Rimedi naturali per smettere di fumare

by Erika Facciolla on 21 gennaio 2016

Smettere di fumare, si sa, è molto più difficile di quanto non sia iniziare. Tuttavia, ci sono molti aiuti erboristici, rimedi naturali e buone pratiche alimentari che possiamo attuare per liberarci dal fumo e tornare a respirare liberamente. Vediamo quali sono i più efficaci.

Quante volte avete tentato di smettere di fumare senza mai riuscirci davvero? L’odiosa dipendenza dalla nicotina è una delle più complesse da estirpare e molto spesso le alternative alle sigarette che si trovano in commercio (cerotti, gomme, sigarette elettroniche, ecc) si rivelano tutt’altro che efficaci.

In natura, invece, esistono dei validi rimedi erboristici che possono realmente aiutarci a smettere di fumare, rendendo il difficile percorso di eradicazione dalla dipendenza delle ‘bionde’ più soft e meno traumatico.

Oltre alle erbe officinali, per smettere di fumare occorre adottare anche delle buone abitudini alimentari evitando quei cibi e quelle bevande che ‘attivano’ il desiderio di accendere una sigaretta e sposando uno stile di vita sano e attivo.
Prima di soffermarci sui rimedi naturali per smettere di fumare, vediamo quali sono le regole alimentari d’oro per sostenere dire ‘stop’ alla nicotina e riscoprire il piacere di vivere liberi dalle sigarette.

smettere di fumare

Sapete che sci sono diversi rimedi naturali per smettere di fumare?

Leggi anche:

Rimedi naturali per smettere di fumare: cosa evitare a tavola

Se il vostro obiettivo è smettere di fumare, la prima cosa da fare è bandire dalla dieta quelle abitudini alimentari che ‘accendono‘, direttamente o indirettamente, il desiderio di una sigaretta. In particolare, sono da evitare il caffé e gli alcolici, ed è importante non mangiare lcarne rossa. Anche i dolci ed i cibi grassi in genere sono da bandire, proprio per il loro effetto di stimolazione del desiderio del fumo.

Al contrario, per smettere di fumare occorre consumare alimenti capaci di ‘spegnereil desiderio di nicotina poiché in grado conferire un retrogusto ancora più amaro, sgradevole e ‘fumoso’ di quanto una sigaretta non abbia già. In particolare: latte freddo, agrumi, verdura come carote, cetrioli, sedano, zucchine e melanzane, yogurt magro.

smettere di fumare

Tra i rimedi naturali per smettere di fumare c’è il mangiare più frutta e verdura, anche sotto forma di frullati

Studi scientifici hanno inoltre dimostrato il valore ‘terapeutico’ del consumo di alcuni cibi nel consolidare la forza di volontà di chi cerca di smettere di fumare in  modo naturale. Inoltre alimenti come cereali, pomodori ed insalata sembrano dare subito un senso di sazietà, eliminando la tentazione di accendere una sigaretta. E poi frutta e verdura rendono peggiore il sapore del tabacco, al contrario di caffè e carne che tendono, invece, ad esaltarlo.

In particolare uno studio della Buffalo University, pubblicato sul Nicotine and Tobacco Journal, rileva come ‘consumatori ‘verdi’ abbiano 3 volte più possibilità di smettere di fumare per almeno un mese. Esaminando 1.000 fumatori dai 25 anni in su si riscontra un effetto barriera svolto da una dieta verde, una sorta di disintossicazione vegetale che non discrimina per sesso, età e livello di istruzione.

Rimedi naturali per smettere di fumare: cosa mangiare

Frutta secca. Sgranocchiare frutta secca, noci, noccioline e mandorle, specie se lentamente, sembra essere un ottimo diversivo per ingannare la mente quando il desiderio di fumare diventa irrefrenabile. Niente male anche per regalarsi una bella carica di energia, proteine e oli essenziali per il benessere di mente e corpo.

Ginseng e liquirizia. E’ ormai provato che il consumo di ginseng inibisce il rilascio di dopamina prodotta da alcune aree del cervello quando si fuma, riducendo così la sensazione di piacere che questo neurotrasmettitore trasmette ai centri nervosi. La liquirizia, invece, ha un sapore marcato e una persistenza talmente duratura in bocca da far passare la voglia di sigaretta anche ai fumatori più incalliti. Attenzione a non abusarne però: la liquirizia aumenta la pressione sanguigna e favorisce la ritenzione idrica.

smettere di fumare

Cosa mangiare per Rimedi naturali per smettere di fumare? Mele, ginseng e liquirizia, caramelle alla menta e frullati

Frullati. Quando si cerca di smettere di fumare aumenta automaticamente la voglia di cibi dolci. Per vincere questo desiderio ed evitare gli eccessi calorici, consumate frullati di frutta fresca fatti in casa con agrumi (che come detto alterano il sapore della sigaretta rendendolo più sgradevole) e frutta naturalmente zuccherina o molto matura (banane, fragole, mele, ecc) è una buona abitudine per supportare la lotta al fumo assicurandosi il pieno di vitamine e sali minerali.

Gomme senza zucchero e caramelle alla menta. La dipendenza dalla nicotina può essere combattuta ingannando il cervello con piccole ‘astuzie’ che a lungo andare possono aiutare a smettere di fumare. Tenere impegnata la mente e la bocca con una gomma da masticare o una caramella alla menta (meglio senza zucchero) è un’ottima tecnica funzionale allo scopo.

Acqua. Per chi sta cercando di smettere di fumare, bere molta acqua non è il solito consiglio salutista che ci si sente spesso ripetere. In questo caso, infatti, bere molto significa espellere dall’organismo la nicotina attraverso l’urina e ‘purificare’ così l’organismo dai suoi effetti.

Vi potrebbe interessare come… Curarsi con le erbe: la nostra guida

Rimedi naturali per smettere di fumare: le erbe officinali

Passiamo ora ai rimedi erboristici più noti per l’efficacia dimostrata nella lotta alla dipendenza dalla nicotina. Se il vostro obiettivo è smettere di fumare con metodi naturali e senza fretta, potete provare una delle seguenti erbe officinali che dovrebbero rendere il percorso molto più agevole.

 smettere di fumare con iperico

Per smettere di fumare è utile anche l’iperico i cui principi attivi agiscono come tonico sul sistema nervoso al posto della nicotina.

Iperico. Studi condotti dal National Cancer Institute degli USA hanno stabilito che l’assunzione regolare dell’Erba di San Giovanni (o iperico) è un valido aiuto per smettere di fumare. I principi attivi contenuti in questa pianta, infatti, agiscono come tonico sul sistema nervoso centrale (contrastando gli stati d’ansia e la depressione) e sul sistema digestivo e respiratorio, riducendo così la dipendenza dal fumo.

Lobelia. Considerata un vero e proprio sostituto della nicotina in quanto produce sostanze che possono aiutare a combattere i sintomi della dipendenza da fumo e superare le crisi di astinenza. Essendo tossica, però, è importante consultare sempre un medico prima di assumerla ed evitare il sovradosaggio o le cure fai-da-te.

Paglia di avena. Contiene delle sostanze stimolanti per il sistema nervoso e aiutano la circolazione sanguigna.

Valeriana. E’ un calmante naturale usata per ridurre la sensazione di agitazione, gli stati d’ansia e la sensazione di stanchezza. Assieme all’iperico e alla paglia d’avena è considerata dagli erboristi un’erba utilissima per smettere di fumare.

smettere fumo

E una sana abitudine per smettere di fumare è fare sport quotidianamente.

Ricordate, infine, che una sana abitudine per smettere di fumare è fare sport quotidianamente. L’attività fisica, infatti, acuisce i fastidiosi disturbi indotti dal fumo (tosse, catarro, mal di gola) e paradossalmente incrementa nel fumatore il desiderio di liberarsene, di sentirsi meglio e di migliorare le proprie performance. Provare per credere!

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *