Categories: Bici

Tokyo: il parcheggio per le bici è un silos sotterraneo tutto automatizzato

In una grande metropoli congestionata dal traffico, la bicicletta può rappresentare la salvezza: pratica, veloce ed economica. La vita dei ciclisti stessi, però, è resa impossibile dalla mancanza di posteggi per i loro mezzi, così si trovano ad ingombrare marciapiedi e carreggiate per pedoni e veicoli.

Tokyo, città notoriamente congestionata, sta pensando bene di sfruttare lo spazio presente nel sottosuolo: la soluzione in parola si chiama “Eco Cycle” ed è prodotta dalle società di ingegneria giapponese Giken Seisakusho. Si tratta di un sistema meccanizzato che trasporta le biciclette in un parcheggio sotterraneo interamente automatico.

SCOPRI ANCHE: Tokyo: spettacolari orti urbani portano la campagna in città

La struttura è quasi completamente interrata, salvo una piccola cabina che occupa pochissimo spazio sulla superficie stradale e consente, ad una persona per volta, di consegnare la propria bicicletta e parcheggiarla al sicuro in appena 13 secondi.

Eco Cycle è anti-sismico, può contenere fino a 200 biciclette contemporaneamente ed è in grado, grazie ad un tesserino di riconoscimento, di restituire al proprietario la propria bici. Attualmente vi sono 43 impianti del genere dislocati in 16 zone della città e funzionano dalle 4.30 del mattino alle 1.30 di notte.

Ecco anche un rendering che mostra lo sviluppo sotterraneo del parcheggio

Ovviamente si tratta di un servizio a pagamento: circa 1.800 yen al mese, ovvero poco più di 13 euro. Il grande vantaggio di questo progetto non è solo posteggiare in tranquillità evitando l’ammasso di due ruote, ma soprattutto tenere la propria bicicletta al riparo da malfidenti e ladruncoli, senza preoccuparsi di agganciare il catenaccio.

Naturalmente vorrete vederlo all’opera, questo parcheggio sotterraneo, e allora vi rubiamo altri 14 secondi del vostro tempo con questo video chiarissimo:

La cosa vi ha incuriositi?
Ecco cosa succede dentro al silos…

Altri articoli a tema che ti possono interessare:

Outbrain
Share
Published by
Jessica Ingrami

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.