Ma bere acqua fa bene alla salute?

di Erika Facciolla del 9 marzo 2015

Ci è stato detto che bere acqua fa bene alla salute e ci vogliono almeno 2 litri al giorno per depurare l’organismo e far bella la pelle. Ma ora giunge un contrordine, fa male e crea dipendenza. Cosa sarà vero? Sfatiamo un po’ di miti sul bere acqua.

Bere tanta acqua fa bene: invece no. Per essere precisi, bere troppa acqua non farebbe affatto bene alla salute ma creerebbe una dipendenza paragonabile a quella indotta da alcune droghe. Non è uno scherzo, ma il risultato di una ricerca condotta da un team di ricercatori della Wihiteley Clinic di Londra secondo i quali l’assunzione giornaliera di una quantità eccessiva di acqua provocherebbe innescherebbe nel cervello umano una sorta di assuefazione chiamata ‘aquaholism’ e scatenerebbe una serie di effetti indesiderati anche gravi per l’organismo.

Negli ultimi anni sono infatti numerosi i casi segnalati come ‘dipendenza’ dal bere acqua, persone che dapprima sono attirate dalla promessa di una pelle più luminosa, un corpo disintossicato e maggior energia, ma che solo dopo cadono in una spirale di litri litri d’acqua ingurgitati ogni giorno perché non riescono più a farne a meno. Un caso famoso, Nigella Lawson, la guru inglese della cucina via tv, che è arrivata a bere fino a 6 litri d’acqua al giorno, e per sua stessa ammissione non riusciva a smettere.

Leggi anche:

Gli scienziati – guidati dal fondatore della clinica e responsabile dello studio, Mark Wihiteley – hanno stabilito che bere più acqua del necessario per periodi prolungati di tempo indurrebbe a disturbi del sonno, eccessiva sudorazione e conseguente irritazione della pelle, pericolosi sovraccarichi dei reni (che lavorerebbero più del necessario) e, nei casi più gravi, malattie cardiovascolari. Come dire che il troppo stroppia sempre, insomma.

Il professor Whiteley indica che anche l’iperidrosi, la sudorazione eccessiva, un disturbo così fastidioso socialmente da portare taluni a rimuovere le ghiandole sudoripare chirurgicamente, potrebbe in alcuni casi essere ricondotta alla troppa acqua ingerita. Così come nefasto per il nostro organismo è il bere tanto e in poco tempo, perché sovraccarica i reni, e se si beve la sera, li sottopone ad un lavoro eccessivo anche di notte, portando a svegliarsi diverse volte e diminuire così la qualità del sonno.

Ma allora, quali sono le quantità di acqua che dovremmo bere quotidianamente per assicurare al corpo la giusta reidratazione senza eccedere? L’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare afferma che le donne dovrebbero bere mediamente almeno 1,6 litri di liquidi al giorno, mentre gli uomini 2 litri, l’equivalente di 8 e 10 bicchieri d’acqua da 200 ml ciascuno.

Per stabilire con esattezza il giusto apporto di liquidi occorre comunque tenere presente delle variabili importanti, come il peso corporeo, la statura e il clima (d’estate e in generale nei luoghi caldi bisogna bere di più).

bottiglie-acqua

Bere acqua fa bene alla salute?

Ovviamente non solo acqua, ma anche latte e succhi di frutta naturali concorrono al raggiungimento dell’apporto consigliato ad ogni individuo. Bene anche té e caffé, purché il consumo sia contenuto, mentre da evitare assolutamente i cosiddetti ‘junk drink’, come alcolici e bevande gassate o piene di zuccheri.

Anche che mangiando si introducono altri liquidi arrivando fino a 0,5 l al giorno, soprattutto da frutta e verdura. Tenetene conto.

Il modo migliore per stabilire se si deve bere è il più semplice, se si ha sete, il corpo ci sta avvertendo di aver bisogno di fluidi, quindi si deve bere! Anche controllando il colore delle urine si capisce se si sta bevendo troppo o troppo poco. Se sono scure più si deve aumentare i bicchieri d’acqua, se troppo chiare, al contrario, diminuirli. Il colore ideale è giallo paglierino.

Dunque ricordate: anche l’acqua va bevuta con moderazione. Né troppa, né troppo poca.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *