Oli essenziali e vegetali

Salvia sclarea: tutto sulla pianta e sull’olio essenziale che se ne ricava

Una varietà di salvia molto apprezzata anche a scopo decorativo

Salvia sclarea è il nome scientifico della salvia moscatella, una pianta erbacea aromatica di piccole dimensioni. Si tratta di una varietà di salvia molto odorosa ed in grado di decorare i terreni in cui è coltivata. Presenta interessanti proprietà benefiche che la rendono utilizzabile in ambito fitoterapico ed aromaterapico oltre che per la preparazione di ricette culinarie.

Salvia sclarea: tutto sulla pianta e sull’olio essenziale che se ne ricava

Si utilizza, in particolar modo, l’olio essenziale ricco di estrogeni naturali ed in grado di favorire un’azione regolatrice sul ciclo mestruale e su pelle e cuoio capelluto.

Salvia sclarea pianta

Questa pianta appartenente alla famiglia delle Lamiaceae è originaria del Mediterraneo e conosciuta da tempi antichi. La pianta selvatica presenta foglie vellutate su entrambi i lati dotate di una lieve peluria con bordo leggermente dentellato e tipici fiori violacei in grado di attirare le api.

Meglio evitare il consumo della pianta e dell’olio essenziale da essa ricavato in caso di donne in gravidanza ed in allattamento e per bambini piccoli, al di sotto dei dodici anni di età.

Caratterizzata da un tipico odore fruttato, ambrato e muschiato, è una pianta medicinale da usare con le dovute accortezze.

SALVIA SCLAREA
L’olio essenziale ricavato dalla pianta è ricco di estrogeni naturali.

Salvia sclarea commestibile

L’erba moscatella è una pianta commestibile. Il nome di erba moscatella deriva dalla tradizione di utilizzare le sue foglie macerate nell’aceto per attribuire il tipico profumo del moscato.

Salvia sclarea cucina

L’uso in cucina di questa varietà è assimilabile a quello della salvia officinalis. Oltre alle foglie, possono esere adoperati anche i fiori per la preparazione di infusi oppure come ingrediente all’interno delle insalate.

Salvia sclarea fritta

Questa varietà di salvia si presta ad essere preparata in pastella e fritta. In particolare si utilizzano le foglie più giovani per la frittura.

Salvia sclarea olio essenziale

Dall’attuale coltura di questa pianta si ottiene un olio essenziale, utilizzato anche per la preparazione di liquori e di profumi.

Quest’olio essenziale agisce allo stesso modo degli estrogeni naturali e si rivela utile per alleviare i sintomi legati al ciclo mestruale e alla menopausa. Inoltre, aiuta ad avere un’azione seboregolatrice anche su pelle e capelli.

Salvia sclarea benefici

Gli effetti benefici attribuiti a questa pianta sono dovuti alle interessanti proprietà benefiche.

Tra queste spiccano le proprietà tonico-stimolanti con benefici soprattutto a favore dell’apparato digerente. Rinomate sono anche le proprietà antispasmodiche ed antibatteriche.

Salvia sclarea dolori mestruali

A questa pianta si attribuisce un’azione regolatrice sul flusso mestruale contribuendo ad alleviarne i dolori grazie all’azione degli estrogeni naturali presenti in particolar modo nell’olio essenziale da essa ottenuto.

Salvia sclarea per la menopausa

Grazie alla presenza degli estrogeni naturali, si può utilizzare l’olio essenziale anche per alleviare alcune manifestazioni sintomatologiche tipiche del periodo della premenopausa e della menopausa. In particolare, vampate di calore, sudorazione e sbalzi d’umore.

Salvia sclarea
Imparentata con la salvia, questa pianta officinale è ricca di proprietà benefiche ma può presentare delle controindicazioni.

Salvia sclarea capelli

L’azione seboregolatrice di questa pianta può esercitare la sua azione anche sul cuoio capelluto e sulla pelle, soprattutto in caso di acne.

Salvia sclarea asma

Tra i benefici attribuiti a questa pianta vi è anche l’azione rilassante utile anche in caso di asma.

Salvia sclarea usi

Come per gli altri oli essenziale, è sempre consigliato un uso diluito del prodotto per evitare spiacevoli effetti collaterali. Inoltre, è importante evitare il consumo di alte concentrazioni del prodotto per scongiurare potenziali effetti tossici.

L’olio essenziale, diluito in altro olio vegetale, può essere adoperato nel massaggio e durante il bagno (versandone 4-5 gocce) sia per regolare il flusso mestruale (in caso di amenorrea o per irregolarità del ciclo), in caso di disturbi riconducibili al periodo della menopausa e per contrastare i crampi addominali.

Inoltre, l’olio può essere adoperato come tonico nervoso per ottenere un effetto distensivo.

Salvia sclarea aromaterapia

Uno degli usi possibili dell’olio essenziale è quello nell’ambito dell’aromaterapia. Si può pertanto favorire la diffusione ambientale per beneficiare della sua azione rilassante.

Risulta sufficiente versare 1 goccia dell’olio per ogni metro quadrato dell’ambiente in cui lo si intende diffondere.

Salvia sclarea coltivazione

Questa piccola pianta può essere coltivata soprattutto a scopo decorativo grazie al suo fogliame e ai suoi caratteristici fiori. Richiede una piena esposizione alla luce solare e terreno fresco e leggero, tendenzialmente calcareo.

La posizione ideale di questa pianta è all’interno di un’aiuola da disporre preferibilmente a ridosso di un muro a secco. Occorre prestare particolare attenzione alle lumache, nemiche naturali di questa pianta, di cui mangiano le foglie basali.

La salvia sclarea può essere coltivata anche in vaso?

Risposta affermativa, possiamo coltivarla con facilità anche in vaso.

Leggi anche:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close