Animali

Allevare una capra domestica: un animale da compagnia che qualcuno definisce il nuovo miglior amico dell’uomo

Cure, alimentazione, aspettativa di vita

La capra è uno degli animali da reddito che ha accompagnato l’uomo sin dagli albori della sua esistenza sulla terra e per tutta l’evoluzione della pastorizia. Le tracce dei primi allevamenti di capre risalgono al 9000 a.C. e conducono ad alcune zone del Medio Oriente.

Allevare una capra domestica: un animale da compagnia che qualcuno definisce il nuovo miglior amico dell’uomo

Qui, ancora oggi, si trova la razza caprina di più antica domesticazione, la aegagrus. Nel corso dei secoli, questo ovino è rimasto fondamentale per l’uomo ma di recente viene allevato anche come animale da compagnia. Una scelta apparentemente bizzarra, ma condivisa da un numero di persone sempre maggiore. Vediamo cosa sta dietro a questa scelta e le cose da sapere qualora anche voi nutriate la stessa inclinazione.

Capra domestica: caratteristiche generali

La capra è un quadrupede che si caratterizza generalmente per il corpo tozzo, pelo uniforme e raso, di colore uniforme o pezzato. Le dimensioni, il colore e altre peculiarità variano in funzione della razza. Ha un lungo collo e la coda molto corta, zampe robuste e vigorose munite di zoccoli.

E’ un ruminante che si nutre principalmente di erba, fiori e foglie e che l’uomo alleva da secoli come animale da reddito.

FOCUSCani da compagnia

capra

I primi addomesticatori di capre furono gli abitanti dei Monti Zagros, in Iran, dove si trovano le tracce dei più antichi di pastori ovini. Questo animale era fondamentale alla sopravvivenza delle comunità nomadi e seminomadi per la produzione di carne, latte e pelli. A quel tempo, gli animali erano condotti in piccole greggi da una collina all’altra in cerca di fonti alimentari sicure.

Non perdetevi lo speciale approfondimento sul latte di questo animale.

La caratteristica che accomuna tutte le razze di capra è la straordinaria capacità di adattamento a qualsiasi habitat, compresi quelli semidesertici.

Sia per tempra fisica che per propensione naturale ad un regime alimentare frugale, la capra vive benissimo anche in condizioni ambientali estreme.

Comportamento, carattere e abitudini

A dispetto delle credenze popolari, la capra non è affatto un animale stupido. Studi scientifici di grande prestigio hanno dimostrato che l‘intelligenza delle capre è tale da consentire a questo animale di risolvere problemi anche complessi e di essere facilmente addestrato.

Inoltre, la sua capacità mnemonica è sorprendente: una capra, infatti, riesce a ricordare gli insegnamenti appresi durante un addestramento anche per 10 mesi.

capra

Che siano animali intelligenti si capisce anche dalla già citata capacità di adattamento alle condizioni e agli ambienti più svariati. Sono anche cocciuti, testardi, protettivi e territoriali quanto basta da vivere bene in gregge solo a patto che tutti rispettino i loro spazi e le gerarchie del gruppo.

Alcune razze, come la capra tibetana, sono particolarmente dolci e affettuose e vengono spesso scelte per essere allevate come animali da compagnia. In alcuni casi, le capre domestiche si affezionano al padrone così morbosamente da diventare ossessive.

Sono animali simpatici, buffi, curiosi e hanno un debole per i bambini. Purtroppo, però, hanno la cattiva abitudine di rosicchiare, morde e masticare tutto quello che gli capita sotto al naso…

La capra e la pet-therapy

Molte fattorie didattiche e giardini biologici accolgono capre e caprette come animale adatto alla pet-therapy. Ciò conferma l’estrema docilità e intelligenza di questo animale e la sua utilità sociale. In particolare, la capra è un quadrupede da pet-therapy che ben si adatta alle terapie per bambini iperattivi o con difetti cognitivi e deficit mentali.

E’ un anti-stress naturale anche per le persone anziane e per individui con disagi sociali, poiché infondono allegria e gioia di vivere.

Capra domestica come animale da compagnia

Chi decide di accogliere una capra in casa per allevarla come animale domestico deve disporre ovviamente di uno spazio adeguato. Anche le capre nane e quelle più docili conservano un’indole selvatica che deve essere assecondata e non repressa in uno spazio angusto.

La capra, infatti, deve poter conservare le proprie abitudini e a differenza di cani e gatti non può rimanere chiusa in casa. L’ideale è avere un cortile, un orto o un giardino abbastanza ampio da permetterle di svagarsi durante il giorno.

Come animale da compagnia, la capra dimostra un’ indole amichevole e positiva ed esattamente come un cane può soffrire  di sindrome da allontanamento se si separa dal padrone. Prima di adottarne una, occorre informarsi sulla razza e prendere quella più mansueta e adatta alle abitudini della famiglia.

Cosa mangia una capra: alimentazione e cure

La dieta di una capra domestica è varia e bilanciata. Nei suoi pasti non devono mai mancare fieno, frutta, erba fresca e piante a foglia larga. Come i cani, le capre possono essere vittime di attacchi parassitari da parte di pulci e zecche, quindi è opportuno utilizzare dei prodotti specifici e sottoporre l’animale a visite periodiche dal veterinario.

bella capretta

Ricordate che la capra è un animale che vive bene in gregge, quindi è fortemente consigliato permetterle di convivere con altri animali domestici. Durante la notte, ha bisogno di dormire in uno spazio riparato e accogliente che la protegga dal freddo e la mantenga all’asciutto in caso di pioggia.

Quanto vive una capra?

La durata di vita di una capra varia tra i 10 e i 18 anni a seconda che sia selvatica o addomesticata. La sua aspettativa di vita dipende anche dall’ambiente, dalla razza e dal sesso.

Ad esempio, la capra delle Montagne Rocciose negli Stati Uniti ha una durata di vita di 10-12 anni in natura e può vivere fino a 20 anni in cattività. La capra caucasica occidentale vive dai 10 ai 14 anni. In media, una capra misura da 80 cm a 1 metro e pesa da 15 a 80 chili, a seconda della razza.

Per vivere a lungo, una capra ha bisogno di mangiare erba e fieno, come la maggior parte degli animali da allevamento

Quanto costa una capra?

Il prezzo di un capretto o di una capra nana è molto inferiore a quello di molti cuccioli di razza. Poiché la taglia è spesso un fattore che spinge i potenziali proprietari a considerare l’acquisto di una razza nana, il prezzo varia in base alla taglia adulta stimata. Il prezzo dipende anche dal fatto che si tratti di un maschio o di una femmina: le capre sono più ricercate dei maschi. I prezzi possono essere più alti se il mantello dell’animale è raro.

Il prezzo varia da 100 euro per un caprone con un’altezza stimata di 51 cm o più al garrese a 350 euro per una femmina extra-toy, cioè una capra che non supera i 42 cm al garrese. I prezzi possono essere inferiori di circa dieci euro per le capre di taglia normale.

Se il prezzo è molto più basso, bisogna diffidare. Gli allevatori affidabili che vendono animali in buona salute e nel rispetto del loro benessere hanno allevamenti che generano costi sostanziali. E questi prezzi a volte sono appena sufficienti a coprire i loro costi.

Per adottare una capra rivolgetevi sempre ad allevatori di capra esperti che vi forniranno tutte le specifiche sull’animale e la sua cura.

Altri animali da scoprire

Leggi anche:

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button