Cani

Drahthaar, il cane da ferma creato “a tavolino” in Germania

Storia delle sue origini, caratteristiche fisiche e temperamento

Il Drahthaar è un cane da ferma tedesco, progettato per essere versatile e adatto ad ogni tipo di caccia. Nonostante sia da annoverare nei cani da caccia, grazie al suo pelo duro e al fiuto, è comunque anche un ottimo cane da compagnia, affettuoso con il suo padrone, nei confronti del quale si dimostra sempre obbediente e fedele. Andiamo a scoprire qualcosa di più sulla sua interessante storia e sul suo temperamento.

Drahthaar, il cane da ferma creato “a tavolino” in Germania

Che razza è il Drahthaar

Si tratta di una di quelle razze di cani progettate e ideate ‘a tavolino’ per rispondere a scopi ben precisi. Si deve al barone Sigismund von Zedlitz und Neukirck e da Herr Oberlander l’idea di crearlo.

Significato del nome ‘Drahthaar’

Il termine tedesco della razza è un vocabolo composto da haar che significa ‘pelo’ e draht, che vuol dire ‘metallico”’ La parola fa quindi chiaro ed esplicito riferimento al suo mantello duro e fitto, a tratti addirittura ispido.

Origini del Drahthaar

A inizio Novecento, nacque l’idea di fare un incrocio canino per ottenere un cane adatto alla caccia da ferma, indipendentemente dal tipo di preda. Si doveva quindi ottenere un cane assai versatile e resistente, con un mantello in grado di proteggerlo da varai tipi di intemperie.

Allo scopo, furono incrociati esemplari di più razze, come l’Airedale terrier, il Griffone belga, lo Stickelhaar, il Kurzhaar e il Pointer. La prima ‘bozza’ risale al 1906 e venne definito come cane da ferma di taglia media, d’aspetto nobile, colore poco evidente con pelo molto duro, che possibilmente ricopra tutto il corpo, espressione intelligente, energico, di temperamento vivace, fedele’.

Nel 1923, la nuova razza cominciò a diventare predominante in Germania e, ancora oggi, questa supremazia è cresciuta sempre più. Il riconoscimento ufficiale di questi cani avvenne nel 1928.

Caratteristiche fisiche del Drahthaar

È un cane da ferma dal tipico aspetto nobile e fiero, e l’espressione attenta, come il Weimararner. Con un corpo muscoloso ma al tempo stesso flessuoso ed armonioso, si muove in maniera fluida e potente.

Analizziamo più nel dettaglio le varie parti del suo corpo.

  • Testa: piatta e piuttosto ampia, arrotondata solo un poco ai lati
  • Muso: lungo e ampio
  • Tartufo, con narici belle aperte, è di colore che ben si armonizza con il colore del mantello
  • Bocca: mascelle forti e possenti con regolare chiusura a forbice. Labbra spesse e aderenti, e denti ben sviluppati
  • Occhi: scuri e dall’espressione sveglia e vivace
  • Orecchie: di media grandezza, hanno un’attaccatura alta
  • Coda: portata in orizzontale o leggermente rivolta verso l’alto, segue la linea del dorso
  • Pelo: duro, fitto e aderente, quello esterno è lungo da 2 a 4 cm circa. Sopracciglia e barba sono molto marcate
  • Sottopelo: folto, fitto e impermeabile, lo protegge bene dalle intemperie
  • Colore: roano-marrone, con o senza macchie, bianco e nero, con o senza macchie, marrone, con o senza macchia bianca sul petto, roano chiaro (bianco dominante più alcuni peli neri o marroni)

Dimensioni del Drahthaar

Al garrese, i maschi misurano 61-68 cm, mentre le femmine 57-64 cm. Il peso non è invece indicato dallo standard.

Drahthaar
Un tenerissimo cucciolo di Drahthaar

Carattere del Drahthaar

Per far capire il temperamento di questa razza canina, i suoi fondatori usarono la seguente espressione: “sii ruvido fuori, ma dolce nel cuore”. Molto eloquente, indica il netto contrasto tra il suo aspetto austero e il carattere sensibile.

Ha un carattere fermo ma equilibrato. È molto coraggioso ed energico ma non aggredisce. In ogni caso, si sa difendere se viene aggredito. Instaura un rapporto profondo col suo padrone a cui si affeziona tanto. Gli obbedisce sempre e difende sia lui che il resto della sua famiglia.

A tratti austero e riservato, questo cane ama lavorare. Ha bisogno di muoversi in maniera regolare e di essere stimolato sia a livello fisico che mentale. È indicato anche nelle case in cui ci sono bambini. Oltre a giocarci insieme, li protegge e li tiene lontani dai pericoli. Si addestra facilmente.

Eccellente in ogni tipo di caccia, è dotato di un fiuto molto fino. La Protezione Civile lo usa per cercare le persone sepolte sotto le macerie.

Salute e patologie del Drahthaar

Di norma è una razza canina sana e robusta, con pochi problemi di salute. Tuttavia, può soffrire di vari disturbi oculari ereditari e della displasia dell’anca. Prima di procedere con la riproduzione è fondamentale accertarsi dell’eventuale predisposizione a queste malattie.

Questa razza può inoltre essere soggetta al morbo di Willebrand di tipo 2, una forma di anemia.

Cura del Drahthaar

Ama molto la vita attiva all’aria aperta. Per questo, necessita di almeno due ore di attività fisica quotidiana. Questa razza di cane è quindi adatta per le famiglie di sportivi, che amano fare lunghe passeggiate col proprio cane e che lo coinvolgono in attività sul campo e prove di agility. Oltre al movimento, questo cane va anche costantemente stimolato con giochi e nuove attività.

Avendo un lungo pelo duro e un sottopelo è fitto, questo cane deve essere spazzolato 2 volte circa alla settimana. Inoltre, un paio di volte all’anno è necessario farlo sfoltire da un buon toelettatore.

Cane di taglia grande vorace, necessita di un’alimentazione ricca di tutti i nutrienti, soprattutto vitamine e minerali.

Addestramento di un Drahthaar

Può essere addestrato sia come cane da caccia che come buon cane di famiglia. In questo secondo caso, è bene provvedere ad un buon addestramento fin da quanto è un cucciolo, facendogli capire da subito chi è il padrone che comanda.

Se ben addestrato, è fedele ed obbediente al suo padrone.

Questa razza non è adatta per le persone che non hanno mai avuto un cane.

Quanto dura la vita di un Drahthaar

Con una vita media di 12-14 anni, è un cane piuttosto longevo.

Drahthaar

Quanto costa un cucciolo di Drahthaar

A seconda del sesso e del pedigree, il pezzo va da 700 a 1.500 euro. Il prezzo può inoltre variare anche in base alla disponibilità. In Italia, ad esempio, questo cane non è semplice da reperire.

Approfondimenti consigliati

Ecco anche le caratteristiche di alcuni cani da caccia, da ferma o da seguita, che potete trovare sul nostro sito:

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness e il benessere in generale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sullo stesso argomento
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio