Aloe vera: benefici, controindicazioni e ricette

di Maura Lugano del 17 marzo 2016

Scopriamo tutte le proprietà e gli usi dell’aloe vera, uno dei rimedi naturali più noti ed efficaci, perfetta come antinfiammatorio, cicatrizzante e coagulante naturale.

Aloe vera: conosciuta fin dall’antichità, l’aloe vera (nome comune dell’aloe bardensis miller) è una pianta ancora oggi nota per le sue molteplici possibilità di utilizzo. Originaria dell’America del Sud, oggi ha il suo principale produttore nella Repubblica Dominicana, anche se può essere coltivata in tutti i luoghi secchi e caldi.

Si tratta di una pianta grassa dalle foglie carnose a ciuffo, lunghe 40-60 cm e provviste di spine lungo i lati, mentre a primavera spunta al centro della pianta un fiore rosso

Dalle foglie dell’aloe si estraggono sostanzialmente due componenti:

  • un succo denso e concentrato dalle numerose proprietà terapeutiche principalmente per uso interno
  • un gel per uso esterno. 

Cenni storici

Utilizzata fin dall’antichità,  anche per l’imbalsamazione presso gli Egizi, era la base di numerosi unguenti per la cura del corpo e per la cicatrizzazione delle ferite.

Solo dopo aver trovato un metodo per evitare l’ossidazione e la fermentazione della polpa dell’aloe, si aperta la sua commercializzazione.

Dagli anni ’50 si è diffusa in tutto il mondo, dapprima per il trattamento delle ustioni e poi come ingrediente per creme idratanti e poi anche come succo da bere.

Se volete estrarre da soli il gel dalla pianta di aloe (tra l’altro facilissima da curare in casa) vi abbiamo dedicato una guida che illustra il metodo in modo dettagliato per ricavare a casa il gel di aloe.

Aloe vera gel e aloe vera da bere

L’aloe vera si trova sotto forma di gel, ricavato dalla parte centrale delle sue foglie carnose, incolore e trasparente, è indicato puro o come ingrediente per l’uso esterno.

Il gel diluito con acqua è proposto commercialmente come succo di aloe, ma in sostanza è sempre gel, per uso interno.

Il succo di aloe è proposto come integratore multivitaminico, idratanti e mineralizzante naturale e anche come antitumorale, sebbene questa capacità non sia stata provata scientificamente.

In realtà esiste anche un vero succo di aloe, ricavato dalla scorza esterna verde delle foglie, un liquido viscoso e giallognolo che va usato come purgante in dosi bassissime per la presenza di molecole ad azione fortemente lassativa.

Si tratta di una droga da utilizzare solo in caso di forte stipsi e una volta sola per produrre feci molli, in una dose dell’ordine di 0,025 mg o meno, e comunque ordinata da un erborista abilitato o un medico.

Per i suoi effetti collaterali (crampi e dolori addominali, diarrea) di forte lassativo, è sconsigliato il fai-da-te!!

Aloe vera: coagulante e cicatrizzante della pelle

Aloe vera: coagulante e cicatrizzante della pelle

Aloe vera: benefici per la salute

Vediamone ora in dettaglio i principali benefici riscontrati per la salute

L’aloe vera è anche usata come sciroppo e risulta altamente nutriente per la presenza di proteine, vitamine, carboidrati e sali minerali.

Come cosmetico e medicinale rinforza e riattive le difese immunitarie, grazie alla presenza di un mucopolisaccaride come l’acemannano che, stimolando le cellule macrofaghe, ossia i globuli bianchi, aiuta a distruggere batteri, cellule tumorali ed altri agenti patogeni.

L’aloe svolge un’azione disintossicante e depurativa, soprattutto se consumata come bevanda.

E’ un potente antinfiammatorio, utile per curare affezioni come osteoartrite ed artrite reumatoide

Aiuta anche a ridurre  dolori, gonfiori o arrossamenti in seguito a distorsioni, strappi, contusioni, ustioni o scottature solari.

Ha anche notevoli proprietà anche come cicatrizzante e coagulante oltre ad essere utile come idratante per la pelle.

Funziona come antibiotico naturale perché è in grado di contrastare numerose infezioni (anche quelle di origine micotica) grazie alla sua capacità battericida.

Inoltre è in grado di svolgere una blanda azione antipiretica, antidolorifica ed analgesica perché stimola la produzione di endorfine.

Consiglio: potrebbe interessarvi la nostra grande: guida sui cosmetici naturali fai da te

Aloe vera tumori: le smentite

Secondo alcune teorie l’aloe vera può curare alcuni tumori, anche in fase avanzata.

Attenzione: l’AIRC dichiara che ad oggi, nonostante i numerosi studi e le note proprietà della pianta a livello cosmetico, non esistono prove che dimostrano un ruolo certo dell’aloe vera nella prevenzione o nella cura del cancro anche se alcuni dei composti contenuti nella pianta sono attualmente in fase di studio.

Negli anni ’90 è stato venduto un concentrato di aloe con il nome di T-UP da mangiare o iniettare che veniva pubblicizzato come coadiuvante nei casi di cancro, AIDS, herpes e altri disturbi autoimmuni.

Le autorità sanitarie lo hanno bloccato con accuse di frode. Le iniezioni in alcuni casi sono anche state fatali per alcuni malati.

Dunque, il gel e le creme a base di aloe sono indicate per il trattamento di piccole ferite e bruciature ma non hanno alcun effetto come anti-tumorali.

Aloe vera: molti i benefici per la saluta ma attenzione anche alle controindicazioni

Aloe vera: molti i benefici per la saluta ma attenzione anche alle controindicazioni

Aloe vera coltivazione

La coltivazione dell’aloe vera oggi avviene in regioni dal clima caldo e secco, soprattutto nell’America del Sud, anche se si sta diffondendo sempre più anche in Italia e in Spagna e in Israele.

Potete coltivarla anche voi in casa o sul terrazzo in vaso perché occupa poco spazio, non sviluppandosi verso l’alto, con le foglie più vecchie esterne orizzontali e quelle più interne a ciuffo.

  • Richiede molta luce
  • temperature non rigide
  • concimi ricchi in potassio
  • poca acqua, per cui basterà una volta alla settimana nel periodo estivo e non più di una volta al mese in inverno.
  • Basterà controllare che il terriccio sia asciutto prima di procedere all’annaffiatura.
  • E’ bene coltivarla in vaso per poterla portare in casa d’inverno, in quanto non resiste a temperature sotto i 20°.
  • Viene rinvasata normalmente in primavera tra marzo e aprile.
  • Prima è bene esaminare le radici per eliminare la parte marcia, spolverare con polvere radicante e lasciarla asciugare peralcuni giorni prima del rinvaso.
  • Ci sono due metodi per la moltiplicazione di questa pianta: per talea e dai semi.

Per talea si recidono i germogli laterali:

  • considerate che il periodo migliore è durante l’estate
  • è bene lasciarli asciugare e cicatrizzare alcuni giorni prima di invasarli con un compost specifico per talee, meglio se al buio.
  •  Se volete fare voi un terriccio ricordatevi di comporlo di un 40% di sabbia sterile di fiume, un 40 % di torba e il restante 20% di terriccio professionale.

Nel caso della moltiplicazione da seme, il periodo migliore è marzo:

  •  seminate in vaso o in grandi cassoni con un terriccio per piante grasse.
  • Essendo una pianta che ama il clima caldo, perché avvenga la germinazione però è importante tenere i contenitori a 20° circa.
shutterstock_71291347

L’aloe vera è un cosmetico e medicinale rinforza e riattiva le difese immunitarie, svolge un’azione disintossicante e depurativa

Aloe vera: controindicazioni

La natura ci abbia regalato una  vera e propria pianta miracolosa ma attenzione anche ai possibili effetti collaterali.

Le foglie contengono un principio attivo, gli antrachinoni, che possono causare disturbi, specie se l’aloe è ingerita.

Si potrebbero avere effetti irritanti per la mucosa dell’intestino

In caso di assunzione a dosi differenti da quelle bassissime prescritte, anche attacchi di diarrea, dolore addominale, nausea e vomito.

Va detto che i prodotti che sono ora in commercio non contengono aloina proprio per evitare questo rischio presente in particolare modo per l’assunzione del succo mentre non è rilevato nell’utilizzo esterno del gel.

L’aloe per uso interno è sconsigliata per lo stesso motivo in caso di gravidanza.

Inoltre fate attenzione perché in casi particolari l’aloe può interferire con l’azione di alcuni farmaci. Può causare problemi nella coagulazione del sangue, se si ingerisce sotto forma di compresse o succo.

Consigliamo comunque di contattare il vostro medico in caso assumiate altri farmaci e vogliate utilizzare prodotti a base di aloe vera.

Chi già soffre di allergie a tulipani, alla cipolla e all’aglio può essere sensibile anche all’aloe puro e ai prodotti che lo contengono. Quindi bisogna fare attenzione.

Dove trovare in vendita online prodotti a base di aloe vera:

Vi proponiamo anche questi prodotti a base di aloe vera e alcuni libri che parlano di questa pianta:

Aloe DoseCaliforniano
Prezzo € 9,00
Aloe Vera
Prezzo € 5,90
Aloe Vera - 500 ml
Integratore alimentare a base di erbe
Prezzo € 17,00
Sapone Naturale all'Aloe
Prezzo € 3,00
Succo di Aloe Vera
Confezione da 500 ml
Prezzo € 22,30
Il Valore dell'Aloe
Autori Vari
Storia, coltivazione, moderni impieghi salutistici
Prezzo € 15,00
Curare con Aloe
La svolta per molte malattie. Terapia del tessuto. Terapia Aloe. Difesa biologica del cancro, malattie renali, psoriasi, glaucoma, miopia, reumatismo
Prezzo € 14,00
Crema Mani - Pelle Secche - 50 ml
Prezzo € 6,10
Crema Viso Pelli Sensibili Super-Idratante
Prezzo € 18,00

Eccovi anche altri articoli sul tema dei rimedi naturali che vi consigliamo di leggere:

{ 3 comments… read them below or add one }

giulia settembre 4, 2014 alle 5:28 pm

ciao! ho iniziato a usare prodotti a base di aloe da non molto ma devo dire che offrono i loro risultati!

Rispondi

Roberto febbraio 3, 2014 alle 8:53 am

Consiglio il succo d’aloe prima dei pasti a chi soffre di problemi gastrici; esso, infatti, ha un effetto protettivo nei confronti della mucosa dello stomaco, inoltre ha un effetto depurativo

Rispondi

ignazio dicembre 11, 2012 alle 8:31 pm

quale differenza con aloe arborensces? ti ringrazio buona vita

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *