Animali

La lista degli animali con la H

L'elenco completo degli animali i cui nomi cominciano con la lettera H

Stilare l’elenco degli animali con la H non è semplicissimo. Gli animali con la A o gli animali non la C, sono ben più numerosi. Seppur pochi, esistono però anche animali con nomi che iniziano con la lettera H. Ad eccezione di uno, sicuramente gli altri saranno una novità per tutti.

La lista degli animali con la H

Questo elenco sarà quindi utilissimo per le ricerche di scienze dei nostri bambini o per fare bella figura e portare a casa una bella vittoria durante i giochi di società, come “Cose, animali e città”.

Animali con la H: i cani

Partiamo dal caso più semplice

  • Husky. Usato principalmente per trainare le slitte nei Paesi Artici, è una delle razze di cane più note e tra le più apprezzata per la sua bellezza. Dagli spettacolari occhi di uno azzurro chiarissimo, quasi ghiaccio, è caratterizzato da un folto manto a pelo lungo, di colore nero sul dorso e bianco sulla pancia. A volte è focato. Nato come animale da lavoro (in Siberia lo utilizzano per trainare slitte con carichi pesanti, oltre che per le gare), è un cane che si adatta anche alla vita domestica. Piuttosto allegro e giocherellone, ama avere i suoi spazi di libertà. Nel suo ambiente naturale, vive in branco e tende ad avere un atteggiamento aggressivo nei confronti delle prede più piccole. Fisicamente raggiunge una stazza medio-grande, con un peso che, nei maschi, può raggiungere i 30 kg. Se portato regolarmente a camminare e alimentato in maniera adeguata, ha una vita piuttosto longeva che si attesta attorno ai 12-15 anni.

Animali con la H: i pesci

Andiamo ora ad esplorare l’ambiente acquatico.

  • Halibut. Nome che indica alcune specie di pesci marini che appartengono alle famiglie di Paralichthyidae, Pleuronectidae e Psettodidae. In genere, queste varietà hanno grandi dimensioni e presentano forma piatta e allungata che permette di mimetizzarsi. Alcuni esemplari possono essere mangiati perché presentano carni bianche e tenere. Per la pesca vengono utilizzate delle reti da strascico di grandi dimensioni, attraverso le quali catturare più esemplari insieme. Il record risale al 2014 ed è quello di un halibut lungo 242 cm e pesante 190 kg. Venne recuperato con grande fatica nel mare di Vannøya di Troms.

 

  • Ippocampo. Il cavalluccio marino nuota all’indietro, muovendosi lungo un asse verticale e non orizzontale. La forma è molto particolare: ha un collo ricurvo e la testa che ricorda il uso di un cavallo (da cui il nome). Il resto del corpo si prolunga in una linea elegante e sinuosa. Si trova in ogni parte del mondo. Il sistema di riproduzione è parecchio singolare. Prima dell’accoppiamento, il maschio balla e la femmina depone le uova già fecondate nella borsa del maschio.
animali con la h: ippocampo/hippocampus
Uno degli animali più affascinanti che popolano i mari è il cavalluccio marino.

Animali con la H: gli uccelli

Concentriamoci ora sulla categoria dei volatili.

  • Hoatzin. Appartenente al genere degli Opisthocomus, è un uccello della foresta tropicale, diffuso nelle paludi tropicali dell’America Latina e dell’Amazzonia. Grande più o meno quanto un fagiano, può raggiungere una lunghezza totale di 65 cm, per un peso 700–900 gr. Presenta una colorazione più variegata. Ha un collo molto lungo e una testa piccola, sulla quale spicca una chioma folta, rigida al tatto e di solito orientata verso il retro. La coda, color camoscio, è lunga, con la parte inferiore lucida e più scura. Emette versi rauchi e molto forti per rendere nota la sua presenza sul territorio. Proprio per questo, è considerata una specie tra le più rumorose. Alla nascita, i pulcini presentano degli artigli disposti sulle ali. Con la crescita, poi, questi artigli vengono persi. Viene spesso chiamato anche con altri nomi curiosi: ad esempio, uccello rettile o addirittura uccello fetente.

animali con la h hoatzin

 

  • Herrerillo. Noto come cinciarella, è un uccello piccolino: può arrivare ai 12 cm di lunghezza. Di un bel blu cobalto, ha un piacevole canto dolce e soave. Il becco, corto e molto piccolo, è sviluppato in modo tale da consentirgli di prelevare il cibo anche all’interno di solchi molto stretti e difficilmente raggiungibili per gran parte degli animali. È insettivoro ma, in inverno, si ciba anche di frutta e bacche. L’accoppiamento avviene nel mese di febbraio e costruisce il nido sugli alberi. Le covate durano un paio di settimane e, una volta schiuse le uova, i piccoli sono accuditi per una ventina di giorni circa da tutti e due i genitori.

Animali con la H: i rettili

Scopriamo ora un rettile con la lettera H.

  • Heloderma. Diffuso negli Stati Uniti, in Messico e in Guatemala, si presenta come una grossa lucertola con il corpo ricoperto da squame. Appartenente alla famiglia dei sauri, è l’unico esemplare al mondo che è in grado di avvelenare i suoi nemici tramite una sostanza velenosa e mortale che lui stesso produce.
    Non si tratta di una specie innocua, se disturbato nel suo habitat, può infatti provocare enormi disagi. Vive all’interno di fossi aridi e secchi e aridi, da cui esce soltanto per procurarsi il cibo, come uova e piccoli vertebrati. Può sopravvivere nutrendosi pochissime volte in un anno a causa del suo metabolismo lentissimo. In caso di pericolo si difende producendo del veleno attraverso 2 ghiandole che si trovano alla base della mandibola. Questo veleno prima paralizza la preda e poi, nel giro di pochi minuti, ne provoca la morte. Si tratta di esemplari che difficilmente si possono osservare in natura. Per questo, spesso fanno spesso parte dei rettilari più importanti del mondo.

Altri animali con la H

Proseguiamo il nostro speciale sugli animali con la H, citando altri due particolari esemplari.

  • Huemul. Noto anche come guemal, è un raro esemplare di cervo che proviene dalle zone montuose di Cile e Argentina. Vive anche nelle fredde vallate delle Ande. Appartenente alla seconda famiglia del genere Hippocamelus, si tratta di una specie ancora sotto studio da parte degli zoologi per via delle sua abitudini nutrizionali. Si presume infatti che sia erbivoro ma, poiché è molto sfuggente, non è attualmente possibile definire in maniera specifica le sue abitudini alimentari.
  • Hoolock. Primate appartenente alla famiglia degli Hylobatidae. La sua altezza va dai 60 ai 90 cm e l’apertura articolare è di 180 cm. I maschi si distinguono dalle femmine per il colore del pelo: quello dei maschi è nero/grigio scuro, con striature bianche sulla fronte; quello delle femmine, invece, è grigio-marrone, un po’ più scuro a livello di collo e torace. Si ciba soprattutto di insetti, frutti e foglie. Monogamo, ha una gestazione di 7 mesi. Quando nascono i piccoli sono ricoperti da un pelo bianchissimo.
  • Homo. Appartenente alla famiglia degli Ominidi, l’homo è un primate di cui molte specie si sono estinte tranne una: l’homo sapiens, ovvero il genere a cui noi stessi umani apparteniamo. Discendente dagli australopitechi, la sua evoluzione consiste in una calotta cranica sempre più sviluppata che gli ha permesso di raggiungere l’attuale livello di intelligenza per specializzarsi in tutte le attività che compie oggi. Curiosità: è l’unico mammifero che riesce a usare il pollice opponibile e che nutre i propri figli con il latte materno.

Animali con la H in inglese

Passiamo ora alla lingua inglese, e vediamo quali sono gli animali più noti che cominciano con la lettera H. Come potete vedere, è un elenco un po’ più nutrito.

  • Horse: cavallo
  • Hamster: criceto
  • Hen: gallina
  • Hare: lepre
  • Heron: airone
  • Hippopotamus: ippopotamo
  • Hyena: iena

Approfondimenti su animali domestici e non

Potrebbe interessarti anche:

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness di cui è appassionata anche nella vita quotidiana, ed il benessere naturale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sullo stesso argomento
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio