Cremor tartaro, cos’è e come si usa

di Elle del 27 febbraio 2017

Valido sostituto del lievito, è un ingrediente utile per preparare dolci, pane e pizza per chi è intollerante al lievito o segue una dieta vegana. Scopriamo come usarlo nelle ricette.

Il cremor tartaro (bitartrato di potassio o tartrato acido di potassio) è il sale di potassio dell’acido tartarico. Residuo del processo di vinificazione, è un agente lievitante naturale estratto dall’uva con un processo di sintesi chimica. Esso trova applicazione in cucina ma anche nell’igiene domestica.

Era usato molto nel secolo scorso per preparare dolci, e nei Paesi anglosassoni per fare il pane. Dava infatti lievitare farine di seconda scelta, spesso prive di glutine, che non si sarebbero mai gonfiate.

Scopri come aceto e bicarbonato puliscano tutto in casa!

Cremor tartaro: sostituire il lievito

Essendo un agente lievitante, può essere usato come sostituto del lievito chimico per preparare dolci, pane e pizza, soprattutto in combinazione al bicarbonato.

Consigliato per chi soffre di intolleranze al lievito o per chi segue una dieta vegana e gluten-free. Nel lievito chimico, infatti, si trova uno stabilizzante di origine animale, proveniente da bovini o suini (sigla E470a in etichetta).

Avendo un sapore del tutto neutro, può essere aggiunto facilmente anche per la preparazione di torte o altri dolci, facendoli lievitare e rendendoli morbidi senza appesantirli.

Scopri come sostituire alcuni ingredienti di origine animale nei dolci:

Cremor tartaro: fa male?

Il consumo di questo prodotto non presenta particolari controindicazioni. Al contrario, non essendo un lievito, permette di gustare alcuni piatti senza sentirsi gonfi.

cremor tartaro

Cremor tartaro: è molto usato nella preparazione di dolci vegan

Queste ingrediente versatile trova spazio non solo nelle ricette vegetariane di pietanze dolci e salate: è infatti molto utilizzato nella pasticceria e nelle ricette vegane, là dove occorre dosare questa sostanza aggiungendo anche il bicarbonato.

La dose di lievito indicata nelle ricette, infatti, può essere facilmente sostituita con metà di cremore tartaro e metà bicarbonato.

Quali sono tutti i sostituti vegan nei dolci

cremor tartaro

Cremor tartaro: può sostituire il lievito nella preparazione della pizza

Cremor tartaro: per la pizza

Le dosi previste per 500 gr di farina sono di 2 cucchiaini di cremore tartaro e 1 di bicarbonato. Rispetto all’effetto lievitante ottenuto con il lievito di birra la crescita dell’impasto potrebbe essere più lenta con una maggiore difficoltà nello stendere l’impasto.

Per preparare la pizza è meglio utilizzare allora qualche cucchiaio di olio da aggiungere all’impasto per renderlo più morbido.

Cremor tartaro: dove si compra

Mentre in passato era un articolo di difficile reperibilità, attualmente si trova più facilmente. Si può acquistare non solo in farmacia ma anche presso negozi biologici o supermercati della grande distribuzione.

Lo trovi anche online:

CREMOR TARTARO BRT GR. 500 - (BITARTRATO DI POTASSIO) E336 PURO ALIMENTARE
Prezzo:EUR 6,90

Cremor tartaro ricette

Vi proponiamo la ricetta dei biscotti al farro per la colazione senza uova:

  • 500 gr di farina di farro o di kamut
  • 135 gr di zucchero di canna
  • 170 ml di latte anche vegetale
  • 70 ml di olio di mais
  • la scorza di 1/2 limone bio grattugiata
  • 5 gr di cremor tartaro
  • 3 gr di bicarbonato

shutterstock_570119530

Preparazione. In una ciotola unite il latte e l’olio, versate la farina setacciata con il bicarbonato e il cremor, mescolate bene e anche lo zucchero. Aggiungete la scorza grattugiata e impastate fino ad avere una consistenza liscia e morbida. Versate sulla spianatoia infarinata e create dei 4 filoncini.

Appiattiteli e tagliateli a fettine di 1,5 cm di spessore. Infornate sulla teglia rivestita di carta da forno a 170 ° per 12-15 minuti, devono essere dorati. Ottimi per la colazione e la merenda.

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment