Erbe medicinali e aromatiche

Erbe officinali: l’elenco completo e le principali proprietà

Le più diffuse, quelle che vengono coltivate e le più usate in cucina e per le tisane

Fin dai tempi più remoti, le numerose proprietà di erbe officinali e piante medicamentose sono oggetto di ricerca e interesse per l’uomo. Sono comprese sia le erbe medicinali che le erbe aromatiche. e alcune delle erbe alpine più conosciute. Di queste erbe si seleziona la parte ritenuta utile (foglie, cime fiorite, frutti, radici, rizomi, bulbi, corteccia, semi, gemme). Se ne ricava quella che viene definita ‘droga officinale’ Oggi, queste erbe sono alla base di numerose preparazioni dell’erboristica e della fitoterapia allo scopo di curare la nostra salute.

Erbe officinali: l’elenco completo e le principali proprietà

Erbe officinali: cosa sono

Si tratta di tutti quei vegetali, presenti in natura, o coltivati, a scopo prevalentemente curativo, presenti nei laboratori degli speziali. Questi artigiani conoscevano le proprietà delle varie erbe mediche, le tecniche di raccolta, preparazione e conservazione, e le impiegavano per realizzare rimedi medicamentosi, prodotti cosmetici e profumi.

In questo contesto, il termine ‘erbe’ sta ad indicare un insieme di foglie, piante, spezie, arbusti, alberi, frutti, semi, radici ed altre parti di essi, adatti a conservare in salute l’organismo umano, e talvolta anche quello animale.

La legge del 6 gennaio 1931 n. 99 definisce piante officinali tutte quelle piante (tra cui anche quelle aromatiche e d’essenza) contenenti sostanze e principi attivi utili ai fini curativi, terapeutici o in grado di regalare benessere e sollievo all’organismo.

Entrate a pieno titolo nella legislatura italiana, ma note fin dall’antichità, tali erbe subiscono accurate lavorazioni in laboratorio, come essiccazione, distillazione e macerazione… prima di poter essere immesse sul mercato e utilizzate.

Erbe officinali:

Erbe officinali: elenco

Quelle appena citate sono solo le più importanti, ma ne esistono molte altre. Ecco l’elenco con le relative proprietà.

  • Abete bianco: rimineralizzante, antireumatico e balsamico
  • Acerola: antiossidante e immunostimolante, dall’azione anche tonica e stimolante
  • Achillea: spasmolitica, allevia i dolori addominali. È anche digestiva e vasoprotettrice
  • Alloro: digestivo e balsamico
  • Aloe Vera: lenitiva, protettiva gastrica ed immunostimolante
  • Altea: protettiva gastrica e dolcemente lassativa
  • Amamelide: lenitiva e astringente
  • Angelica: digestiva e spasmolitica, calma i dolori addominali
  • Anice verde: digestivo e sgonfiante
  • Arnica: lenitiva e antireumatica
  • Artiglio del Diavolo: lenitiva, antireumatica, spasmolitica e digestiva
  • Assenzio: digestiva
  • Bardana: depurativa, ipoglicemizzante e cicatrizzante
  • Basilico: digestivo e balsamico
  • Betonica: rilassante antistress
  • Betulla: drenante e antireumatica
  • Biancospino: rilassante, ipotensivo, antiaritmico e antistress
  • Borragine: ipocolesterolemizzante ed antireumatica
  • Calendula: lenitiva, spasmolitica e cicatrizzante
  • Cannella: digestiva, antisettica e tonico/stimolante
  • Camomilla: calmante dei dolori addominali, protettiva gastrica e sfiammante oculare
  • Carciofo: depurativo, digestivo e ipocolesterolemizzante
  • Cardo mariano: depurativo e digestivo
  • Carpino: espettorante ed emolliente delle vie respiratorie
  • Carvi: sgonfiante e digestiva
  • Celidonia: antisettica
  • Centella: drenante, cicatrizzante ed elasticizzante
  • Centinodia: drenante
  • Chiodi di Garofano: digestiva, antisettica, sgonfiante e balsamica
  • Cicoria: digestiva, diuretica, drenante e dolcemente lassativa
  • Citronella: astringente, antisettica e tonificante dell’umore
  • Consolida: lenitiva, emolliente e cicatrizzante
  • Coriandolo: sgonfiante e digestivo
  • Curcuma: digestiva, ipocolesterolemizzante e antiossidante
  • Echinacea: cicatrizzante ed immunostimolante
  • Elicriso: lenitivo
  • Enotera: lenitiva ed elasticizzante
  • Epilobio: lenitiva, astrigente de espettorante
  • Erba di San Pietro: antisettica e antibatterica
  • Erba catiorà: espettorante/emolliente
  • Erica: diuretica
  • Erisimo: espettorante/emolliente e lenitiva
  • Eucalipto: espettorante ed emolliente delle vie respiratorie
  • Escolzia: rilassante e lenitiva
  • Eufrasia: lenitiva, antiallergica e sfiammante oculare

Altre erbe usate in fitoterapia

  • Farfaraccio: espettorante/emolliente e spasmolitica
  • Fieno greco: tonica/stimolante, ipocolesterolemizzante ed ipoglicemizzante
  • Finocchio Selvatico: sgonfiante e digestivo
  • Fiordaliso: lenitiva, astringente e sfiammante oculare
  • Frangula: lassativa
  • Frassino: drenante e antireumatica
  • Frassino da Manna: dolcemente lassativa, ed espettorante/emolliente delle vie respiratorie
  • Ficus: dimagrante e protettiva gastrica
  • Fumaria: depurativa e vasoprotettrice
  • Galega: ipoglicemizzante
  • Gaultheria: espettorante, antisettica, spasmolitica, antireumatica e balsamica
  • Genziana: digestiva
  • Genepy: digestiva, espettorante e antispasmodica
  • Ginepro: digestiva, antireumatico ed espettorante
  • Ginkgo biloba; antiossidante e vasoprotettrice
  • Ginseng: immunostimolante e tonico/stimolante
  • Gramigna: diuretica
  • Griffonia: tonica dell’umore e rilassante/antistress
  • Ibisco: antiossidante, vitaminizzante, dolcemente lassativa e vasoprotettrice
  • Iperico: tonificante dell’umore e cicatrizzante
  • Ippocastano: astringente e vasoprottetrice
  • Jojoba: lenitiva ed elasticizzante
  • Lavanda: rilassante, spasmolitica, lenitiva e antistress
  • Liquirizia: digestiva, protettiva gastrica ed espettorante. Tonica/Stimolante e dolcemente lassativa
  • Luppolo: rilassante, digestiva e antistress
  • Malva: lenitiva, protettiva gastrica e dolcemente lassativa
  • Marrubio: espettorante e digestiva
  • Melissa: rilassante, digestiva, antinausea e antistress
  • Menta: tonica/stimolante, digestiva, antinausea
  • Mirra: astringente, antisettica e cicatrizzante
  • Mirtillo nero: vasoprotrettrice, astringente, antiossidante/vitaminizzante, benessere della vista
  • Mirtillo rosso: astringente e dolcemente lassativo
  • Olmaria: diuretica e antifebbrile
  • Origano: sgonfiante e digestivo
  • Ortica: diuretica, remineralizzante e antianemica

Erbe officinali

L’elenco delle erbe officinali prosegue

  • Parietaria: diuretica e depurativa
  • Partenio: calmante dei dolori addominali
  • Passiflora: rilassante
  • Piantaggine: lenitiva, antiallergica ed espettorante/emolliente
  • Pilosella: diuretica
  • Pino mugo: balsamica, antisettica ed espettorante/emolliente delle vie respiratorie
  • Polipodio: depurativa, espettorante/emolliente e dolcemente lassativa
  • Primula: espettorante/emolliente delle vie respiratorie, rilassante
  • Psillio: dolcemente lassativa
  • Rabarbaro: digestivo e lassativo
  • Ribes nero: antireumatico, antiallergico, antiossidante e vitaminizzante
  • Rooibos: antiossidante
  • Rosa canina: antiallergica, antiossidante, immunostimolante e vitaminizzante
  • Rosa mosqueta: cicatrizzante
  • Rosmarino: depurativo, tonico/stimolante e ipocolesterolemizzante
  • Rusco: diuretica e vasoprotettrice
  • Salvia: digestiva, ipoglicemizzante e antisudorale
  • Sambuco: diuretica, antiossidante, vitaminizzante e antifebbrile
  • Senna: lassativa
  • Stella alpina: astringente, antireumatica e abbassa il colesterolo
  • Tarassaco: digestivo, depurativo ed ipocolesterolemizzante
  • Tiglio: rilassante, lenitiva ed espettorante/emolliente
  • Timo: digestiva, antisettica ed espettorante/emolliente
  • Trifoglio rosso: estrogenica
  • Valeriana: spasmolitica, rilassante, antistress
  • Verbasco: espettorante ed emolliente delle vie respiratorie
  • Verbena odorosa: digestiva, rilassante e antistress
  • Verga d’oro: diuretica, drenante, antiossidante e vasoprottetrice
  • Veronica officinalis: ha una funzione galattagoga, diuretica, depura il sangue, cura reumatismi e gotta
  • Viburno: antiallergico, emolliente delle vie respiratorie, calmante dei dolori addominali
  • Vite rossa: antiossidante/vitaminizzante, vasoprotrettrice, depurativa ed ipocolesterolemizzante
  • Zenzero: rilassante e digestivo

Quali sono le erbe officinali più richieste?

Quelle usate più comunemente sono:

  • Liquirizia. La radice favorisce la digestione e ha azione regolatrice della pressione sanguigna. Le vengono inoltre riconosciute anche proprietà antinfiammatorie, espettoranti e protettive della mucosa gastrica
  • Camomilla. Buon sedativo: combatte l’ansi a e l’insonnia. Agendo come miorilassante naturale, allevia i crampi addominali e gli spasmi muscolari. Inoltre, la sua azione antinfiammatoria, è molto efficace su cute e mucose
  • Lavanda. Potente disinfettante, fa bene all’apparato respiratorio ed è anche rilassante
  • Timo. Dalle proprietà balsamiche e antisettiche, viene usato in cucina per aromatizzare molte pietanze
  • Zenzero. Ottimo antiossidante, sotto forma di tisana è utile per attenuare i sintomi di tosse e raffreddore
  • Basilico. Oltre a insaporire numerose pietanze, aiuta a digerire ed è perfetto per trattare artrite e bronchite

Quali erbe officinali coltivare?

In genere, le erbe officinali crescono allo stato spontaneo. Tuttavia, in molti casi, le si coltivano pure. Coltivarle permette di controllare meglio le condizioni ambientali in cui la pianta cresce e si sviluppa, e da cui poi dipende il contenuto in principi attivi.

Si tratta di piante che non necessitano di grande cura. La maggior parte di esse infatti sono erbe spontanee.
La concimazione e i trattamenti antiparassitari permettono una crescita sana e veloce.

Ecco le principali che vengono coltivate.

  • Achillea: la foglia piccantina dona brio all’insalata. Fiori e foglie servono per aromatizzare i liquori
  • Alchemilla: una delle erbe più usate per le caramelle balsamiche. Le foglie giovani si aggiungono nelle insalate e per aromatizzare il tè
  • Malva: bellissima per i fiori viola, le sue foglie e i germogli giovani, ricchi di vitamina A, B e C, lessati sono un‘ottima verdura. Lenisce le irritazioni delle mucose del cavo orale e della gola
  • Marrubio: stimola le difese immunitarie, favorisce il processo digestivo e depura l’organismo. Le sue foglie sono usate anche per preparare birra e liquori
  • Menta: la varietà Piperita è la più utilizzata in cucina, per arricchire bevande e insalate. Facilita la digestione e ha un effetto lenitivo e rinfrescante
  • Piantaggine: utile per accelerare la guarigione delle ferite, i suoi semi hanno un elevato contenuto di fibre e, se messi nell’acqua, creano una mucillagine utile contro il colesterolo
  • Salvia: la regina delle erbe aromatiche che serve per aromatizzare svariate preparazioni. Molti la cucinano anche fritta. I suoi fiori si possono aggiungere all’insalata oppure si possono usare per ottenere una tisana leggermente balsamica
  • Sambuco: i suoi fiori bianchi si prestano in cucina a mille preparazioni. Fermentati servono per produrre bevande alcoliche, mentre i frutti svolgono un’azione antiossidante e antivirale
  • Timo: pianta profumatissima che facilita la digestione e versatile in cucina

Erbe officinali in cucina

Definite anche aromatiche, queste erbe vengono ricercate e coltivate soprattutto perché ritenute interessanti per il loro profumo e il loro gusto. Vengono infatti largamente impiegate in cucina e nella produzione di bevande e liquori.

Erbe officinali

Ricordiamo le principali di cui abbiamo già spiegato utilizzi e proprietà.

  • Achillea
  • Basilico
  • Borragine
  • Cannella
  • Chiodi di garofano
  • Cicoria
  • Coriandolo
  • Menta
  • Origano
  • Ortica
  • Pimpinella
  • Salvia
  • Sambuco
  • Timo
  • Veronica officinalis

Erbe officinali per tisane

Le tisane sono estratti di piante in cui, come solvente, viene utilizzato esclusivamente l’acqua, a varie temperature.

In base al tipo di principi attivi da estrarre e dalla consistenza dell’erba, esistono tre modalità di preparazione:

Erbe officinali

Le principali erbe usate per fare infusi e tisane, da sole o mixate ad altre, per sfruttare in sinergia le loro proprietà, sono:

  • Altea
  • Anice
  • Arancio dolce
  • Bardana
  • Betulla
  • Biancospino
  • Camomilla
  • Cannella
  • Carciofo
  • Cardo mariano
  • Equiseto
  • Erica
  • Finocchio
  • Galega
  • Garofano
  • Ibisco
  • Lavanda
  • Liquirizia
  • Malva
  • Melissa
  • Melissa
  • Menta
  • Mirtillo nero
  • Ortica
  • Passiflora
  • Pilosella
  • rooibos
  • Rosa canina
  • Rosmarino
  • Sambuco
  • Stevia
  • Tarassaco
  • Tiglio
  • Timo
  • Valeriana
  • Verbena
  • Verga d’oro
  • Zenzero

Altri approfondimenti

Ecco anche un rimando alle nostre guide di dettaglio per conoscere le proprietà di altre singole erbe medicinali:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button