Insalata russa fatta in casa: ricetta ed ingredienti

di Rossella del 18 giugno 2017

Eccovi la nostra ricetta per preparare la vera insalata russa fatta in casa, con ingredienti e preparazione passo passo.

L'insalata russa è una ricetta molto conosciuta e non c'è rosticceria in Italia che non la proponga. Adatta come contorno sia in inverno che in estate: è assai calorica per via della maionese e alcuni ne propongono una versione più light con lo yogurt, oppure meglio ancora con la panna acida usata in Russia e nei paesi dell'Est Europa (smetana), che poi sarebbe la versione della "vera" insalata russa.

5 su 1 voto
Preparazione 30 minuti
Cottura 20 minuti
Tempo totale 50 minuti
Dosi per 4 persone
Calorie 319 kcal

Ingredienti per Insalata russa: la ricetta originale

  • 350 grammi di patate a pasta bianca o gialla
  • 200 grammi di carote fresche
  • 100 grammi di fagiolini
  • 100 grammi di pisellini novelli freschi
  • 2 cucchiai di capperi
  • 4 di uova
  • 3 di cetriolini
  • 1 cucchiaio di olio extra-vergine di oliva
  • 1 cucchiaino di aceto bianco
  • 250 grammi di maionese (o in alternativa 250 grammi di smetana, la panna acida usata in Russia)

Preparazione

  1. Per prima cosa dovete lavare, sbucciare e tagliare a cubetti le patate e le carote, aiutandovi con una mandolina e metterle a bagno nell'acqua fredda perché non si anneriscano.

  2. Successivamente lavate e spuntate i fagiolini e mettete insieme le verdure con i piselli sgranati in una grande casseruola.

  3. Lessate il tutto per circa 10 minuti in abbondante acqua salata acidulata con un cucchiaio di aceto bianco. Suggerimento: le verdure devono essere "al dente" e non molle, state attenti ai tempi di cottura ed assaggiatele saltuariamente, eventualmente lessandole meno.

  4. Una volta lessate le verdure, dovete asciugarle bene sulla carta assorbente.

  5. Mettete quindi in una ciotola l'olio, l'aceto, un pizzico di sale e di pepe.

  6. Emulsionate bene gli ingredienti e incorporate le verdure e i cetriolini tagliati a dischetti.

  7. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.

  8. A questo punto dovete amalgamare la maionese alle verdure senza comunque annegarle.

  9. Sistemate l’insalata russa fatta in casa in un piatto da portata e se volete decorate con capperi e cetrioli.

Servite infine in tavola, magari decorando ed insaporendo con un po’ di aneto.

Origine dell’insalata russa

Una curiosità, che tiene sempre banco quando si parla di questo piatto. Perché si chiama russa? In realtà ha tanti nomi: in Germania e in alcuni paesi balcanici è conosciuta come insalata all’italiana e in Russia, Insalata Olivier, dal nome del cuoco belga che l’avrebbe creata.

L’origine di questo piatto è piuttosto controversa, proprio per via delle diverse ricette e versioni regionali che esistono in ogni paese del Mondo. A seconda del luogo, perfino il nome non è mai lo stesso. In Danimarca è  conosciuta come insalata all’italiana. In Germania a volte è chiamata Insalata Olivier, altre Insalata italiana. In Croazia, Slovenia e Ungheria è nota come Insalata francese. Finanche in Russia la denominazione del piatto ha subito diverse modifiche dopo essere stato conosciuto per tanto tempo come Insalata capitolina.

insalata russa

Ma la domanda che tutti si pongono è la seguente: l’insalata russa è davvero russa? Nonostante il nome con cui noi europei la conosciamo, la risposta non sembra essere poi così scontata. L’ipotesi più accreditata, infatti, farebbe risalire la sua creazione al XIX secolo. Siamo in Russia, al ristorante Hermitage di Mosca, dove il cuoco belga Lucien Olivier sfornò dalla sua cucina la prima, autentica, insalata russa.

La leggenda narra che un cliente abbia mischiato senza troppi complimenti gli ingredienti di una pastiche di petti di pernici, quaglie e code di gamberi ricoperti da gelatina e maionese. Il risultato fu una specie di insalata che nel giro di poco tempo riscosse un enorme successo su tutte le tavole della città.

La “vera” insalata russa

In Russia e nell’Est Europa, la ‘vera’ insalata russa viene preparata con la panna acida e non con la maionese come erroneamente si pensa. Solo successivamente, la sua diffusione in Europa impose la sostituzione di questo ingrediente con la maionese. Originariamente questo piatto non era poi così povero. In effetti gli ingredienti erano piuttosto costosi (carne fredda, salsiccia, prosciutto, tartufo), tipici del

insalata russa

Insalata russa: ottima e facile da preparare

In origine l’insalata russa era quindi fatta da ingredienti costosi ma tipici della tradizione culinaria russa come carne fredda, salsiccia, prosciutto, tartufo, era decorata con capperi e filetti d’acciuga, e in qualche caso il tutto veniva unito con dell’aspic.

Diffondendosi in tutto il territorio, fu ripensata con gli ingredienti che crescono con il clima freddo (diffusi anche nel Nord Europa). In particolare, divennero centrali patate, cavoli e cetrioli.

Oggi è, a tutti gli effetti, una ricetta vegetariana.

insalata russa

Insalata russa fatta in casa: carote, patate e fagiolini freschi sono gli ingredienti di base: per finire, potete anche insaporire con una spruzzata di cipollotto.

Se preferite fare voi la maionese (consigliato!) allora eccovi anche la ricetta della vera salsa alla maionese o la ricetta della salsa alla maionese senza uova, per vegani.

Eccovi proprio una versione vegan dell’insalata russa.

insalata russa

Insalata russa vegan: la ricetta

Il segreto per preparare un’ottima insalata russa in versione vegan è sostituire la maionese classica con quella vegana senza uova. Il risultato sarà un’insalata molto più leggera e digeribile, adatta sia a chi segue questo regime alimentare che agli onnivori. Non pensate, infatti, che la ‘finta maionese’ sia semplicemente una versione ‘povera’ – e magari meno gustosa – dell’originale.

In realtà è buonissima e si prepara facilmente anche in casa con latte di soia e olio di semi di girasoleQui trovate la ricetta e le istruzioni passo passo per preparare una maionese vegana a dir poco perfetta.

Se poi volete preparare l’insalata russa con il Bimby, potete cuocere le verdure a vapore.

Mettete 1 litro di acqua nel boccale e portatela ad ebollizione (8 minuti Varoma vel 1). unite i piselli nel campana, le carote e le patate tagliate a dadini nel vassoio. Cuocete per 15 minuti, varoma vel 2. Lasciate raffreddare prima di servire.

Buona insalata russa a tutti!

Altre ricette di insalata da provare, classiche e meno:

{ 1 comment… read it below or add one }

Leonardo Verin dicembre 8, 2016 alle 11:39 pm

Fantastico il suggerimento di usare la smetana (si trova, si che si trova anche al supermercato ultimamente) invece che la maionese, bravissimi! Continuate così!

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *