Piccoli consigli per curare i capelli ricci in modo naturale: districarli, nutrirli e renderli splendenti

di ScriBio del 13 Aprile 2019

Avete i capelli ricci? Sembrano capelli facili da trattare ma in realtà anche i capelli ricci hanno bisogno di ricevere cure, di usare trattamenti adeguati affinchè risultino sani e vaporosi, non crespi e sfibrati. Vanno protetti dagli agenti atmosferici e da metodi di lavaggio e asciugatura sbagliati che possono danneggiarli, rendendoli sfibrati e crespi.

Piccoli consigli per curare i capelli ricci in modo naturale: districarli, nutrirli e renderli splendenti

Come lavare i capelli ricci 

Per lavare i capelli ricci senza sciuparli, renderli crespi o elettrici, bisogna seguire alcuni consigli pratici. Vanno scelti prodotti adatti alla struttura del capello, perché alcuni shampoo sono troppo aggressivi e tolgono anche l’olio naturale che li ricopre e li protegge.

L’inconveniente più comune è che diventino crespi e perdano volume. Per lavarli, oltre all’uso di shampoo non aggressivi, si consiglia l’uso di sostanze naturali idratanti come l’olio di cocco puro, anche mescolato allo shampoo.

Shampoo per capelli ricci 

Gli shampoo devono essere poco schiumogeni e costituiti da agenti condizionanti che aiutano a disciplinare la chioma, eliminando l’effetto crespo e dando definizione al singolo riccio.

Prodotti per capelli ricci

Potete usare questi ingredienti naturali:

Henné neutro. Questa polvere vegetale dall’effetto lucidante e nutriente, è ricavata dalla Cassia Italica (o Cassia Obovata) e non dalla Lawsonia Inermis, che fornisce invece una polvere rossa per tingere le chiome in varie gradazioni di fulvo. L’henné neutro ha solo effetto curativo e non colorante, e deterge il cuoio capelluto grazie alle sue proprietà antimicotiche. Forma una sottile pellicola intorno ai capelli, che li rafforza e protegge. Il risultato sono ricci molto definiti, volume e lucentezza dei capelli. Mescolate 2 cucchiai di polvere con 1 ciotola di plastica piena di acqua tiepida fino ad ottenere una pasta cremosa ed omogenea. Aggiungete anche altri ingredienti idratanti (come yogurt, sciroppo di agave, glicerina vegetale, gel di aloe vera) e nutrienti (olio vegetale), per contrastare l’effetto essiccante dell’henné. Va applicato sui capelli umidi e pettinato su tuttel le lunghezze. Si lascia in posa per circa un’ora. Risciacquate abbondantemente e lavate i capelli co lo shampoo.

Spirulina. Un piccolo miracolo della natura, questa alga! Due anni fa vi parlavo dei suoi benefici, sia per la salute che per la bellezza. Soprattutto per i capelli, spirulina è molto interessante. È estremamente ricco di zinco, ferro, magnesio, magnesio, vitamine del gruppo B, proteine, betacarotene e altri nutrienti essenziali per la salute dei capelli. Per i capelli ricci e ricci, è una meraviglia. Grazie alle sue proprietà fortificanti e ammorbidenti, aiuta i riccioli a formarsi correttamente, donando loro molta primavera e lucentezza. Aggiungete una piccola quantità alla vostra assistenza domiciliare. Oppure nei vostri prodotti pronti – shampoo, maschere, balsami, balsami – per migliorarli. Ricordati di mescolare bene.
Il suo colore verde-blu intenso dà un bel colore ai vostri prodotti e preparati, ma siate consapevoli che non colora i vostri capelli. Tuttavia, ha l’odore di alghe marine, quindi non esitate ad aggiungere un olio essenziale per coprire l’odore. Non preoccupatevi, l’odore di spirulina scompare dopo lo shampoo.

Olio di semi di broccoli. Deriva dalla pressatura a freddo dei semi di broccolo ed ha un effetto molto guaina sui capelli, paragonabile ai siliconi, ma senza gli svantaggi. L’olio di se i di broccoli è uno dei migliori balsami naturali. A parte l’odore, rende i ricci morbidi, lucidi, controlla il crespo e definisce i ricci, senza renderli grassi o appesantire. Può essere aggiunto ai normali prodotti per la cura del capello (siero lisciante, shampoo, maschera, balsamo)  o usare puro. Ne bastano sempre 1-2 gocce sulla chioma asciutta o umida per modellare e disegnare i riccioli.

Trattamento prima dello shampoo 

Per la bellezza dei capelli ricci ci sono cosmetici naturali ottimi che li renderanno meno ribelli e più lucenti.

L’olio di germe di grano e l’olio di mandorle sono ottimi idratanti che possono essere acquistati in erboristeria: basterà fare un impacco e lasciare agire un’oretta prima dello shampoo e del balsamo. I capelli saranno nutriti e lucidi.

Si può anche preparare uno spray al karkadé ottimo rimedio per i capelli ricci crespi. Basterà far bollire 250 ml di acqua, versate 1 cucchiaio di karkadè e fate raffreddare. Filtrate e aggiungere 1 cucchiaio di aceto di mele.
Spruzzate sui capelli prima dello shampoo e lasciate in posa per un’ora.

Uso del balsamo sui ricci 

I capelli ricci per essere sani e luminosi devono essere idratati, proprio come la pelle.
Si consiglia dunque l’uso di balsamo o crema dopo lo shampoo.

Il balsamo va spalmato dopo lo shampoo e tenuto in posa per 5 minuti. Poi si risciacqua con abbondante acqua tiepida. Non bisogna avere fretta di sciacquare perché è necessario che i capelli assorbano il principio attivo nutriente del balsamo.

Attenzione non acquistare balsami che contengono sodio, calcio, liscivia, e idrossido di litio.

 

Ecco alcuni balsami e maschere per riparare e definire meglio i ricci, tutti a base di prodotti naturali.

Balsamo per ricci fai da te

Per mantenere morbidi i capelli ricci vi consigliamo di usare sempre shampoo possibilmente naturali.
Un trattamento di bellezza per i capelli si può preparare a casa con olio di cocco, che si compra in erboristeria. Vi occorrono:

  • 2 cucchiai di olio di cocco
  • 4 gocce di olio di jojoba
  • 2 cucchiaini di miele

Preparazione. Mescolate tutti gli ingredienti. Applicate questo composto sui capelli ancora umidi e lasciate in posa per 15 minuti. Dopo sciacquate e lavate con lo shampoo. I capelli saranno morbidissimi!

capelli ricci

Come asciugare i capelli ricci 

Per avere capelli ricci naturali l’ideale sarebbe lasciarli asciugare all’aria aperta massaggiandoli un po’. Ma ovviamente non tutti abitano al caldo, quindi i capelli vanno quasi tutto l’anno asciugati con il phon. Ecco alcuni trucchi per asciugare i ricci e mantenerli soffici e voluminosi:

  • usarte il telo di microfibra, non di spugna, perché è causa del crespo nei capelli, insieme al phon caldo. Prendere un telo in microfibra e farne un turbante. In alternativa usare una maglietta di cotone. Questa tecnica si chiama plopping e aiuta a ridurre il crespo.
  • quando si toglie il turbante i capelli saranno asciutti, se così non fosse usate un phon con diffusore a temperatura media.

Pettinare i capelli ricci 

I capelli ricci sono difficili da pettinare. Dopo averli lavati e asciugati vanno pettinati con spazzola con setole di cinghiale.
Se invece si tratta di capelli molto ricci è meglio usare solo le dita delle mani.

Capelli ricci sfibrati che fare

I capelli ricci necessitano di molte attenzioni: però la chioma curata e riccia ha sicuramente il suo effetto.

Se i capelli appaiono sfibrati, spenti e tendono a spezzarsi si consiglia l’uso di uno shampoo delicato che rinforzi il capello fin dalla cute senza stressarlo.

Lo shampoo alla cheratina serve per riparare le fibre dei capelli danneggiate e ridona volume. Esiste in commercio una linea completa di prodotti alla cheratina: shampoo, balsamo e maschere nutritive.

In alternativa è possibile usare l’olio di oliva. Basterà fare degli impacchi ogni settimana: lasciate agire su tutte le lunghezze per una mezzora e poi procedere con il lavaggio. L’acidità  dell’olio d’oliva è compatibile con quella dell’epidermide e svolge una funzione emolliente e protettiva, oltre ad essere un ottimo antiossidante.

capelli ricci

Capelli ricci nei bambini 

Che belle le bimbe con tanti capelli ricci… ma quando è il momento di districare i nodi sono lacrime amare. Ecco allora un paio di consigli per gestire i ricci nei bambini:

  • usate sempre prodotti delicati senza sostanze aggressive o irritanti per il cuoio capelluto come siliconi o paraben
  • usate dopo la detersione balsamo o crema districante scegliendo quelli a base di oli vegetali ed estratti naturali da lasciare agire qualche minuto con un bel massaggino della mamma sulla testa
  • utilizzate un pettine a denti larghi possibilmente di legno (che è antistatico) oppure usare una spazzola con setole di cinghiale
  • agite finché i capelli sono bagnati… dopo i ricci non si possono più pettinare
  • nutrite i capelli con qualche goccia di olio di cocco sulle punte, oppure di burro di karité
  • tamponate con un asciugamano in microfibra
  • asciugate con un phon a diffusore e accompagnate l’asciugatura con le mani

Fino al prossimo shampoo niente più pettine! Si consiglia di tenerli legati, di fare la coda durante le tante attività di gioco e di sport che svolgono i bambini.

Come lisciare i capelli ricci 

Chi ha i capelli ricci li vuole lisci e viceversa. Come far diventare i capelli lisci quando si hanno mossi o ricci? Ecco alcune dritte.

Lisciare con la piastra 

Ecco come procedere:

  • lavate i capelli con shampoo delicato senza solfati
  • usate il balsamo districante, nutriente
  • applicate un po’ di balsamo lisciante che non necessita di risciacquo
  • asciugate i capelli dapprima tamponando con un telo di microfibra poi con un phon a temperatura bassa
  • usate una spazzola tonda per lisciare i capelli durante l’asciugatura
  • direzionate il beccuccio verso il basso per prevenire che si increspino
  • fissate una parte dei capelli asciutti con una pinza per lavorare meglio
  • procedete ciocca a ciocca quando la piastra è ben calda
  • ripetete per ogni ciocca di circa 5 cm finché non diventa liscia. Il lavoro è lungo e bisogna avere pazienza.
  • applicate alla fine un siero o uno spray per aggiungere brillantezza.

Attenzione non usare la piastra sui capelli bagnati o umidi perché può spezzarli

Se i ricci sono troppo folti è consigliato l’uso di grandi bigodini la notte prima, per poi provvedere alla piastra al mattino.
In alternativa meglio lisciarli dal parrucchiere.

Stiratura brasiliana dal parrucchiere 

Si chiama stiratura alla brasiliana un trattamento lisciante che esi esegue dal parrucchiere a base di cheratina: è un trattamento professionale effettuato con prodotti chimici e va effettuato solo da un parrucchiere specializzato.

Dura quasi due ore e viene eseguito così:

  • lavaggio dei capelli con shampoo alcalino
  • asciugatura naturale dei ricci
  • applicazione del prodotto a base di cheratina ciocca per ciocca con l’aiuto di un pennello come fosse una tinta
  • asciugatura con phon
  • lavaggio
  • asciugatura con phon e piastra: il calore fissa la cheratina sul capello

Il risultato è una chioma liscia e non crespa per circa tre mesi. Unica attenzione a casa bisogna avere cura dei capelli appena trattati: non bisogna fare sport o legarsi i capelli e nemmeno lavarli per 3 giorni.

capelli ricci

Quanto costa la stiratura alla cheratina 

Il costo del trattamento alla cheratina dipende dalla qualità dei prodotti usati: varia da 100 a 400 euro

Se il prodotto è privo di formaldeide costa di più: si può richiedere alla parrucchiera di leggere l’etichetta. La quantità di formaldeide concessa per legge deve essere inferiore allo 0,2 %.

Attenzione: rivolgersi a professionisti, un trattamento eseguito con prodotti sbagliati può rovinare il capello in maniera irreversibile!

Il trattamento lisciante alla cheratina fai da te 

Esistono dei trattamenti efficaci alla cheratina da poter applicare senza rischi a casa. Si tratta di prodotti alla cheratina liquida che costano meno, ma sono meno efficaci di quelli utilizzati dal parrucchiere.
Ecco come usarli:

  • lavate bene i capelli
  • applicate la cheratina liquida ciocca per ciocca lasciando agire per 30 minuti
  • asciugate i capelli con phon
  • passate la piastra calda
  • stirateli: il calore fissa la cheratina

Anche in questo caso non si potranno lavare i capelli, o fare acconciature per 3 giorni.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment