce dell’olio nell’acqua della vasca si potrà ottenere un ottimo effetto rilassante per il proprio bagno in cui immergersi dopo aver mescolato agitando bene l’acqua. Specialmente se avete una pelle secca, non faticherete a notare i benefici a livello cutaneo: l’olio di ylang ylang è infatti un ottimo nutriente e ricostituente per la pelle del corpo e del viso. Questo prodotto agisce sulla psiche, avendo ha un effetto calmante sul sistema nervoso. Un bagno rilassante di questo tipo aiuterà anche a calmare insonnia e tachicardia.
  • Capelli:  In alternativa, si può diluire al 5% questo prodotto in olio di cocco al fine di ottenere un buon impacco per capelli. Potrete impiegarlo prima dello shampoo. Si tratta infatti di un ottimo rimedio contro la caduta dei capelli e i capelli secchi. Le sue capacità di stimolazione del cuoio capelluto vi stupiranno.
  • Ambiente: anche nell’ambiente è possibile diffondere l’inconfondibile profumo di ylang ylang: basta versare una goccia all’interno dell’acqua degli umidificatori dei termosifoni o tramite un bruciatore di oli essenziali.
olio di ylang ylang

L’ylang-ylang viene chiamato anche «il gelsomino dei poveri»

Qualche approfondimento tematico

Se ti interessano le proprietà dell’olio di ylang ylang, potrebbero anche interessarti alcuni libri e prodotti a base di questo olio essenziale:

Ecco anche dove trovare l’olio essenziale in questione:

Infine, vi invitiamo a scoprire i benefici per la salute e le proprietà anche di questi altri oli vegetali:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment