Bellezza

I cosmetici scaduti fanno male? E come si riconoscono?

Come sapere quale è la data di scadenza di un cosmetico

I cosmetici scaduti, proprio come altri prodotti realizzati con materie prime deteriorabili, tendono con il tempo a modificarsi e perdere le loro caratteristiche funzionali. Non tutti sanno che per questo hanno una data di scadenza, proprio come gli alimenti. In pratica non è consigliato usare lo stesso trucco o la stessa crema tanti anni dopo la sua apertura, bisogna prima leggere l’etichetta.

I cosmetici scaduti fanno male? E come si riconoscono?

Ma vi spieghiamo meglio come funziona la scadenza per i cosmetici e dove trovare le informazioni sopra i prodotti di profumeria e per il maquillage.

Cosmetici scaduti cosa vuol dire?

I cosmetici scadono, anche i prodotti di bellezza hanno una data di scadenza che vuol dire entro quanto tempo è consigliato l’uso del prodotto, proprio come avviene per un prodotto alimentare, perchè questo non faccia male e faccia ciò per cui è stato realizzato.

La data di scadenza fa riferimento al prodotto conservato in maniera opportuna che vuol dire senza sbalzi di temperatura, e ben riposto nella sua confezione.

Quando scadono i cosmetici

Nel mondo della cosmetica si fa riferimento a due tipologie di prodotti:

  • se i cosmetici non hanno tra i componenti delle materie prime deperibili o particolarmente delicate, possono essere conservati per 30 mesi (2 anni e mezzo). In questo caso nella etichetta non viene messa data di scadenza
  • se i cosmetici presentano nella loro composizione alcuni elementi di facile deperimento, allora viene indicata sulla confezione la data di scadenza con la dicitura “Da consumarsi preferibilmente entro il …” seguito dal giorno, mese e anno.

Cosmetici scaduti fanno male, come si riconoscono?

Scadenza dei cosmetici nell’etichetta

Se il prodotto cosmetico è composto da elementi che si deteriorano allora l’azienda produttrice è tenuta a inserire il cosiddetto PAO ovvero Period After Opening, redatta come vuole l’articolo 19 del Regolamento (CE) n. 1223/2009 del Parlamento europeo.

Come leggere l’etichetta sui prodotti di bellezza

Nell’etichetta dei cosmetici oltre ad essere presenti gli ingredienti deve essere ben visibile anche la data di scadenza: solo in questo caso il prodotto può restare sugli scaffali dei negozi in Europa.

Se manca l’etichetta o l’imballaggio non è adeguato non potrà essere venduto nel mercato europeo.

Sull’etichetta in merito alla scadenza appariranno le seguenti indicazioni:

  • Per i prodotti che scadono entro i 30 mesi, l’etichetta riporterà la data entro cui il prodotto può essere utilizzato preceduta dal simbolo della clessidra e dalla dicitura “Usare preferibilmente entro”. Per tutto questo periodo il cosmetico svolgerà la sua funzione originale.
  • Per i prodotti che scadono prima dei 30 mesi l’etichetta deve riportare riporterà un’indicazione relativa al periodo di tempo in cui il prodotto, una volta aperto, può essere utilizzato senza effetti nocivi per il consumatore, preceduta dal simbolo rappresentante un barattolo aperto dall’acronimo «Pao» (Period after opening).

Sull’etichetta troverete anche il numero del lotto di fabbricazione o il riferimento molto utile per identificare il prodotto cosmetico.

Come è indicato il PAO sull’etichetta

Il PAO è indicato in tutti i Paesi dell’Unione Europea con lo stesso simbolo: un vasetto aperto, presente sia sul contenitore sia sul packaging esterno. Sul vasetto o al suo fianco è riportata la durata in mesi del prodotto aperto, scritta in numero, seguita dalla lettera “M” di mesi.

Cosmetici scaduti come capire se sono andati a male?

A tutti sarà capitato di ritrovare in fondo a una valigia una crema per il viso o un altro prodotto e domandarsi: che faccio lo butto o lo posso usare.
Spesso l’etichetta tende a sbiadirsi e quindi restiamo incerte sul da farsi.

La domanda comune è: cosa può succedere se utilizzo un cosmetico scaduto.Ecco cosa succede al cosmetico aperto per troppo tempo, potrebbe:

  • subire una contaminazione microbiologica dall’esterno
  • deteriorarsi dal punto di vista chimico
  • diminuire se non annullare la sua efficacia

Come succede anche per gli alimenti potrebbe accadere che nonostante la data di scadenza il prodotto resti valido, ma prima di usarlo attenzione ai segnali inequivocabili.

Se il prodotto è andato a male questi sono i campanelli d’allarme:

  • odore sgradevole o comunque molto differente dall’originale
  • variazione di colore molto comune nei prodotti cosmetici a base naturale a
  • presenza di muffa
  • perdita di cremosità, indurimento
  • formazione di patina oleosa che sta a indicare che i componenti si sono dissociati
  • alterazione della forma originale

Come allontanare la scadenza dei cosmetici 

Alcuni piccoli e semplici consigli possono essere utili per mantenere integri il più possibile i propri cosmetici.

La conservazione è fondamentale:

  • non lasciare i prodotti aperti evitare che entri troppo a contatto con aria e microrganismi esterni
  • conservare i prodotti in luoghi asciutti e al riparo da una eccessiva illuminazione
  • toccare le creme solo con le mani ben pulite
  • nel caso di trucchi usate spugnette e pennelli sempre ben puliti
  • tenere pulito la confezione anche esternamente.

Cosmetici scaduti dopo quanto tempo dall’acquisto

La data di scadenza dei cosmetici inizia non all’acquisto ma quando si apre la sua confezione per i prodotti di bellezza deteriorabili come lozioni, trucchi e creme.

Quindi se compriamo una crema sigillata o un fard o un tonico viso chiuso ermeticamente, nel momento in cui lo apriamo ha inizio il deperimento lento ma inevitabile del prodotto e quindi dovremo contare i mesi indicati dal PAO.

Nel caso di detergenti, saponi e shampoo che non sono chiusi ermeticamente si presuppone che siano stati perfettamente conservati e quindi fa fede la data di acquisto per conteggiare 30 mesi.

I cosmetici scaduti fanno male

Lista dei prodotti di bellezza e delle scadenze 

Vogliamo indicarvi la data di scadenza dei più comuni prodotti di bellezza:

  • correttore e fondotinta liquido: dai 6 ai 12 mesi
  • creme idratanti corpo o viso: fino a 2 anni
  • eyeliner liquido: fino a 6 mesi
  • mascara: fino a 6 mesi
  • matita per gli occhi e matita labbra: da 1 anno a 2 anni
  • ombretto e blush in crema: dai 6 ai 12 mesi
  • ombretto e blush in polvere: 12 mesi
  • rossetti e lucidalabbra: fino a 2 anni
  • smalti per unghie: 2 anni

Quanto durano le creme solari

Le creme solari durano 1 anno. La scadenza è importante anche perché ci ricorda ogni anno che dobbiamo comprare una crema solare nuova. Se durante le vacanze estive non finite la lozione solare, sappiate dunque che va acquistata nuova la prossima estate.

A contribuire alla sua scadenza sono vari fattori: l’esposizione al sole, alla salsedine, l’uso all’aria aperta. Insomma meglio comprare una nuova ogni anno

Quanto durano le creme per il viso

Le creme per il viso aperte hanno solitamente una scadenza di 12M, ma spesso anche di 6M.
Sono infatti prodotti molto delicati che spesso hanno delle componenti che si deteriorano facilmente.

Quanto dura la matita per gli occhi

Le matite per truccare gli occhi hanno una durata di circa 2 anni ma vi diamo un suggerimento: prima di buttarla via temperate bene la matita perché potreste usarla ancora!

Cosmetici scaduti quali danni possono causare

I cosmetici scaduti possono avere al loro interno dei batteri che si sono formati a contatto con le mani sporche o con l’aria stessa.

Danni di una crema scaduta

I batteri presenti ad esempio in una crema scaduta potrebbe causare

  • eruzione cutanea più o meno grave
  • reazione allergica

Danni di una crema solare scaduta

Nel caso di crema solare, se il prodotto è scaduto viene meno la sua efficacia protettiva e quindi potrebbe ad esempio provocare scottature.

Danni di makeup scaduto

Nel caso di trucchi a contatto con la pelle delicata del viso o a contatto con gli occhi, come eye liner, mascara e ombretti se utilizzati oltre la data di scadenza possono provocare:

  • congiuntivite
  • arrossamenti dell’occhio
  • eccesso di lacrimazione

Il fondotinta o i blush scaduti possono provocare:

  • arrossamenti cutanei
  • allergie
  • comprasa di brufoli

Danni di un profumo vecchio

Anche i profumi vanno amale e possono cambiare il loro profumo in odore sgradevole e possono macchiare la pelle.

Cosmetici scaduti dove si buttano

Se il vostro prodotto cosmetico è scaduto è arrivato il momento di buttarlo nella spazzatura, senza ripensamenti.

A questo punto però bisogna sapere come differenziare il vostro rifiuto sia la parte di packaging sia il prodotto vero e proprio.

La confezione è solitamente realizzata in plastica e quindi va riposta nella raccolta differenziate con la plastica riciclabile.

Nel caso di creme il packaging è spesso in vetro o ceramica andrà buttata come previsto dalle regole del vostro comune. Ricordate prima di scuiacquare bene il contenitore per agevolare le fasi di riciclo.

Nel caso di trucchi come mascare o eyliner se è impossibile staccare la parte riciclabile da non riciclabile è buona norma buttare nel secco indifferenziato. 

Altre informazioni

Se vi interessano altre informazioni su cosmetici naturali e bellezza e cura del corpo con rimedi naturali e fai da te, trovate qui degli articoli interessanti:

Giovanna Ferraresi

Giovanna Ferraresi  Siciliana di nascita e milanese di adozione, s'impegna con passione e voglia di imparare. Fino dal 2011 segue la sua attitudine, la scrittura. Lavora come web editor free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche di architettura e scrive di edilizia e architettura per 'Imprese Edili' e architetturaecosostenibile.it È appassionata di bioedilizia e architettura sostenibile. Anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare ed è esperta di bellezza naturale e autoproduzione cosmetica.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sullo stesso argomento
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio