Bellezza

Shampoo solido, un prezioso alleato per l’ambiente e la bellezza e salute dei capelli

Scoprite tutto sullo shampoo solido, dai suoi vantaggi a come utilizzarlo, inclusa una selezione delle migliori proposte.

Lo shampoo solido è un prodotto cosmetico amico dell’ambiente. A differenza del classico detergente liquido, è commercializzato in barrette incartate o scatole e non in bottiglie di plastica.

Shampoo solido, un prezioso alleato per l’ambiente e la bellezza e salute dei capelli

Questa tipologia di shampoo ha l’aspetto di un sapone. E, pur avendo un’efficacia identica, se non superiore, a quella del prodotto liquido, presenta una formulazione priva di sostanze particolarmente aggressive o potenzialmente dannose, che lo rendono una scelta amata da chi predilige i prodotti green.

Scoprite, allora, tutto su questo nuovo tipo di shampoo, da come usarlo a una selezione delle migliori proposte.

Cos’è lo shampoo solido

Lo shampoo solido è un prodotto cosmetico formulato come uno shampoo tradizionale ma senza la presenza di acqua tra i suoi ingredienti.

shampoo solido

Questa caratteristica gli conferisce l’aspetto e la consistenza di un sapone. E ne consente l’imballaggio e la distribuzione senza spreco di plastica

Quindi è particolarmente comodo da trasportare, specialmente se si è in viaggio e si ha poco spazio nel bagaglio. Anche perché ha un lunga durata rispetto all’equivalente liquido.

Ingredienti dello shampoo solido

Ha una formulazione simile a quella dello shampoo liquido e può essere ottenuto mediante il processo di saponificazione o per compattazione degli ingredienti. Ma deve sempre contenere:

  • tensioattivi per la detersione dei capelli
  • principi attivi per nutrirli
  • sostanze per dare loro lucentezza, districarli o riequilibrare l’eccesso di sebo, a seconda della sua specificità.

Perché usare lo shampoo solido

L’utilizzo di questo shampoo può essere vincente sotto moltiplici punti di vista.

La sua scelta implica, infatti, una serie di vantaggi che superano ampiamente le potenziali criticità che si possono riscontrare.

  • assenza di acqua tra i suoi ingredienti, che rende superfluo l’uso di conservanti, in quanto batteri e muffe non vi possono proliferare.
  • molto più concentrato rispetto al fratello ‘liquido’, con un panetto da 100 gr equivale ad un flacone di shampoo liquido da 300 ml e con 250 gr di prodotto solido ci si può lavare i capelli fino a 80 volte.
  • pH molto simile a quello della pelle, così in caso di utilizzo frequente tende a non rovinare i capelli o sfibrarli.

Vantaggi dello shampoo solido per l’ambiente e non solo

Tra i principali vantaggi dell’utilizzo di questo prodotto vi sono anche:

  • sostenibilità ambientale in quando il suo imballaggio non prevede l’utilizzo di flaconi di plastica, ma solo cartone, spesso riciclato o un film di bioplastica degradabile.
  • praticità quando si viaggia, occupa meno spazio in valigia e allo stesso tempo non è soggetto ai limiti imposti dalle regole dei voli aerei sul trasporto dei liquidi
  • formulazioni a base di ingredienti naturali e oli nutrienti maggiormente rispettosi del benessere dei capelli e dell’ambiente
  • minore presenza di ingredienti potenzialmente dannosi come i conservanti presenti negli shampoo liquidi.
  • economicità, nonostante il prezzo di acquisto di questo prodotto sia più alto rispetto alla controparte liquida, la sua durata è decisamente superiore.

shampoo solido

Svantaggi dello shampoo solido

Le principali criticità riscontrate nell’utilizzo di questo prodotto possono essere:

  • difficoltà iniziale nell’abituarsi al suo formato diverso
  • in caso di problematiche particolari dei capelli o del cuoio capelluto potrebbe essere più difficile trovare la marca adatta in quanto ovviamente la scelta è più limitata rispetto a quella dello shampoo tradizionale.

Come usare lo shampoo solido

In realtà utilizzare lo shampoo solido è semplice e pratico, nonostante di primo acchito il suo utilizzo possa sembrare difficile.

Per ottenere fin dalle prime volte che lo si utilizza un risultato perfetto, seguite questi facili step:

  • bagnate i capelli e le mani
  • passate la barretta tra le mani fino a formare una schiuma morbida
  • massaggiate delicatamente la cute lasciando che il prodotto scivoli fino alle punte
  • applicate eventualmente il balsamo, diverse marche propongono anche questo prodotto sempre in formato solido
  • risciacquate in maniera accurata e procedete poi all’asciugatura in base alle vostre abitudini.

In genere, si sconsiglia di passare direttamente la barretta di shampoo sui capelli o sulla cute per evitare un accumulo di prodotto difficile da risciacquare e che potrebbe causare secchezza eccessiva.

Dove tenere lo shampoo solido

Per conservare al meglio questo prodotto è importante riporlo in posti dove non rimanga bagnato o umido a lungo. L’acqua lo farebbe sciogliere, compromettendone anche l’efficacia.

shampoo solido

Il consiglio è, quindi, di prediligere:

  • portasapone da riporre lontano da rubinetti, che consentono all’acqua di scolare
  • sacchetti di cotone o di un’altra fibra naturale, che è traspirante, da appendere in bagno o in doccia

Un’alternativa minimal e green può essere anche appenderlo in bagno attaccato a un filo di rafia.

Un accorgimento, importante, è evitare di posizionare lo shampoo solido vicino a fonti di calore che potrebbero causare il deterioramento dei suoi ingredienti.

Come asciugare lo shampoo solido

Si asciuga all’aria, l’ideale è appenderlo o posizionarlo su un piano aerato in modo che si evitino ristagni d’acqua o umidità.

Nel caso il bagno risulti particolarmente umido dopo la doccia, è consigliabile riporre lo shampoo solido vicino alla finestra socchiusa o aperta.

Qual è il miglior shampoo solido

Come per il liquido è importante scegliere quello solido in base alla propria tipologia di capelli (capelli secchi, capelli grassi, capelli ricci), allo stile di vita e alle necessità del momento.

Ci sono prodotti adatti a utilizzi frequenti e formulazioni particolarmente nutrienti o rinvigorenti in caso di chiome sfibrate o spente.

Shampoo solido 2in1

Ci sono anche prodotti che includono il balsamo, così da eliminare del tutto gli imballi di plastica e aumentare la praticità.

Shampoo solido bio

Questo detergente solido per i capelli è sempre bio, perchè è la scelta di chi non vuole produrre rifiuti di plastica da imballo e perchè utilizza ingredienti naturali spesso certificati come biologici.

Il falcone di platica è sostituito da cartoncino riciclato o una pellicola di bioplastica biodegradabile al 100% a seconda della tipologia di ingredienti con cui è fatta il panetto di shampoo. A volte, infatti, alcune sostanze non possono conservarsi a lungo a contatto con l’aria o il cartone, quindi serve la bioplastica.

shampoo solido

Shampoo solido per capelli ricci

Per i capelli ricci esistono formulazioni adatte a definire il riccio, ma nutrienti al punto giusto.

Si deve scegliere prodotti che conferiscono morbidezza e nutrimento al capello. Oltre agli agenti detergenti, dunque, lo shampoo deve contenere

  • sostanze nutritive per sostituire il sebo, distribuito in modo disomogeneo sui capelli.
  • sostanze idratanti, per proteggere dall’azione disseccante del lavaggio, conferendo alla chioma morbidezza e lucentezza.

I tensioattivi degli shampoo in panetto sono sempre meno aggressivi di quelli usati di solito nei detergenti liquidi.

Per la protezione e la morbidezza arrivano le proteine del riso. Sul lato nutritivo, l’olio di cocco e l’olio di Piqui assicurano la guaina e la lucentezza dei ricci.

Prediligete formule ricche di oli nutrienti come burro di karité e olio di cocco e le proteine del riso, che proteggono le squame del capello, impedendo di aprirsi e diventare crespi. La loro delicatezza permette dunque di mantenere l’elasticità conferita alla struttura del capello dalla cheratina.

Shampoo solido per capelli grassi

Se i capelli tendono a diventare grassi rapidamente, meglio scegliere prodotti con proprietà equilibranti.
Preferite delle formule ricche di ingredienti dal potere sgrassante, come i semi di lino.

Può essere interessante uno shampoo contenete dell’argilla o del ghassoul, dal potere assorbente, e dell’olio di canapa per regolare l’eccesso di sebo.

Shampoo solido per capelli con forfora

Ingredienti purificanti come tea tree, salvia, menta e lavanda permettono di liberare il capello dall’inestetica forfora, lasciando anche una sensazione di freschezza.

Qual’è il miglior shampoo solido: alcuni prodotti selezionati da noi

Ci sono prodotti adatti a utilizzi frequenti e formulazioni particolarmente nutrienti o rinvigorenti in caso di chiome sfibrate o spente.

Scoprite, la nostra selezione di prodotti che si distinguono per la loro qualità e il rapporto qualità/prezzo.

  • Ethical Grace. Questo marchio italiano realizza prodotti artigianali ed etici con ingredienti esclusivamente naturali e non testati sugli animali. Spiccano, inoltre, prodotti 2 in 1 che contengono già il balsamo, caratteristica importante per chi ha capelli secchi, ricci o particolarmente lunghi.
  • Lamazuna. Questo marchio francese è nato con lo scopo di eliminare la plastica proponendo un’ampia gamma di prodotti cruelty free che non creano rifiuti. La gamma Lamazuna include, ad esempio, shampoo solido all’arancio, alla litsea citrata, all’argilla verde e alga spirulina, al pino silvestre, alle erbe selvagge e anche al cioccolato. Lo shampoo solido all’arancio con formulazione di questo shampoo è dedicata a chi ha capelli secchi che devono essere idratati e nutriti in profondità. Quello al pino silvestre è adatto a tutti i tipi di capelli.
  • Lush. Realizza un’ampia gamma di shampoo solidi pensati per soddisfare molteplici esigenze. È possibile scegliere tra formulazioni dall’azione purificante a base di limone e lavanda, dalle proprietà idranti grazie a miele equo-solidale e oli essenziali di arancia selvatica e begamotto ma anche dalle proprietà volumizzanti con preparati contenenti muschio irlandese, alga nori e sale marino. Nella gamma vi è, inoltre, uno shampoo solido adatto anche a chi soffre di forfora a base di essenza assoluta di olio di cedro, olio essenziale di rosa e di cade.
  • Officina Naturae. Brand italiano specializzato nella produzione di cosmetici vegan e naturali che propone anche una gamma di shampoo solidi per i vari tipi di capelli. Uno shampoo nutriente con una formulazione particolarmente nutriente a base di noce e avena ed è indicato in caso i capelli appaiano sfibrati, secchi o fragili. ha creato una linea di shampoo solidi dedicati alle esigenze maschili che include anche questo prodotto dalle proprietà rinforzanti e anticaduta grazie a una formulazione costituita da molteplici principi attivi naturali.
  • Yves Rocher. Questo brand francese dalla lunga tradizione nell’ambito dei cosmetici realizzati con ingredienti naturali propone 3 tipologie di shampoo solido per capelli secchi, spenti o normali.

Dove acquistare lo shampoo solido

Ormai moltissimi brand realizzano questo tipo di prodotto, quindi, è possibile trovare lo shampoo solido che più si addice alle proprie esigenze non solo nelle profumerie ed erboristerie ma anche nelle più fornite catene di negozi di prodotti cosmetici oppure online.

Ricetta di uno shampoo solido per capelli grassi

Per regolare l’eccesso di sebo e pulire il cuoio capelluto ecco una semplice ricetta per fare in casa una barretta di shampoo da 50 gr mediante saponificazione. Arricchito con argilla verde, olio di jojoba, olio essenziale di limone e idrolato di salvia, deterge e sgrassa, restando ultra delicato. I capelli saranno morbidi, pieni di volume e il cuoio capelluto deterso.

Fate sempre un’applicazione di prova nella piega del gomito prima dell’uso, per determinare l’eventuale allergia a uno degli ingredienti.

Per fare 50 gr di shampoo solido per capelli grassi e con forfora con azione purificante, seboregolatrice e detergente, vi servono:

fase A

  • 55 % di tensioattivo SLMI = 27,5 gr oppure 5 cucchiai oppure 5 ml
  • 10% d’idrolato di salvia = 5 gr oppure 5 ml
  • 4 % di olio vegetale di jojoba = 2 gr oppure 3 ml
  • 10 % di balsamo vegetale emulsionante = 5 gr oppure 9 cucchiai oppure 1 ml

fase B

  • 20,5 % di argilla verde = 10,2 gr oppure 6 cucchiai oppure 2 ml
  • 0,5 % di olio essenziale di limone = 0,2 gr oppure 10 gocce

Avrete quindi bisogno di utensili come:

  • 1 ciotola di metallo
  • 1 piccola frusta
  • 1 bilancia o dei misurini da 1 ml, 2 ml e 5 ml + siringa graduata da 10 ml
  • 1 setaccio fine
  • 1 stampo in legno o metallo

Preparazione. In questo momento indossate una maschera e degli occhiali di protezione. Trasferite la FASE A in una ciotola. Sciogliete a bagnomaria fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea. Per maggiore facilità d’uso macinate lo SLMI con un pestello o un macinino-miscelatore fino ad ottenere una polvere grossolana.

Aggiungete la FASE B alla FASE A, ingrediente dopo ingrediente. Mescolate delicatamente tra ogni aggiunta per omogeneizzare. Se la vostra miscela si indurisce troppo rapidamente, scioglietela di nuovo a bagnomaria per scioglierla un poco.

Trasferite la preparazione in uno stampo. Mettete nel congelatore per 1 ora per indurire prima di sformare. Lasciate asciugare il sapone per almeno 3 giorni prima dell’uso. Può essere conservato per 6 mesi se fatto in perfette condizioni igieniche e tenuto al riparo da aria, calore e luce.

Utilizzate lo panetto strofinandolo direttamente sui capelli bagnati. Massaggiate fino a fare schiuma, poi risciacquate.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close