Tutti i segreti del peeling per dare nuova vita alla pelle di viso e corpo

di ScriBio del 2 Maggio 2019

Il peeling favorisce la rigenerazione naturale delle cellule epiteliali grazie all’azione esfoliante consentendo di liberare i pori, si pulire la pelle in profondità e di ridurre così imperfezioni, brufoli e punti neri.

Tutti i segreti del peeling per dare nuova vita alla pelle di viso e corpo

Peeling: a cosa serve

La pelle è formata di cellule che con il passare del tempo muoiono. Sono circa 300mila le cellule epiteliali morte che rimangono in superficie ogni giorno finché nuove cellule le sostituiscono. L’esfoliazione procurata dal peeling consente di rimuovere le cellule morte ed avere una pelle morbida ed elastica.

Il trattamento peeling interessa lo strato più esterno della pelle, cioè l’epidermide. Sono disponibili diversi peeling chimici ed è possibile anche preparare creme peeling fai da te con prodotti naturali.

Metodi esfolianti per la pelle

Sono due i metodi esfolianti più comuni per pulire la pelle e rigenerare le cellule epiteliali: il peeling e lo scrub.

Scrub o peeling?

Che differenza c’è tra scrub e peeling?

  • Lo scrub elimina le impurità in superficie grazie ad una a zione meccanica dovuta alla composizione delle creme a base di microgranuli o microsfere. Permette una veloce pulizia del viso o del corpo.
  • Il peeling agisce in profondità ed è per questo che, nel caso di prodotto a base chimica, si consiglia di farlo al massimo una volta al mese. Il peeling chimico agisce grazie alla base acida oltre che allo strofinamento della pelle ed è in grado di pulire in profondità la pelle donando nuova lucentezza e turgore.

Benefici del peeling

Va effettuato una volta al mese. I benefici principali che procura questo trattamento sono:

  • favorire la comparsa di nuove cellule epiteliali
  • recuperare la luminosità naturale della pelle
  • attivare la formazione del collagene
  • rendere più morbida la pelle
  • aprire e far respirare i pori della pelle
  • prevenire le rughe e il rilassamento cutaneo
  • migliorare la micro circolazione
  • prevenire e eliminare le macchie
  • liberare la pelle da tossine

peeling

Come preparare un peeling fai da te>

Le creme e maschere fai da te possono essere utili per peeling in caso di pelle grassa, pelle secca o mista.

Per pulirla in profondità e aiutare la rigenerazione delle cellule epiteliali si può effettuare un peeling fai da te con prodotti naturali e facili da reperire.

Per preparare un peeling naturale serve prima di tutto un ingrediente che possa avere la funzione di esfoliare.

Quali prodotti naturali per un esfoliante naturale

  • Bicarbonato: antinfiammatoria e antibatterica è un vero toccasana per la pelle del viso, agisce come esfoliante.
  • Zucchero: un esfoliante di media intensità.
  • Sale grosso: consigliato per zone meno sensibili con problemi di circolazione, cellulite, smagliature.

Questa materia prima verrà disciolta in una base oleosa, in particolare:

Crema peeling per pelle normale  

Ingredienti per farsi una pasta da applicare sulla pelle normale, sia sul corpo che sul viso:

  • 1 cucchiaio di polpa di aloe vera
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • 3 cucchiai di miele
  • 1 albume
  • il succo di 1 limone

Preparazione. Amalgamate tutti gli ingredienti. Quindi lasciate riposare in frigorifero per mezz’ora. Questa crema esfoliante va massaggiata su viso e collo. Poi sciacquate con acqua tiepida.

Peeling viso per pelle grassa al limone

Ingredienti per una pasta da applicare solo sul viso:

  • 2 cucchiai di sale
  • succo di 1 limone

Preparazione. Mescolate tutti e due gli ingredienti per ottenere un composto che massaggerete sul viso, anche acneico.

Peeling al miele e bicarbonato

Ingredienti per un peeling sul corpo e sulla pelle mista del viso:

  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaio di bicarbonato

Preparazione. Applicate sul viso il composto e massaggiare con movimenti circolari. Poi risciacquate con acqua tiepida. Consigliato per purificare la cute ed eliminare i punti neri.

Peeling viso per pelle secca all’olio d’oliva

Per una maschera esfoliante del viso a pelle secca vi occorrono:

  • 2 cucchiai di olio di oliva
  • 1 cucchiaio di miele
  • 3 cucchiaini di zucchero di canna

Preparazione. Mescolate gli ingredienti e lasciar riposare. Il composto deve essere omogeneo. Spalmatelo su viso e collo con le mani, massaggiando in modo circolare. Sciacquarte con acqua tiepida.

Peeling per pelle mista

Ingredienti per una maschera per pelle mista:

  • 2 cucchiai olio di cocco
  • 2 cucchiai di zucchero
  • succo di 1 limone

Preparazione. Mescolate gli ingredienti. Strofinare il viso con il composto e poi sciacquarlo con abbondante acqua tiepida.

peeling

Peeling per il corpo fai da te

Per ottenere una pelle del corpo morbida e idratata si consiglia di effettuare un peeling almeno una volta al mese. Si possono preparare ottime creme per il massaggio esfoliante del corpo a base di frutta contenente vitamina C come fragole e kiwi, oppure vitamina B come la banana.

Un massaggio con crema composta da un mix di frutta e sale (o bicarbonato o zucchero) sarà ottimo per rigenerare la pelle del corpo e magari prepararla in questo periodo al sole dell’estate.

Crema per il corpo all’olio di mandorle dolci

Ingredienti per un peeling all’olio di mandorle dolci e zucchero, ricchissimo di acido glicolico.

  • 30 ml di olio di mandorle dolci 100% naturale
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaio di succo di limone

Preparazione. Versate nell’olio lo zucchero e il succo di limone. Preparate un composto cremoso che poi massaggiate su tutto il corpo insistendo sulle zone più ruvide. Risciacquate con acqua tiepida.

Peeling per il corpo alle spezie

Ingredienti per una crema esfoliante dalle proprietà antibatteriche e antisettiche, che è ottima anche contro l’invecchiamento cutaneo.

  • 1 cucchiaio di polvere di cannella
  • 2 cucchiai di miele
  • 1 vasetto di yogurt

Preparazione. Mescolate gli ingredienti e poi lasciate in frigo un’ora. Massaggiate sul corpo e sciacquate con acqua calda.

peeling

Esfoliante per corpo al caffe 

Per farsi una crema anti-cellulite vi occorrono:

  • 1 fondo di caffè di una moka
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 2-3 cucchiai di olio di oliva
  • 1 cucchiaino di rosmarino fresco tritato

Preparazione. Mescolate fino ad ottenere un composto denso. Applicate sulla pelle asciutta, strofinando bene con movimenti circolari. Il caffè possiede un’ottima azione antiossidante e regala alla pelle una naturale luminosità. Il caffè e il rosmarino attivano la circolazione e favoriscono il rassodamento della pelle riducendo la ritenzione idrica.

Peeling contro la cellulite 

Ingredienti per farsi una crema esfoliante contro la cellulite a base di caffé:

  • 2 cucchiai di fondi del caffè
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 4 cucchiai di olio di cocco
  • 1 cucchiaino di miele
  • cannella in polvere
  • 30 ml di olio vegetale a scelta (olio di mandorle dolci, olio di argan, olio di bavassu, olio di semi di lino)

Preparazione. Per avere una buona azione contro la cellulite mescolate un olio vegetale a vostro piacimento con gli ingredienti proposti. Massaggiate con movimenti circolari e lasciar riposare nelle aree più interessate dalla cellulite. Sciacquate abbondantemente e ripetere ogni due settimane.

Come si applica la crema per il peeling 

La parte interessata va lavata in profondità e lasciata bagnata. Si applica il composto preparato con massaggi circolari ed evitando le zone più sensibili come gli occhi. Sul corpo si può massaggiare con più vigore anche per riattivare la circolazione.

Dopo un bel massaggio, lasciare agire gli ingredienti per due minuti e poi risciacquare con abbondante acqua tiepida.

peeling

Come potenziare l’effetto del peeling naturale

Per potenziare i benefici della crema esfogliante e darle un buon profumo che rimmarrà anche sulla pelle dopo il risciacquo, si può aggiungere qualche goccia di oli essenziali. In particolare si consigliano i seguenti oli essenziali, profumati e dalle ottime proprietà:

Dove trovare i prodotti per il peeling a casa

Potete selezionare alcuni oli essenziali e acquistarli online, così come alcune creme per il peeling a casa all’acido glicolico che garantiscono un trattamento superficiale poco aggressivo, altrimwnti dovrete riorrere al dermatologo:

Peeling con le creme cosmetiche 

Esiostono anche delle creme in commercio che hanno un effetto peeling: ridanno luminosità al viso eliminando le cellule morte superficiali e creando uno strato di pelle più compatto.

Sono prodotti a base di acido glicolico o acido salicilico contenenti anche sostanze idratanti.
Questi cosmetici sono prodotti per ogni tipo di pelle: se ne sconsiglia l’uso in caso di dermatiti.
L’uso non deve essere quotidiano:

  • 2 volte al mese per pelli giovani
  • 1 volta a settimana per pelli adulte

Si consiglia di utilizzarle la sera, per arrossiscono la pelle.

Peeling dermatologico o peeling chimico

Il peeling chimico è un trattamento che permette di esfoliare la pelle in profondità e stimolare la rigenerazione cellulare senza effetti collaterali gravosi o complicazioni mediche

È efficace e consigliato per eliminare cicatrici da acne, macchie, acne, rughe.

Esistono diversi tipi per il viso che utilizzano l’azione esfoliante degli acidi:

  1. Acidi della frutta: sono acidi ad azione delicata (AHA o alfa idrossiacido) che si estraggono appunto dalla frutta. Questo tipo di trattamento penetra solo nella parte superiore della pelle. Serve per migliorare l’aspetto delle macchie scure e per rinfrescare la cute di viso e collo.
  2. Acido glicolico: ottenuto da estratto di uva, barbabietola o canna da zucchero, ha una molecola di piccole dimensioni che può penetrare nella pelle ed esfoliare più in profondità degli AHA. Arriva a trattare lo stato intermedio dell’epidermide. Il trattamento all’acido glicolico serve per migliorare macchie senili, rughe, lentiggini, e trattare la cheratosi attinica.
  3. Acido lattico: si usa per penetrare meno in profondità ed è ottenuto da estratto di barbabietola e mirtillo. Può anche essere prodotto dalla fermentazione del latte. Più leggero dell’acido glicolico, l’acido lattico agisce sui difetti superficiali come macchie pigmentate, pelle opaca e spenta. Generalmente ben tollerato, può essere utilizzato senza preoccupazioni su tutti i tipi di pelle, anche le sensibili.
  4. Acido salicilico: estratto dalla corteccia del salice, è particolarmente indicato per le pelli grasse soggette ad acne.
    Fa parte del gruppo degli BHA (beta-idrossiacidi), acidi con proprietà esfolianti, ma anche purificanti e antinfiammatorie. Questo trattamento rimuove rughe profonde, macchie senili, lentiggini e cicatrici superficiali, cicatrici da acne, macchie solari. Inoltre, l’acido salicilico è solubile in olio, e ciò gli permette di penetrare in profondità attraverso sebo e punti neri per disintasare i follicoli.
  5. Enzimi della frutta: sono agenti esfolianti derivati dalla frutta, come la papaina (dalla papaia) o la bromelina (dall’ananas). L’azione è più morbida di quella degli esfolianti chimici. Questo è il motivo per cui molto spesso l’azione degli enzimi è combinata con gli acidi. Gli enzimi sono molecole fragili e instabili.

Come scegliere il giusto peeling all’acido esfoliante

Scegliete un acido particolarmente delicato come l’acido mandelico, un acido della frutta dalle molecole più grosse, che rimane quindi in superficie. Poi, man mano che la pelle si abitua, aumentate gradualmente la forza dell’acido o la sua percentuale nel prodotto.

La regola è dall’esfoliante più morbido al più forte.

Peeling chimico: quando evitarlo 

Non è consigliato alle persone con infezioni, malattie della pelle attive, cute lesionata, ustioni solari o herpes. Sconsigliato nelle donne in gravidanza e qualora siano presenti dermatite, psoriasi o eczema.

Per sottoporsi a questo trattamento chimico è necessario rivolgersi sempre ad un medico dermatologo che saprà consigliare ed eseguire il giusto trattamento da eseguire.

Peeling all’acido glicolico

L’acido glicolico è un acido ricavato dalla canna da zucchero e usato in concentrazioni variabili dal 55 all’85%.
Provoca una media esfoliazione: si utilizza per ringiovanire la pelle, per ridurre le macchie senili.

Come si applica l’acido glicolico

L’acido glicolico viene applicato con lozione o gel: il dermatologo applicherà il prodotto con un pennello sul viso ben pulito precedentemente. Va tenuto sulla pelle per qualche minuto (1-5 in funzione della concentrazione usata).

La pelle si arrossa, ma si può tamponare con acqua e bicarbonato, che blocca l’azione dell’acido. Solitamente, dopo il trattamento viene applicata una maschera lenitiva ed emolliente e una crema protettiva.

Va eseguito una volta ogni due mesi. Si consiglia a chi:

  • fuma molto
  • fa molte lampade solari
  • ha la pelle visibilmente stanca e spenta

Peeling chimico contro macchie e lentiggini 

Si chiama soluzione di Jessner: è un superficiale, ma comunque aggressivo, schiarisce e leviga la pelle. Si compone di alcol, acido salicilico, resorcinolo e acido lattico. Anche questo prodotto viene applicato con il pennello su un viso pulito e lasciato ad agire qualche minuto, finché non si sentirà un senso di calore. Si possono applicare garze imbevute in acqua fredda.

Questo trattamento va eseguito ogni 3 mesi circa, provoca una leggera desquamazione. Si consiglia a chi vuole eliminare rughe superficiali, ridurre le lentiggini e le macchie del sole, ridurre le macchie scure dovute all’uso della pillola anticoncezionale.

Quanto costa un peeling dermatologico 

Il costo di un trattamento al viso professionale varia a seconda della profondità e tipologia.

  • i più superficiali come quelli fatti in centri estetici possono costare tra i 50 e i 70 euro a seduta
  • i più profondi per eliminare acne, rughe e macchie costano tra i 150 e i 170 euro a seduta

Ogni trattamento in genere dura circa mezz’ora. Vanno eseguiti in centri estetici specializzati o dal dermatologo.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment