Bici

Arrivano i poliziotti-ciclisti per garantire la sicurezza di chi va in bici

La città texana di Houston sta prendendo importanti misure volte a tutelare la sicurezza dei ciclisti. Nel 2012, infatti, è stata purtroppo classificata tra le peggiori città statunitensi per numero di incidenti che hanno coinvolto le due ruote.
Così, da oggi in poi, dopo le moto, i cavalli e le auto, arrivano i poliziotti-ciclisti per garantire la sicurezza di chi va in bici. 

Arrivano i poliziotti-ciclisti per garantire la sicurezza di chi va in bici

SCOPRI TUTTO SU: 

I poliziotti in bicicletta gireranno in borghese e controlleranno le infrazioni che gli automobilisti compiono ai danni dei malcapitati ciclisti, come ad esempio il mancato rispetto della distanza di sicurezza durante il sorpasso di una bici (fissato, secondo le leggi cittadine, in 1 metro di raggio, 2 metri di distanza se le auto si trovano dietro una bici).

Una volta individuata l’infrazione, chiederanno supporto ad altre pattuglie per comminare la citazione all’automobilista negligente. Come a dire che il codice della strada cambia totalmente prospettiva, se sei in sella ad una due ruote e vulnerabile, piuttosto che in un abitacolo sicuro e spazioso come quello dell’auto.

POTREBBE PIACERTI: Project Aura per la sicurezza in bici di notte

Il Texas non è nuovo a queste iniziative per rafforzare la sicurezza del traffico urbano: già ad Austin è in atto un programma di rafforzamento dei controlli della viabilità, soprattutto in prossimità di attraversamenti pedonali, per individuare e sanzionare gli automobilisti negligenti.

Le speranze del sindaco di Houston, sono quelle di trasformare la città in un’area a misura di ciclista, essendo già agevolata dalla sua conformazione territoriale completamente piana e beneficiando di strade molto ampie.

VAI A: Maggiore sicurezza di bici e pedoni: Parigi limita tutte le auto a 30 km/h

La città, inoltre, sta subendo una crescita costante nel numero di abitanti, grazie allo sviluppo dell’industria energetica e medica, motivo in più per razionalizzare e rendere più sicura la sua viabilità, con innumerevoli benefici anche sulla salute dei cittadini, non solo contrastando l’inquinamento dei motori, ma anche aiutando a combattere una piaga sociale che interessa gran parte della popolazione americana: l’obesità.

Claudia Raganà

Classe 1977, romana di nascita, cittadina del mondo di adozione. Una laurea in Economia e un master in mobilità sostenibile in tasca, la aiutano ad approfondire un tema per lei sempre caro, la sostenibilità dello sviluppo economico e la green economy. Ha un'innata passione per la scrittura fin da quando è bambina ed è così che, coniugando le due cose, nel 2012 entra nel mondo di tuttogreen.it. Nel tempo libero ama viaggiare, fotografare, leggere, stare a contatto con la natura, praticare yoga e sognare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close