Gatti

Scopriamo qual è la razza di gatto più affettuosa

Ecco le razze feline più affettuose e i segnali con cui il gatto dimostra affetto

Qual è la razza di gatto più affettuosa? A molti potrà suonare strano, ma esistono razze di gatto particolarmente affettuose. In genere, si tende a pensare che il cane sia l’animale domestico più fedele e coccolone, a differenza dei gatti, invece, ritenuti più indipendenti.
Tuttavia, anche i gatti provano sentimenti profondi, seppur li dimostrino in maniera meno espansiva ed eclatante rispetto ai cani.

Scopriamo qual è la razza di gatto più affettuosa

Ovviamente, il livello di affettuosità di un gatto, così come di un cane o anche di un umano, dipende molto dalla personalità del singolo. In ogni caso, è stato provato che ci sono alcune razze feline decisamente più affettuose di altre. Andiamo allora a scoprire insieme quali sono le razze di gatto che amano la vita famigliare, le effusioni esplicite coi propri padroni, i giochi con i bambini e la convivenza con altri gatti.

Razza di gatto più affettuosa: il Maine Coon

Nonostante sia “il gatto più grande del mondo”, il Maine Coon viene considerato da molti come una razza di gatto tra le più affettuose.

Molto dolce e docile, ama giocare. Dimostra il suo affetto con effusioni ed emettendo forti miagolii. Inoltre, ama essere partecipe alla vita familiare: segue infatti il suo padrone e gli altri componenti della sua famiglia adottiva nello svolgimento di vari compiti in casa. Si dimostra paziente e tollerante anche in situazioni un po’ caotiche e in presenza di persone che non conosce, con cui socializza volentieri.

Per la sua indole pacata, è un gatto adatto alle famiglie con bambini. Oltre che per la stazza importante, è caratterizzato da un foltissimo pelo semilungo e lucido.

razze di gatto più affettuose maine coon
Una razza di gatti particolarmente affettuosa è quella del Maine Coon

Razza di gatto più affettuosa: il ragdoll

Anche il Ragdoll è considerato un gatto tra i più affettuosi. Pare che il suo stesso nome faccia riferimento alla sua indole pacata. Letteralmente, infatti, “ragdoll” significa “bambola di pezza”. Molto amata in Gran Bretagna, questa razza si è sviluppata negli anni ’60. Elementi caratterizzanti sono gli occhi azzurri e il particolare mantello a pelo semilungo morbidissimo e setoso.

Oltre che affettuoso, il Ragdoll è un gatto calmo, mansueto e rilassato. Ama farsi coccolare ed anche farsi prendere in braccio.

Molto socievole sia nei confronti degli umani, così come di altri gatti o animali domestici, il Ragdoll è viene spesso impiegato nella pet therapy rivolta a bambini, anziani e malati di qualsiasi età.

Razza di gatto più affettuosa: lo Scottish Fold

Gatto di origine scozzese, lo Scottish Fold ha un carattere giocoso e socievole. Si affeziona moltissimo alle persone che vivono con lui, in special modo con il suo padrone, con il quale, si potrebbe dire, sviluppi un rapporto quasi simbiotico.

Piuttosto calmo e dall’indole pacifica, lo Scottish Fold non ama la solitudine e si adatta a vivere anche con altri gatti. Esprime il suo affetto con la costante presenza fisica e il miagolio forte e intenso.

La particolarità che contraddistingue lo Scottish Fold sono le sue orecchie, ripiegate in maniera molto particolare. Tale caratteristica fisica è dovuta alla osteocondrodisplasia, una patologia genetica che comincia ad intravedersi nel cucciolo dopo 20 giorni di vita.

Razza di gatto più affettuosa: il Siamese

Elegante, sinuoso e dal comportamento raffinato, il Siamese è spesso considerato uno dei gatti più belli. Molto probabilmente, però, pochi sapranno che il Siamese è anche un gatto affettuoso, giocherellone e che ama la compagnia della sua famiglia.

Di indole dolce, ama instaurare un rapporto di amore e fiducia reciproca col suo padrone. Nonostante ciò, però, il Siamese mal sopporta la convivenza con altri gatti, a meno che non siano cresciuti insieme fin da molto piccoli.
Originario del Siam, il gatto Siamese è un diretto discendente del gatto Thai. È stato introdotto in Europa a fine ‘800 come regalo donato dal Re del Siam ad un console inglese.

Razza di gatto più affettuosa: il Birmano

Noto anche come gatto sacro di Birmania, il Birmano rientra nella lista dei gatti considerati affettuosi e socievoli. Fedele al suo padrone, gli mostra il suo affetto e il suo attaccamento emulandone i comportamenti.
Molto intelligente, il Birmano ha un’indole docile, tanto che è adatto per le famiglie numerose, anche con bambini e altri animali. Molto curioso, con i bambini ama giocare.

È un gatto socievole che, alla solitudine, preferisce la compagnia di altri gatti.

razza di gatto più affettuosa: il birmano
Il gatto birmano è elegantissimo, ma non disdegna le coccole!

Nonostante la stazza massiccia, il Birmano è un gatto molto elegante. Caratteristiche fisiche che lo contraddistinguono sono gli occhi blu e il pelo medio-lungo, molto setoso. Alla nascita, questo gatto è tutto bianco. Poi, quando diventa adulto, il colore del mantello si stabilizza, assumendo sfumature che spaziano dalla tinta cioccolato al grigio-bluastro.

Razza di gatto più affettuosa: il gatto europeo

Il gatto comune Europeo è il “gatto domestico”. Intelligente, curioso e giocherellone, questa razza è dotata di grandi capacità di adattamento e sa convivere anche con altri pets.
In genere, i gatti comuni Europei sono molto docili ed affettuosi.

I segnali con cui il gatto dimostra affetto

Razze a parte, come detto fin dall’inizio, l’affettuosità o meno di un gatto o di un qualsiasi animale domestico dipende molto dalla personalità e dall’indole dell’animale stesso.

Se il cane esprime il suo affetto nei nostri confronti facendoci le feste e dandoci i “bacini”, i segnali affettuosi del gatto sono un po’ meno espliciti. Taluni sono anche assai curiosi, quasi bizzarri. Impariamo allora insieme a capire come il gatto manifesta il suo amore.

Il gatto esprime amore e affetto con i seguenti atteggiamenti:

  • ci fissa insistentemente. Per contraccambiare i suoi sentimenti, possiamo “rispondergli” allo stesso modo, ovvero fissandolo a lungo
  • cerca dei leggeri contatti, ad esempio toccandoci leggermente con una zampa oppure dandoci piccolissime leccate
  • fa le fusa
  • impasta
  • ci segue quando andiamo in bagno

Altri approfondimenti

Potrebbero interessarvi questi altri post sui gatti:

Valerio Guiggi

Classe 1988. Laureato in Veterinaria e abilitato alla professione, si è sempre interessato alla branca della veterinaria che si occupa di Sicurezza Alimentare e Ispezione degli Alimenti, discipline per le quali a fine 2016 diventa specialista. Nella vita si occupa di consulenza sanitaria e normativa ad aziende che producono alimenti. Da sempre appassionato di scrittura, diventa articolista parlando di tematiche tecnologiche nel 2011 per unire la sua passione alla sua professione dopo la laurea. Scrive su Tuttogreen da giugno 2015, occupandosi di tematiche inerenti la sicurezza e la qualità alimentare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio