Scopriamo tutto sull’acido glicolico: a cosa serve e come funziona sulla pelle

di ScriBio del 24 Maggio 2019

L’acido glicolico grazie al potere esfoliante rigenera la pelle e combatte i segni del tempo, riduce le imperfezioni e dona nuova luminosità.

Scopriamo tutto sull’acido glicolico: a cosa serve e come funziona sulla pelle

Cos’è l’acido glicolico 

È un acido della frutta. Fa parte della famiglia degli alfaidrossiacidi come l’acido citrico o l’acido lattico.

Ricavato dallo zucchero di canna, ha una struttura molecolare particolarmente piccola, che gli permette di penetrare bene nella cute, rendendola compatta. Rigenera le cellule e mitiga gli inestetismi presenti sia in quelle mature sia nelle più giovani.

Acido glicolico in natura

Si ricava tramite estrazione dalla canna da zucchero. Ha molte proprietà e per questo viene utilizzata molto spesso nell’industria della cosmesi.

Il pH naturale dell’acido è infatti di 1, la nostra pelle ha pH 5,5: risulta quindi molto aggressivo e per questo motivo è bene scegliere formulazioni in soluzione tamponata dal pH 3, con percentuali contenute di acido glicolico che possiamo utilizzare in tutta sicurezza.

Se utilizzata in percentuale di concentrazione elevata l’azione dell’acido, seppur di origine naturale, diventa invasiva per la pelle e quindi deve essere trattata unicamente presso centri estetici specializzati o dal dermatologo.

Acido glicolico : proprietà

Quest0 acido agisce rimuovendo cellule morte e impurità sullo strato superficiale, grazie alla sua azione esfoliante: favorisce così il ringiovanimento e il rinnovamento cellulare.

Il trattamento più diffuso a base di acido è il peeling – sia per il viso sia per il corpo – che viene eseguito presso centri estetici o dal dermatologo e serve proprio per rinnovare l’epidermide, eliminando le cellule morte.

Come agisce 

Una volta applicato sulla pelle agisce indebolendo i legami lipidici tra le cellule dell’epidermide: questa azione ne facilita la rimozione.

Con questa esfoliazione le cellule morte si staccano e la pelle risulterà rinnovata e più chiara. Il trattamento esfoliante può essere di aiuto per diversi inestetismi, per ridurre:

Quando usarlo

Il trattamento viene consigliato alle pelli già mature, che magari presentano macchie solari e piccole rughe o che hanno perso elasticità e luminosità. Si consiglia anche alle pelli acneiche, con cicatrici ed eccesso di sebo, perché svolge un’azione riequilibrante nella sua produzione.

Resta comunque un acido e va utilizzato nelle giuste concentrazioni a seguito di controllo medico o di personale qualificato. Si sconsiglia, ovviamente, su pelli delicate e sensibili.

Acido glicolico: prezzo

Una seduta dermatologica di peeling all’acido glicolico ha un prezzo medio a partire dai 100 euro (per il trattamento a bassa percentuale di concentrazione) fino ai 200 euro. Non è mai sufficiente una sola seduta ma il trattamento perché si efficace deve essere un ciclo di più sedute: da 3 a 6 sedute in genere.

La concentrazione di acido glicolico

  • In cosmetica l’acido glicolico è presente in piccole percentuali nei prodotti per la cura del viso e del corpo: in media con il 10% di concentrazione.
  • Nei centri estetici i trattamenti eseguiti dai professionisti del settore estetico sono di solito pacchetti con concentrazioni dal 20 al 30 %
  • Solo nei centri medici dermatologici è possibile avere trattamenti con concentrazioni di acido che vanno dal 50% al 80%.

Acido glicolico in cosmetica 

I cosmetici a base di acido glicolico che si trovano in commercio sono tonici, creme, maschere o sieri.

Per le creme cosmetiche a bassa concentrazione di acido (5%) si consiglia l’uso anche tutti i giorni, sospendendo se la pelle dovesse risultare irritata.

Per le formulazioni con percentuale del 10% si consiglia di applicare la sera solo due volte alla settimana.

Come si applica una crema all’acido glicolico 

Le creme all’acido glicolico vanno applicate su pelle lavata e asciugata.
Il prodotto cosmetico va applicato usando i polpastrelli e picchiettando, poi si consiglia di massaggiare delicatamente per farla assorbire.

Si suggerisce di applicare il prodotto con i polpastrelli, massaggiando delicatamente per facilitarne l’assorbimento.

Sono prodotti che di solito si usano prima di andare a letto perché così possono agire senza irritare durante la notte e perché sono fotosensibili.

Il mattino, dopo aver applicato la crema per la notte al glicolico, si consiglia di idratare bene il viso e il collo e di applicare un filtro solare almeno di Spf 30 per affrontare la giornata.

Acido glicolico dal dermatologo o dall’estetista 

I trattamenti professionali all’acido glicolico utilizza prodotti con una percentuale che va dal 30 all’80% di concentrazione acida. Viene dunque applicata dopo visita medica, su pelli adatte e con scrupolosa attenzione.

Il peeling a queste concentrazioni è profondo e la pelle, dopo un primo arrossamento dovuto al trattamento, risulterà visibilmente più giovane, priva di imperfezioni, macchie e cicatrici.

Attenzione: i cicli di trattamento deve deciderli il medico. Non esagerate con le applicazioni perché l’eccesso può provocare un assottigliamento anomalo della cute, microabrasioni cutanee e rottura dei capillari.

Trattamento all’acido glicolico: viso

Il trattamento all’acido glicolico è consigliato per la pelle matura, per alleviare segni del tempo e le rughe e per la pelle grassa e acneica.

Acido glicolico per l’acne 

Il peeling all’acido glicolico è consigliato per chi ha eccesso di sebo perché l’esfoliazione più o meno profonda regola la produzione di sebo, libera i pori ostruiti e attenua gli inestetismi causati dall’acne come le cicatrici.

Acido glicolico: crema antirughe

Il trattamento antirughe consiste nell’applicazione di prodotti ad alta concentrazione di acido glicolico, presso medici specializzati.

In alternativa si può applicare una crema cosmetica che non avrà un risultato immediato ma potrà comunque dare luminosità al viso.

acido glicolico

Acido glicolico per le macchie 

Per ridurre le macchie scure del viso è possibile usare anche quotidianamente dei cosmetici a base di acido glicolico. Usato con regolarità schiarisce e quasi elimina le macchie solari, senili.

Solo se il dermatologo lo consiglia, si può fare un trattamento ad alta concentrazione di acido.

Affinchè il glicolico sia efficace come effetto schiarente viene utilizzato in prodotti associato a principi attivi come:

  • Acido cogico: ne supporta l’azione esfoliante
  • Acido lattico: insieme i due acidi sono indicati per il trattamento di lentigo solari, macchie da gravidanza e per le iperpigmentazioni post-operatorie.
  • Vitamina E: perché è un potente antiossidante
  • Acido retinoico: le creme composte da acido retinoico e glicolico esercitano una buona azione esfoliante e anche addolcente

Acido glicolico: trattamenti per il corpo 

Questo acido è adatto a tutti i tipi di pelle sia del viso che del corpo: è un esfoliante molto efficace che riesce a rinnovare la pelle e ad idratarla. Anche applicato sul corpo favorisce il rinnovamento dell’epidermide, eliminando le cellule superficiali della pelle, che la rendono opaca e ruvida

Azione idratante 

L’esfoliazione con questo acido ha azione idratante: eliminando le cellule morte, permette il ricambio delle cellule, conferendo alla pelle un aspetto più luminoso.

Azione levigante 

L’esfoliazione ha azione levigante: nel caso di pelle a buccia d’arancia su gambe, fianchi, ma anche per levigare ginocchia e gomiti l’acido è ottimo per donare naturale elasticità.

Anti smagliature 

Usato costantemente può contribuire ad attenuare le smagliature.

Per peli incarniti e follicolite 

L’esfoliazione è consigliata per prevenire la nascita dei peli incarniti e contro la follicolite.

Controindicazioni nell’uso dell’acido glicolico 

Non ha molte controindicazioni: se viene applicato in bassa concentrazione ad uso cosmetico può al limite causare un po’ di rossore o formicolio temporaneo. In questo caso cessare il trattamento.

Attenzione: se dopo le prime applicazioni la pelle appare secca sospendere il trattamento.

Nel caso invece di trattamenti ad alte concentrazioni queste vanno eseguite sotto controllo medico.

Quando non usare l’acido glicolico 

Il peeling all’acido è sconsigliato in caso di:

  • gravidanza
  • allattamento
  • herpes simplex
  • acne con lesioni papulo-pustolose
  • radioterapia

Acido glicolico in estate 

L’acido è fotosensibilizzante: la pelle dopo il trattamento sarà dunque sensibile alla luce del sole e non va esposta al sole.

Acido glicolico ed herpes 

Il trattamento è sconsigliato per chi soffre di herpes recidivanti. In questa ultima evenienza è possibile eseguire la terapia solo dopo adeguata profilassi antivirale.

Acido glicolico in gravidanza 

Va evitato durante la gravidanza perché sembra che fino al 27% dell’acido applicato possa entrare nel torrente circolatorio.

Inoltre la pelle durante la gestazione è più sensibile e quindi si sconsiglia di applicare sostanze irritanti che potrebbe provocare bruciori e arrossamenti.

Altre informazioni

Potrebbero essere interessanti anche queste schede su vari tipi d’inestetismo e sostanze utili alla cura della pelle:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment