Come allontanare i piccioni con metodi naturali

di Marika Chiaromonte del 5 ottobre 2015

I piccioni costituiscono una presenza potenzialmente pericolosa anche per le molteplici malattie che possono portare. Vediamo dunque come allontanare i piccioni e gli altri volatili con rimedi interamente naturali.

I piccioni si sa, non sono di certo i volatili più amati, tanto meno i più puliti. Balconi “tappezzati”, piantine e orticelli distrutti. Uno spettacolo non proprio piacevole per i sensi, che spesso ispira pensieri… “vendicativi”.
Ma noi di TuttoGreen siamo contro la violenza ad ogni livello, soprattutto contro gli animali. E poi perché ricorrere alle maniere forti quando possiamo utilizzare dei metodi anche simpatici per tenerli lontani dal nostro habitat?
Senza pensare che utilizzando pesticidi o altri veleni facciamo del male innanzitutto a noi stessi.

Metodi casalinghi per allontanare i piccioni

Se, come logico, abitando in aree urbane non si può ricorrere al vecchio metodo dello spaventapasseri, possiamo provare a decorare ringhiere e balconi con striscioline di carta colorata o argentata: il riflesso spaventerà i piccioni e li terrà lontani.

Per non parlare della naftalina sparsa qua e là in sacchetti di panno. Odore non proprio gradito ai nostri altrettanti indesiderati ospiti.

E ancora, se volete altre idee su come allontanare i piccioni con metodi naturali, ecco delle belle girandole colorate o dei maxi stuzzicadenti piantati nei vasi oppure ancora dei vecchi cd-rom tra i frutti del nostro orticello, costringeranno i nostri volatili a cercare posto altrove.

Dissuasori per piccioni:

Un’altra classe di rimedi a cui si ricorre da sempre per allontanare i piccioni da terrazzi, cornicioni, grondaie è data dai dissuasori per piccioni, che possono essere di tipo meccanico, elettrico, o ad ultrasuoni.

Tra i dissuasori meccanici, i più popolari sono i classici dissuasori ad aghi, che, si badi bene, non “infilzano” il volatile, ma semplicemente gli impediscono di appoggiarsi, persuadendolo a cercare ospizio altrove.
Altri tipi di dissuasori meccanici sono le reti e i fili in acciaio: non forniscono un appoggio gradito ai piccioni, che sono soliti abbandonarlo in fretta.

I dissuasori elettrificati rilasciano una piccola scossa elettrica al piccione, che è spinto ad allontanarsi rapidamente: questo metodo, più costoso del precedente, è naturalmente controindicato qualora in questi spazi si trovassero animali domestici o bimbi.

L’ultima tipologia di dissuasori è data dai dissuasori per piccioni ad ultrasuoni: è il tipo di rimedio che presenta minori controindicazioni, ma per contro il costo è maggiore.

E quindi terrazzi puliti, ortaggi salvi e bambini indaffarati a costruire innocue armi-antipiccioni.
Che ve ne pare? Ottima soluzione, no?

Vi segnaliamo infine alcune offerte online tra quelle trovate col prezzo più competitivo:

{ 7 comments… read them below or add one }

linda settembre 14, 2016 alle 3:22 pm

i dissuasori metallici (SPUNTONI) uccidono eccome, gli uccelli hanno la vista laterale e non li vedono correttamente. A milano ad esempioi dissuasori metallici sono vietati dal 2005 dal regolamento comunale. Meglio i dissuasori inplastica

Rispondi

Allontanamento piccioni novembre 24, 2014 alle 8:55 pm

Esistono molti rimedi che non danneggiano gli animali. Tipo i dissuasori meccanici che rendono “difficile” ai piccioni appoggiarsi in determinate zone. Preferiamo trovare soluzione come queste, pratiche ed efficaci 😀 senza veleni

Rispondi

Roberto ottobre 2, 2013 alle 5:28 pm

Purtroppo sono metodi già utilizzati che funzionano per un certo periodo e poi bisogna trovarne di nuovi. Io, in preda all’esasperazione, mi sono fatto installare una rete anti volatili, che non è un metodo naturale ma sicuramente non è nocivo. Qui troverete informazioni più dettagliate: http://www.mondoelettronica.com/volatili.htm

Rispondi

Greg settembre 8, 2012 alle 8:49 pm

… cara signora Cecilia … eliminiamo tutte le ovvietà, perchè lei ne sa più di tutti ovviamente … in questo momento sto eliminando tutte le ovvietà dal mio balcone, ma spero tanto che un giorno lei passi da qui sotto e in quel preciso momento alzi la testa con la bocca aperta con tanti colombini che la guardano dall’alto … P.S. prima del “che” non si mette la virgola

Rispondi

El Clandestino agosto 2, 2012 alle 12:44 am

Devo dire la verità la naftalina non l’ho ancora provata. Comunque le girandole funzionano solo se c’è vento e le striscioline argentee solito discorso delle girandole :/

Rispondi

salvo ottobre 6, 2011 alle 3:27 pm

Cecilia, sicura di avere provato TUTTO?
Riguardo a quello che definisci “rumore inutile”, non la vediamo affatto così: la diffusione di best practice amiche dell’ambiente è uno dei cardini su cui si basa lo sviluppo di una vera Green Economy.

Rispondi

cecilia winterhalter ottobre 5, 2011 alle 9:11 pm

Si, si tutto molto divertente…solo che non funziona (già provato tutto)!
Ora dato che quello che volete è fare pubblicità alla green economy, evitate di fare scrivere persone, che riempiono solo spazio con ovvietà. Questo, oltre a non servire allo scopo che si prefigge l’articolo, nuoce alla causa.
In Italia ci sono già troppe persone che parlano, evitiamo di contribuire al “rumore” inutile.

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *