Gatto europeo, carattere, educazione e prezzo

di La Ica del 2 febbraio 2017

È il più diffuso in Occidente ma ha origini nordafricane. Stiamo parlando del gatto europeo, che si caratterizza per manto tigrato e un carattere giocherellone che lo vede adatto alla vita d’appartamento. Scopriamo tutto su questa razza.

Riconosciuto dalla FIFé nel 1982, il gatto europeo è robusto, forte e si pensa sia stato introdotto in Europa dai mercanti Fenici.

Il suo corrispettivo americano è l’American Shorthair, mentre in Gran Bretagna c’è il British Shorthair, ovvero un gatto a pelo corto dal carattere vivace.

Gatto europeo storia

‘A pelo corto’ è infatti un’altra espressione per definire il gatto europeo o celtico.
Si pensa che sia questa la razza che discenda direttamente dal gatto (Felis silvestris lybica o Felis lybica) dell’Antico Egitto.

Una vera e propria divinità, che, sembra, i Fenici iniziarono ad importare clandestinamente per via della loro capacità di dare la caccia ai topi.

Ma fu soprattutto per la sua buona resa riproduttiva e per una lunga età fertile, per il suo carattere mansueto e di facile adattamento, che si diffuse, grazie ai Romani, in tutto il Continente.

Gatto europeo aspetto e dimensioni

Il manto tigrato (tabby) è ciò che caratterizza di più, anche nell’immaginario collettivo, il gatto europeo. I colori spaziano dal grigio al rosso, passando per il bianco ed il nero. Solitamente le femmine presentano un pelo tricolore.

I disegni possono essere di vari tipi. Il più diffuso è il mackerel, ovvero un tigrato continuo. Ma vi sono anche manti blotched, ovvero dal disegno marmorizzato, e il pezzato. Come le impronte digitali, ciascun disegno è di fatto unico per ciascun esemplare.

gatto europeo a squama di tartaruga

Il gatto europeo a squama di tartaruga ha le caratteristiche del gatto nero e del gatto rosso. È dunque dotato di una spiccata intelligenza ma è anche coccoloso

Corpo muscoloso e ossatura forte, il gatto europeo maschio non supera i 6 kg, mentre la femmina i 4 kg e mezzo. Ha una testa apparentemente rotonda e piccola.

Anche gli occhi sono rotondi ma disposti un po’ in obliquo. Il colore dell’iride è vario, ma solitamente molto vivace: spazia infatti dal blu al verde fino al giallo-arancio, e può essere anche impari.

Il gatto europeo presenta un sottopelo particolarmente rado. La coda è larga alla base ma va ad affusolarsi in punta. Le orecchie sono distanti ma ben piazzate sulla testa, e possono presentare dei ciuffi di pelo chiamati ‘tuft‘.

gatto europeo smoke

Il gatto europeo ha orecche dritte e ben piazzate, naso di media lunghezza, occhi tondi ma lievemente obliqui. La coda è più grande alla base, le zampe sono robuste e le spalle forti

Leggi tutto anche sulle altre razze:

 

Gatto europeo carattere

Il gatto tigrato in particolare, si contraddistingue per doti di intelligenza e furbizia, ed è un esploratore. Per alcuni ricercatori, la tipologia di manto influenza il carattere del gatto europeo. Quello rosso infatti, è più affettuoso e fedele di quello grigio.

Quest’ultimo si caratterizza per un forte istinto predatorio, ma è anch’esso curioso e giocherellone. Nonostante la vita d’appartamento, la mamma gli insegna infatti alcuni comportamenti che sono propri della caccia: come le lunghe ore di veglia e l’abilità nel salto.

gatto europeo manto

Il gatto europeo ha un forte istinto predatorio che lo porta a stare in allerta e sveglio per lunghe ore

Gatto europeo allevamento e cure

Il gatto europeo non necessita di particolari cure. È sufficiente infatti passare una spazzola di setole sul manto, 1-2 volte alla settimana. Mentre per il gatto europeo grigio, meglio utilizzare spazzola di crine e guanto di camoscio, perché ha un pelo tendenzialmente più morbido.

Per evitare l’insorgere di malattie come l’alopecia, è meglio fargli il bagno già da piccoli per rimuovere il pelo morto. Nel periodo della muta, ci si può far aiutare anche dal guanto con dentini in gomma.

La cute del gatto rosso europeo è invece molto delicata, perciò a seconda della lunghezza del pelo, si può utilizzare un pettinino. È bene ricordare che è meglio non lasciarlo al sole durante le giornate molto calde. Inoltre, necessita di essere portato dal veterinario almeno una volta l’anno.

gatto europeo rosso

Il gatto europeo rosso è il più diffuso in Italia. Necessita di maggiori cure, perché ha la cute molto delicata

Particolare attenzione dev’essere prestata, infine, all’alimentazione. Per via del suo istinto predatorio, il gatto europeo ha infatti bisogno di consistenti proteine e grassi, mentre sono da evitare gli zuccheri e le fibre.

Nonostante non voglia rinunciare alla propria indipendenza, il gatto europeo grigio può essere addestrato. Può infatti obbedire a semplici comandi e imparare a manipolare piccoli meccanismi. Per farlo però, è necessario molto impegno e un rapporto di fiducia profondo.

Potrebbe interessarti un libro sul gatto europeo:

Gatto europeo prezzo

In genere, il gatto europeo viene regalato, anche sui siti web specializzati in compravendita. Il prezzo per esemplari di allevamento invece, può variare tra i 600 e i 1.000 euro.

Potrebbero interessarti anche:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment