Cani

Quali sono le caratteristiche dello Spitz tedesco

Scoprite aspetto, carattere e prezzi di questa vivace razza canina

Lo Spitz tedesco è un cane robusto, riconoscibile per il mantello abbondante, e la coda folta, con un muso davvero simpatico, di forma allungata, simile alla volpe. Si ritiene che sia la razza più antica d’Europa e se ne registrano tracce già all’età della pietra. Andiamo alla scoperta di questa razza, che raggruppa cani di taglie e caratteri diversi, ma dai tratti comuni.

Quali sono le caratteristiche dello Spitz tedesco

Da dove viene lo Spitz tedesco

Alcuni studiosi ricondurrebbero le origini dello Spitz al lupo artico, un cane da traino impiegato in Lapponia, altri ritengono che il progenitore sia, invece, il “cane della Torba’. A poco a poco questi cani dal folto pelo e la coda pelosa e alta, si diffusero nel continente europeo, soprattutto come cani da pastore.

La consorte di Giorgio III, re d’Inghilterra, conobbe questa razza nella regione della Pomerania, a sud del Baltico, e da qui porto nel Regno Unito un cane, chiamandolo, appunto, Pomerania.

Successivamente, la Regina Vittoria creò il primo allevamento. Alla sovrana è dovuta anche la nascita della variante nana, frutto dell’incrocio con il Volpino italiano, razza di cani piccoli che conobbe durante una visita nel nostro Paese.

Inizialmente i Pomerania vennero riconosciuti come razza autonoma fra l’altro la paternità venne contesa fra inglesi e tedeschi. Di recente, nel 1998, la Federazione Cinofila Internazionale ha incluso i Pomerania nello standard di razza dello Spitz tedesco, ma di taglia nana.

I vari tipi di Spitz tedesco

L’aspetto è davvero simpatico, e anche il carattere è piacevole, sono cani gentili, giocosi e dispettosi, ideali come cani da compagnia. L’aspetto è peculiare per tutte le varietà.

  • Il muso è simile a quello della volpe ed è circondato da una folta criniera leonina.
  • Le orecchie sono a punta mentre gli occhi sono piccoli, vispi, neri e a forma di mandorla. Il pelo è folto e sostenuto da abbondante sottopelo e la coda è arricciata e ricurva sul dorso.
  • Il manto può essere di colore nero, bianco, arancione, marrone o grigio o misto con queste tonalità.
  • Le dimensioni variano molto a seconda della varietà, altezza al garrese da 20 a 49 cm, ed il peso da da 2 kg a 20 kg.

Spitz tedesco

Secondo la classificazione dell’ENCI, fanno parte del Gruppo 5 “Cani tipo Spitz o di tipo primitivo” e condividono gran parte delle caratteristiche con le altre razze del gruppo come ad esempio il Chow Chow, l’Alaskan Malamute o il Samoiedo.

Come per altre razze di cani, anche degli Spitz si trovano diverse varianti, dovute principalmente alla taglia:

  • Wolfspitz o Spitz lupo. Il più grande degli Spitz, con un’altezza di circa 49 cm. È ammesso un solo colore: grigio lupo.
  • Spitz grande. Questa variante dello standard di razza, può arrivare a 20 kg di peso, con un’altezza al garrese di. circa 46. In passato soprattutto gli esemplari dal manto bianco erano considerati i cani della nobiltà. Purtroppo, ora, questo cane conta sempre meno esemplari e nel 2003 la Society for the Conservation of Old and Endangered Pet Breeds lo ha inserito nelle razze a rischio di estinzione. Secondo lo standard di razza, questi esemplari di taglia grande possono essere solo a manto bianco, nero o marrone, che è il più raro.
  • Spitz medio. Questo cane compatto può raggiungere l’altezza al garrese di 34 cm e un peso di 11 kg. Tende ad abbaiare spesso, ma con un po’ di addestramento può perdere questa abitudine.
  • Spitz piccolo. Ha un’altezza compresa fra i 24 ed i 30 cm ed un peso di 4-5 kg. È da sempre un cane da compagnia anche se può abbaiare di frequente. Impara facilmente e si adatta anche agli appartamenti piccoli. È un esemplare perfetto per la dog dance o all’agility.
  • Spitz nano o volpino di Pomerania. Questa varietà nana, la cui altezza non è prevista nello standard di razza, va da un minimo di 18 cm ad un massimo di 24 cm al garrese. Sono piccolissimi cani da compagnia simili per dimensioni ai cani toy e ai Chihuahua, con cui condividono il classico vizio di ringhiare o abbaiare a persone o a cose senza motivo. Per questa ragione è sconsigliato alle famiglie con bambini piccoli. Non hanno comportamenti aggressivi, ma solo un fastidioso abbaio.

Esistono anche diversi altre razze di Spitz, riconosciute dall’ENCI e dalla FCI, di cui alcune piuttosto rare:

  • Spitz italiano o volpino 
  • Spitz finlandese
  • Spitz giapponese
  • Spitz del Norrbotten
  • Spitz visigoto

Differenza fra Pomerania e Spitz tedesco

I cani detti ‘volpino di Pomerania’ o ‘Spitz nano’ fanno parte dello standard di razza dello Spitz tedesco, ma sono una macro-categoria in cui rientrano vari tipi di cani, differenziati solo per le dimensioni Esistono dunque lo Spitz grande, il medio, il piccolo, ed al più raro e grande Wolfspitz.

In sostanza, la versione nana dello Spitz tedesco è conosciuta anche come Volpino di Pomerania.

Che carattere hanno gli Spitz

Questa razza dal muso aguzzo, è un ottimo cane da guardia e mostra attenzione per ogni cosa. È anche considerato un cane da compagnia con una spiccata intelligenza. Leale e intelligente, ama compiacere il padrone, e questo rende più facile il suo addestramento. Cerca la sua presenza e la famiglia, anche con piroette o altri modi curiosi per attirare l’attenzione.

Spitz tedesco

La socializzazione è essenziale per evitare che diventi timido, va quindi abituato fin da piccolo alle persone, alla folla e agli altri cani.

Il suo difetto principale è la tendenza ad abbaiare, che utilizza come mezzo di allarme, ma anche semplicemente per comunicare. Cercate di insegnargli a smettere a comando.

Per quanto riguarda il rapporto con gli altri animali domestici è molto socievole e, soprattutto, non teme i cani di taglia più grande.

Si caratterizza per essere una razza molto vocale e quando c’è da abbaiare non si tira indietro, ma l’addestramento può migliorare questa abitudine.

Occorre stimolarlo con giochi e passeggiate perché chi adotta questo cane, di sicuro non si annoierà mai. Non ha nessun istinto di caccia e pertanto non è raro che nelle passeggiate cammini a fianco del padrone senza guinzaglio.

Chi è la il padrone ideale: perché adottare uno Spitz

Si tratta di cani che sanno gestire la solitudine, sono quindi ideali per chi passa buona parte della giornata fuori casa. Assicuratevi però di lasciargli qualche giocattolo per evitare che si annoi.

Si tratta di un cane ideale per le persone sole, anche anziane, e le famiglie è facile da gestire e si adatta a tutto. È ideale per chi è alla prima esperienza di adozione di un cane, anche perché convive bene con altri cani e animali domestici. Inoltre, si tratta anche di cani che vanno accordo con i gatti.

Lo Spitz si adatta perfettamente alla vita in appartamento. Infatti, preferisce gli ambienti chiusi agli spazi aperti.

Il consiglio per tutti è però legato al loro abbaiare inopportuno e ripetuto. Potrebbe causare fastidio ai vicini. A causa del suo folto pelo e della muta, che porta a perderlo in certi periodi dell’anno, non è un cane adatto a soggetti allergici.

Come curare lo Spitz tedesco

Il pelo, anche se lungo, è sorprendentemente facile da curare, basta spazzolarlo di frequente. È un cane
molto pulito e il suo folto manto è repellente allo sporco. Attenzione però perché nei periodi di muta (nel
cambio del pelo da cucciolo ad adulto, quindi dopo i 4 mesi di vita e poi, 2 volte all’anno) possono perdere
molto pelo.

Spitz tedesco

Sarebbe meglio evitare di tagliarlo troppo corto durante la toelettatura, perché ne serve come termoregolatore ed evita che il cane soffra l’eccessivo caldo o il freddo pungente.

Come per tutti i cani a pelo lungo, bisogna seguire la profilassi contro le zecche, meglio se con rimedi naturali.

Non essendo particolarmente attivo, assicuratevi che possa fare almeno 20-30 minuti di passeggiata, 2-3 volte alla settimana.

Per quanto concerne le malattie, non presenta grandi problemi. Al contrario è piuttosto longevo (può vivere fino a 16 anni) e gode di buona salute.

Occorre prestare attenzione all’igiene orale: sono, infatti, comuni problemi di tartaro. In alcuni esemplari si possono riscontrare chiazze senza pelo causate da alopecia. Nella taglia grande ci sono probabilità, come in tutti i cani di grossa taglia, di displasia all’anca.

Cosa mangia uno Spritz

L’alimentazione del cane dipende dalla sua taglia, dal livello di attività che fa e dall’età. Per quelli più piccoli e giovani non servono grandi quantità. In generale, le crocchette si rivelano perfette per fornire il giusto apporto di nutrienti.

150 gr di crocchette al giorno sono la razione giornaliera ideale per un cane di taglia media, che può essere suddivisa in 2 pasti da 75 gr. Quando lo Spitz è sterilizzato, bisogna essere più vigili e ridurre la razione giornaliera a 75 gr. Il piccolo Volpino di Pomerania avrà invece bisogno di appena 50 gr di crocchette al dì.

Si nota dal suo mantello se la sua alimentazione è ricca e ben bilanciata, con proteine di qualità.

Ricordarsi di seguire una buona igiene orale, rimuovendo il tartaro con appositi giocattoli da mordicchiare. Date poche leccornie, tende ad essere in sovrappeso. Meglio premiarlo con carezze e parole gentili.

Qual è il prezzo di uno Spitz tedesco

Per quanto riguarda il prezzo delle varietà più piccole, come volpini di Pomerania, Spitz nano e Toy, il prezzo varia dai 2000 ai 2.500 euro, in base al sesso e al manto.

Per un cucciolo di Spitz grande si può arrivare a spendere fino a 1.800 euro. Per evitare di favorire il commercio illecito di cuccioli, consigliamo sempre di rivolgersi ad allevamenti certificati ENCI.

Altre informazioni sui cani

Potrebbero interessarvi anche queste schede sui cani e la loro cura:

Annabella Denti

Nata a Como e laureata in Lingue e Letterature Straniere entra nel mondo del web in Italia quando era solo agli esordi. Dopo un Master in Comunicazione, è diventata Digital Marketing Consultant e oggi collabora per diversi siti. Esperta e appassionata di yoga,  ama la lettura e lunghe passeggiate nella natura con i suoi cani.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio