Design

Washit: la lavatrice che utilizza l’acqua della doccia

In casa tendiamo a sprecare litri e litri di acqua, specie per fare la doccia o la lavatrice. Quattro studenti universitari (Ahmet Burak Aktas, Adem Onalan, Salih Ilhan Berk e Burak Söylemez) hanno pensato al modo per riutilizzare per più usi lo stesso quantitativo di acqua.

Rendering of template gallery-filmstrip.php failed

Washit: la lavatrice che utilizza l’acqua della doccia

La loro invenzione si chiama Washit, una doccia che raccoglie e filtra acqua usata, per poi riutilizzarla per lavare vestiti o farsi successivamente un’altra doccia.

I quattro hanno vinto anche un  premio al concorso dell’iF Design Concept 2012: il premio speciale Hansgrohe, per il risparmio idrico strizzando l’occhio al design.

Come funziona? Washit è composto da una cabina che include sia la doccia che l’oblò della lavatrice.

Utilizza un sistema idraulico chiuso con due pompe, tre filtri (carbonio, biologica e chimica), una fase di pulizia UV, un riscaldatore e una unità di accumulo.

Mentre si sta facendo la doccia, Washit raccoglie l’acqua dal fondo della cabina doccia, la fa passare attraverso dei filtri e la raccoglie affinché possa essere utilizzata per fare una prossima doccia, o lavare i vestiti nella lavatrice posta di fianco.

LEGGI ANCHE SUL TEMA RISPARMIO ACQUA E DOCCIA:

Un ottimo modo per risparmiare acqua, utilizzandola più volte, che ne pensate?

GUARDATEVI SOTTO TUTTE LE IMMAGINI DI WASHIT I disegni di Washit, scoprili qui

 

Luca Scialò

Nato a Napoli nel 1981 e laureato in Sociologia con indirizzo Mass Media e Comunicazione, scrive per TuttoGreen da maggio 2011. Collabora anche per altri portali, come articolista, ghost writer e come copywriter. Ha pubblicato alcuni libri per case editrici online e, per non farsi mancare niente, ha anche un suo blog: Le voci di dentro. Oltre alla scrittura e al cinema, altre sue grandi passioni sono viaggiare, il buon cibo e l’Inter. Quest’ultima, per la città in cui vive, gli ha comportato non pochi problemi. Ma è una "croce" che porta con orgoglio e piacere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close