Tossine, cosa sono e quali sono i rischi per la salute

di Giulia Martensini del 20 agosto 2017

Cosa sono le tossine? Se ne parla spesso, ma non sempre è chiaro in che cosa consistano e come viene utilizzato il termine.

Le tossine sono sostanze che nuocciono al mantenimento dell’equilibrio biochimico delle nostre cellule e quindi della nostra salute in generale. Si tratta di metaboliti, ossia sostanze di scarto che si accumulano nel tempo all’interno del nostro organismo, indebolendolo e predisponendolo ad attacchi esterni, infiammazioni e malattie.

I due tipi di tossine

L’origine delle tossine è duplice. Convenzionalmente, vengono suddivise tra quelle che possono provenire dall’ambiente che ci circonda (esogene) e quelle che vengono dall’interno del nostro corpo, prodotte quindi da noi (endogene).

Tossine esogene

Tra le tossine esogene ci sono i metalli pesanti come:

  • piombo
  • mercurio
  • cadmio
  • nickel
  • arsenico
  • alluminio

Questi metalli derivano dall’inquinamento ambientale ed entrano direttamente nella catena alimentare. Essi tendono ad accumularsi all’interno del cervello, dei reni e del sistema immunitario, compromettendone anche seriamente le normali funzioni.

Tossine endogene

Le tossine endogene invece sono le sostanze di rifiuto generate dal nostro fisiologico metabolismo. Ad esempio quando ingeriamo un determinato cibo che durante la digestione viene trasformato in sostanze colloidali o cristalli.

Tossine batteriche

Le intossicazioni batteriche possono insorgere per l’assunzione di acqua o cibi contaminati o mal conservati. Ecco alcune delle più comuni tossine batteriche.

  • Salmonella. Si può trovare in tutte le carni, sia bianche che rosse, nelle uova, nel pesce, nei molluschi e in alcuni tipi di verdure. Contengono una endotossina che provoca una sintomatologia caratteristica, la gastroenterite.
  • Vibrio Colerae o tossina colerica. Provoca un’alterazione dell’equilibrio osmotico nelle cellule della parete intestinale, richiamando acqua all’interno dell’intestino. La conseguenza è una forte diarrea emorragica, che porta ad una severa disidratazione, e, in alcuni casi, persino alla morte della persona contaminata. Si può contrarre attraverso il consumo di molluschi, frutta e verdura cruda.
  • Stafilococco. Causa un’intossicazione alimentare grazie ad un’enterotossina che provoca squilibri gastrointestinali associati a febbre alta.
  • Botulino. Il botulino si trova negli alimenti: si forma facilmente in quelli conservati in maniera scorretta. Per esempio conserve o sottolio conservati in frigorifero per un periodo eccessivamente prolungato. Si tratta di una neurotossina con conseguenze letali, causando una paralisi dei tessuti muscolari.

Tossine alimentari

Le tossine alimentari sono sostanze presenti negli alimenti in grado di causare effetti dannosi nel nostro organismo.
Vediamo quali sono le più importanti.

  • Lectine. Le lectine sono un gruppo di sostanze proteiche che si trovano in abbondanza nei semi di circa 800 piante, di cui 600 della famiglia delle leguminose. Queste tossine, legandosi alle cellule presenti nella parete interna dell’intestino, riducono la capacità di assorbimento delle sostanze nutritive contenute negli alimenti. Per evitarne gli effetti negativi è sufficiente cuocere i legumi.
  • Solanina. La solanina è un glicoalcaloide che si trova in diverse piante, in particolare in quelle appartenenti alla famiglia delle Solanacee, come pomodori, melanzane e patate. In quantità eccessive, la solanina può provocare severi disturbi alla mucosa gastrointestinale.
  • Acido ossalicoContenuto principalmente in pomodori, spinaci, tè e cacao. L’acido ossalico è tossico poiché blocca l’assorbimento del calcio, provocando danni al tessuto renale e vasale.
  • Acido fitico. Si trova nei cereali, nei legumi e nella frutta secca. Esso lega i metalli bivalenti, importanti per il funzionamento cellulare, riducendo l’assorbimento di rame, zinco, ferro e calcio.
  • Tiramina. La tiramina è una molecola estremamente tossica per l’organismo in quanto agisce sia sulla produzione ormone sia sulla funzionalità dei vasi sanguigni, aumentando la pressione arteriosa. Presente in numerosi cibi, la tirosina si trova negli alimenti fermentati e lievitati, come formaggi, birra, vino e caffè.

Tossine nel corpo umano

Gli organi come il fegato (ma anche i polmoni e i reni) hanno il compito di filtrare, neutralizzare e controllare i componenti che possono danneggiare il nostro organismo. Purtroppo il nostro corpo fa sempre più fatica a reagire, non solo ai pesticidi e ai metalli pesanti, ma anche agli additivi chimici aggiunti successivamente come conservanti, dolcificanti artificiali, coloranti o esaltatori di sapidità.

Anche se questi componenti aggiuntivi vengono assimilati come gli altri alimenti, lasciano nel nostro corpo dei residui che accumulandosi ci intossicano.

Corpo intossicato: sintomi

I sintomi principali che segnalano un organismo intossicato sono:

  • forte mal di testa, molto frequente,
  • insonnia o continua stanchezza,
  • ansia, apatia, irritabilità,
  • mancanza di concentrazione, problemi di memoria
  • pelle secca, perdita di capelli
  • mancanza di energie, fatica cronica
  • infezioni, herpes

Come eliminare le tossine

Esistono vari rimedi naturali per disintossicare il nostro corpo e depurarci dalle tossine accumulate.

Detox a tavola

Innanzitutto è fondamentale partire da una sana alimentazione. Vediamo come.

Cibi NO
• fast food
• frittura
• prodotti industriali
• zuccheri raffinati
• alimenti confezionati
• alcool

Cibi SI
cereali integrali
• frutta e verdura di stagione, meglio se bio
• spezie quali zenzero e curcuma, ricche di antiossidanti
semi di lino, ricchi di acidi grassi e omega 3

tossine nel fast food

I vari tipi di fast food sono particolarmente ricchi di tossine ed andrebbero di conseguenza limitati molto attentamente.

Consigli detox

  • Bere tanta acqua. Per depurare il nostro corpo dalle tossine è fondamentale bere molti liquidi ( acqua minerale non gasata, tisane, acqua calda e limone).
  • Fare sport. Mantenersi attivi accelera il processo di disintossicazione. Fare attività fisica almeno una volta al giorno aiuta infatti il drenaggio linfatico e quindi l’eliminazione delle tossine che ristagnano nei tessuti connettivi.
  • Fare bagni caldi. Docce, bagni caldi e saune, grazie al calore e all’umidità liberano i pori della pelle, eliminando le tossine del nostro organismo.
  • Massaggi. Un massaggio a secco, soprattutto se fatto dai 4 ai 5 minuti prima di fare il bagno, stimola il metabolismo, riattiva la circolazione sanguigna,favorendo l’eliminazione di impurità e scorie dall’organismo.
  • Integratori alimentari. Gli integratori possono essere dei preziosi alleati per depurare il corpo dalle tossine, come ad esempio l’alga spirulina, l’alga clorella, l’estratto di betulla o i cibi ricchi di clorofilla.

Altri spunti interessanti:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment