Spremuta di arancia: così semplice così potente, un concentrato naturale di vitamina C

di ScriBio del 5 Luglio 2019

La spremuta di arancia è una ottima bevanda ricca di vitamina C grazie alle tante qualità del frutto. Semplice da preparare, piace a molti grandi e piccoli. Ma vediamo come preparare e conservare la spremuta, quando berla e che proprietà possiede.

Spremuta di arancia: così semplice così potente, un concentrato naturale di vitamina C

Cos’è una spremuta di arancia

La spremuta, oltre ad essere dissetante, offre un concentrato di benessere. Tante le sue proprietà: dal miglioramento del sistema immunitario alla riduzione dei segni dell’invecchiamento, dalla prevenzione del cancro alla disintossicazione del corpo.

L’elevato numero di benefici per la salute va attribuito ai nutrienti in essa contenuti: vitamina C, vitamina A, tiamina, acido folico, potassio, fibre, proteine, rame, magnesio, flavonoidi ed esperidina.

Quando bere una spremuta 

Le arance sono un frutto invernale, quindi si consiglia di bere spremute di arance fresche in quel periodo fino a marzo…poi il frutto inizia ad essere secco e non produce abbastanza succo.

La spremuta deve essere bevuta subito dopo la preparazione, in alternativa si potranno assumere prodotti confezionati che si trovano in commercio.

Bere ogni giorno una spremuta può essere una buona abitudine per un corpo sano per assumere in modo naturale vitamina C. Essendo questa altamente volatile – tende cioè a disperdersi nell’aria – si consiglia di preparare la spremuta e berla subito per godere di tutte le proprietà nutritive del frutto.

Se si lascia posare, la spremuta perderà la quantità di vitamine presenti: nel giro di 12 ore ne sarà priva.

Spremuta a colazione 

La colazione dei sogni per molti di noi si compone di caffè espresso, cornetto caldo e spremuta di arancia appena fatta.

In realtà il connubio caffè e spremuta non è consigliato perché il corpo si trova ad assimilare insieme caffeina e acido ascorbico e in realtà la caffeina contenuta nel caffè inibisce la capacità di assorbimento della vitamina C ed A oltre che dei minerali.

Spremuta di arancia

Spremuta di arancia, come prepararla 

Come si prepara una spremuta? Si spremono con uno spremiagrumi a mano o elettrico, mentre non sono indicati il frullatore o la centrifuga.

È un rituale oramai di uso comune, che non necessita nemmeno di spiegazioni: basta prendere due belle e succose arance, aprirle a metà e spremere. Viene eseguita anche al bar, con macchine un po’ più costose che fanno tutto da sole, basta introdurre solo i frutti interi.

Vi sono arance più adatte e altre meno succose: le migliori da spremere hanno la buccia più sottile. Le qualità migliori per la spremuta sono:

  • Tarocco
  • Moro
  • Sanguinella

L’arancia contiene naturalmente dello zucchero, non è quindi necessario dolcificare.

Le arance amare 

La spremuta di arance amare a differenza della varietà dolce è meno gradita ai più piccoli., ma è apprezzata dagli adulti, soprattutto perché molto dissetante. Il frutto amaro viene dall’albero di Citrus x Aurantium, sempre della famiglia degli agrumi, ma sembra derivare da un ibrido tra pomelo mandarino.

Questa varietà è molto utilizzata nella preparazione di prodotti alimentari, come marmellate e liquori e nei piatti agrodolci come condimento, per accompagnare carne bianca.

Come si conserva 

La spremuta di arance fresche va bevuta entro pochi minuti, affinchè possa regalare tutte le vitamine che contiene. Man mano che passa il tempo la vitamina si disperde.

Se si prepara la sera e si beve la mattina, si consiglia di metterla in frigo, di chiuderla ermeticamente e di agitare prima di assumerla. Dopo 12 ore il suo  contenuto di vitamine sarà quasi nullo.

Congelare la spremuta 

Secondo una recente ricerca alcuni alimenti se preparati e congelati non perdono le proprietà benefiche ma possono anche migliorarle: sembra che ad esempio le proprietà antiossidanti della spremuta di arance dopo il congelamento vengano assorbite ancora meglio dal nostro corpo.

In pratica, le sostanze benefiche – sebbene in quantità inferiori nella bevanda scongelata – durante il procedimento di congelamento e scongelamento si scomporrebbero in particelle più piccole e questo le rende facilmente assorbili dal corpo umano.

Spremuta di arancia

Spremuta di arance: valori nutrizionali 

La spremuta di arance fresche vanta un elevato contenuto di vitamina C con valori antiscorbutici, diuretici e depurativi.

L’arancia è anche ricca di flavonoidi che rafforzano il sistema immunitario e proteggono dai radicali liberi che causano l’invecchiamento di pelle e ossa.

In 100 gr di arancia troviamo:

  • 8 gr di carboidrati
  • 1,6 gr di fibre
  • 0,7 gr di proteine
  • pochissimi grassi

Calorie 

Generalmente il succo di frutta contiene diverse calorie, mentre la spremuta ne ha poche: 44 kcal ogni 100 gr di frutta. Si consiglia dunque nelle diete a regime ipocalorico.

Spremute di arance: ricette fai da te 

Per preparare una buona spremuta basta che il frutto si buono e succoso. Non serve altro. Vi diamo però alcun consigli per creare spremute e succhi golosi e dalle tante proprietà benefiche.

Spremuta calda con zenzero e miele 

Il succo di arancia con aggiunta di cannella e zenzero è un ottimo rimedio per la digestione, rilassante, favorisce il sonno, e va servito caldo. Ingredienti:

  • 350 ml di acqua
  • succo di 1 arancia
  • scorza di arancia
  • 2 stecche di cannella
  • 1 chiodo di garofano
  • zenzero fresco
  • miele

Preparazione. Lavate l’arancia e prendete la scorza, cercando di eliminare tutta la parte bianca. Spremete l’arancia e mettete in un pentolino l’acqua fredda, la scorza, il chiodo di garofano, la cannella e un pezzetto di zenzero. Mettere sul fuoco e portare ad ebollizione. Spegnete a lasciare per qualche minuto. Unite alla spremuta e bevete tiepida.

Spremuta d’arancia con carote e limone

Il succo di arance, carote e limone è un concentrato di antiossidanti. Bevanda molto diffusa soprattutto tra i prodotti industriali che si trovano in commercio. Si tratta di una ricetta che si può riproporre anche a casa, soprattutto se si è dotati di centrifuga o estrattore elettrico.

La bevanda, cosiddetto ACE, è genuina ricca di vitamina C posseduto dalle arance e limone, di betacarotene delle carote insieme a vitamine del gruppo B, acido folico, calcio, magnesio, potassio e ferro.

Spremuta di arancia: benefici

La spremuta di arancia fresca è ricca di proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e per questo contrasta i segni dell’invecchiamento cutaneo e della pelle e nello stesso tempo ha proprietà riconosciute nel combattere stati influenzali, mal di gola. Sono tanti i benifici che apporta l’arancia al nostro corpo dentro e fuori.

  • Migliora la pelle, grazie all’alto contenuto di vitamina C e antocianosidi , con alto potere antiossidante
  • Previene i danni causati dai radicali liberi all’apparato cardiocircolatorio. Grazie all’esperidina e alla narigenina che combattono i radicali liberi: in particolare l’esperidina sarebbe in grado di abbassare la pressione sanguigna e di ridurre l’ipertensione migliorando l’elasticità dei vasi sanguigni.
  • Riduce i sintomi dell’influenza, grazie all’alto contenuto di vitamina C che aumenta le difese immunitarie e aiuta la risoluzione degli stati influenzali. Riduce allergie, problemi respiratori e tosse.
  • Aiutare a migliorare i problemi provocati dalla cattiva digestione e stabilizza le funzioni intestinali.

Spremuta e diabete 

Il succo d’arancia è consigliato per i pazienti che hanno il diabete, poiché gli agrumi contengono poco zucchero e hanno elevata capacità diuretiche.

Bere succo di arancia per un diabetico vuol dire regolare naturalmente i livelli di zucchero nel sangue.

Inoltre l’alto contenuto di vitamina C protegge chi soffre di diabete di tipo C da eventuali infezioni e problemi di vista.

Spremuta e dieta dimagrante 

Ridurre l’accumulo di tessuto adiposo, per merito di un elemento contenuto nelle arance rosse, le antocianine: si consiglia di bere ogni giorno per tre mesi una spremuta a metà mattina per aiutare gli effetti della dieta dimagrante.

Spremuta di arancia

Spremuta per fegato e bile 

Il succo d’arancia, assunto come unico alimento tra i pasti, può essere di grande aiuto per il fegato, visto che ha la capacità di evitare la cattiva digestione, il gonfiore e la fermentazione degli alimenti.

Assumere spremute aiuta a produrre più bile ed è per questo indicato nei casi di insufficienza biliare.

Spremuta e gotta o artrite

L’acido urico che si deposita nelle articolazioni è causa di artrite e gotta: entrambe fastidiose. La spremuta di arancia aiuta a ridurre i livelli di acido urico allontanando i rischi di gotta e artrite.

Spremuta di arancia contro l’invecchiamento 

La vitamina C contenuta nel succo possiede molte proprietà antiossidanti riducendo i radicali liberi che provocano l’invecchiamento sia dal punto di vista estetico (pelle e capelli) sia interno all’organismo. Bere spremute d’arancia può essere quindi un ottimo metodo per prevenire o ridurre alcuni problemi che si accusano con l’età. Riduce infatti il rischio di:

  • arteriosclerosi grazie alle proprietà antiossidanti e antiaggreganti che migliorano la circolazione, impedendo il formarsi dei trombi nelle arterie.
  • ipertensione mantenendo una buona pressione sanguigna
  • perdita di udito, la vitamina C è un ottimo aiuto per prevenire la sordità
  • perdita della vista, la vitamina C è un valido aiuto per prevenire la perdita della vista e la cataratta.
  • cancro, le ricerche recenti dimostrano che un’assunzione elevata di vitamina C aiuta a ridurre le possibilità di alcune forme tumorali.

Spremute di arance: controindicazioni 

La spremuta d’arancia può avere controindicazioni poiché è una bevanda dalla componente fortemente acida. Non è consigliata nel caso di patologie gastriche e infiammazioni dello stomaco.

Si sconsiglia di assumere spremute la sera, perché può portare acidità di stomaco o reflusso.

Non bere spremuta in associazione al latte: l’acido citrico contenuto nel succo degli agrumi fa coagulare le proteine del latte nello stomaco causando gonfiori e digestione pesante.

L’ideale è bere una spremuta bella fresca a metà mattina come merenda o nel pomeriggio, lontano da altri pasti per poter godere a pieno di tutti i suoi benefici.

Altre informazioni

Potrebbero interessarvi altri articoli sui succhi, dissetanti, dimagranti, ricchi di fibre e vitamine:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment