Pulizia della casa

Come pulire la guarnizione della lavatrice: la guida pratica passo per passo

I passaggi da seguire e i consigli utili per prevenire la formazione di sporco e muffa

Ecco la nostra guida pratica in cui vi spieghiamo come pulire la guarnizione della lavatrice. Uno degli elettrodomestici di cui proprio non potremmo mai fare a meno!

Come pulire la guarnizione della lavatrice: la guida pratica passo per passo

Per garantire lunga vita e massima efficienza alla nostra lavatrice, è fondamentale sottoporla a periodica manutenzione e frequenti pulizie in ogni sua parte. La guarnizione in particolare è una delle sue componenti che non va tralasciata perché, proprio in essa, tendono ad accumularsi sporco e residui di acqua e sapone.

L’importanza di pulire regolarmente la lavatrice

La lavatrice è uno degli elettrodomestici che utilizziamo con più frequenza in casa. Per una corretta manutenzione e garantirne l’efficacia, è fondamentale provvedere regolarmente alla sua pulizia. Una volta al mese, ad esempio, è consigliato fare un lavaggio a vuoto, mettendo al posto del detersivo un bicchiere di aceto oppure una soluzione di acqua e bicarbonato.

Anche se potrà sembrare una contraddizione in termini, la lavatrice si sporca a causa dell’accumulo di detersivo e sporco rilasciato dai panni da pulire, e anche per via dei residui di calcare e di muffa che, col passare del tempo, si va formando. La concomitanza di tutti questi agenti, oltre a sporcare la lavatrice, la rendono anche meno efficiente nello svolgimento della sua primaria funzione.

Inoltre, pulire regolarmente la lavatrice è garanzia di ottenere sempre ad ogni lavaggio un bucato ben pulito ed igienizzato, dai colori vivi e intensi e che non emanino cattivo odore.

Non da ultimo, sarà utile sapere che una lavatrice poco pulita consuma più energia e, a causa delle incrostazioni di calcare depositate, rischia di rompersi con più facilità.

Perché si sporca la guarnizione della lavatrice

Sono vari i fattori che fanno sporcare la guarnizione in gomma della lavatrice. In primis i frequenti lavaggi a temperature basse (30°/ 40°) e l’eccessivo utilizzo di detersivi, soprattutto quelli a base di enzimi. Questi ultimi, infatti, generano uno sporco dalla consistenza gelatinosa che tende ad accumularsi non solo nella guarnizione dell’oblo, ma anche nel tamburo dell’elettrodomestico e nei tubi.

Come pulire la guarnizione della lavatrice in gomma

Vediamo quindi come procedere per la pulizia della guarnizione della lavatrice.

Pulizia ordinaria

Alla fine di ogni lavaggio, passare la guarnizione, sia nella parte interna che esterna, con un panno umido e pulito. Asciugare con un altro panno, questa volta asciutto, e lasciare aperto l’oblo per far arieggiare la parte interna del macchinario.

Pulizia profonda

Periodicamente, è bene eseguire una pulizia più profonda. Ecco come procedere.

  • Preparare una soluzione mescolando acqua e aceto bianco oppure acqua e candeggina
  • Imbevere un panno pulito con la soluzione pulente preparata e passare la guarnizione in ogni sua parte, avendo cura di pulire per bene anche la parte interna, sollevando la gomma. Per raggiunbicagere i punti più difficili, può essere utile utilizzare dei cotton-fioc
  • Ripassare quindi tutte le parti con un panno asciutto e pulito
  • Far partire un ciclo di lavaggio a vuoto, con aceto o candeggina, impostando una temperatura medio alta (60°/ 90°)
  • Se alla fine del lavaggio la guarnizione dovesse risultare ancora sporca, applicarvi uno straccio impregnato della soluzione pulente utilizzata fin dall’inizio e far riposare alcuni minuti. Quindi risciacquare con acqua e, se necessario, ripetere poi anche tutti gli altri passaggi
  • Infine, asciugare per bene la guarnizione

Per la pulizia localizzata della guarnizione, è anche possibile usare il carbonato di sodio. In questo caso, è bene procedere con molta cautela, indossando dei guanti protettivi e magari anche una mascherina in quanto il carbonato di sodio può irritare pelle e mucose.

A carica frontale

La guarnizione in gomma della lavatrice è un punto piuttosto critico da pulire. Per essere sicuri di eseguire una pulizia perfetta, raggiungendo ogni punto, oltre al classico straccio, si può utilizzare un vecchio spazzolino da denti, con cui strofinare della pasta abrasiva preparata miscelando del bicarbonato con qualche goccia di acqua.

come pulire la guarnizione della lavatrice
La guarnizione della lavatrice è uno dei punti più delicati di questi elettrodomestici.

A carica dall’alto

Vediamo ora un procedimento per la pulizia della guarnizione delle lavatrici a carica dall’alto.

Cominciare eliminando i residui di sporco più ostici ed ostinati, utilizzando una pasta abrasiva composta da bicarbonato di sodio e un poco di succo di limone, da applicare con uno spazzolino. Far agire il composto 5-10 minuti e poi rimuoverlo.

Azionare un lavaggio a vuoto a 60°, inserendo nella lavatrice un bicchiere di aceto o candeggina.

Infine, asciugare la guarnizione con un panno in microfibra.

Dopo ogni lavaggio, aver cura di asciugare sempre accuratamente la guarnizione e, una volta a settimana, passare la gomma con una soluzione costituita da acqua e candeggina oppure da acqua e aceto.

Ogni quanto va pulita la guarnizione della lavatrice

L’ideale sarebbe pulire la guarnizione in gomma almeno una volta ogni 15 giorni.

Come togliere la muffa dalla guarnizione della lavatrice

Se nella guarnizione si è formata della muffa, occorre procedere con tecniche pulenti più strong.

Mescolare 2 litri di acqua + il succo di 2 limoni + mezzo bicchiere di acqua ossigenata a 30 volumi. Travasare la soluzione in uno spruzzino e spruzzala su tutta la superficie della guarnizione. Far agire per almeno 5 minuti e poi, con un panno asciutto, togliere i residui di sporco. Quindi asciugare.

In alternativa, è possibile procedere con una pulizia profonda e localizzata utilizzando l’aceto. In caso di micosi persistente o molto estesa, può essere ancora più utile usare la candeggina.

Come togliere il nero dalla guarnizione della lavatrice

In presenza di macchie nere, non dovute alla muffa, ma ad esempio da detersivo non sciolto, residui di tessuti e/o microplastiche, procedere con una pulizia profonda usando una crema abrasiva a base di bicarbonato e acqua (per le dosi: 2 cucchiaini di bicarbonato sciolti in un bicchiere di acqua tiepida). L’applicazione di questo composto, infatti, è utile per staccare l’ammasso di sporco accumulato. Infine, completare l’operazione passando un panno imbevuto con l’aceto.

Consigli utili da applicare dopo ogni lavaggio

Ci sono utili accorgimenti da mettere in atto sempre per prevenire l’accumulo di sporco.

Al termine di ogni ciclo di lavaggio, è bene:

  • togliere subito il bucato bagnato dal cestello
  • asciugare, tamponando con un panno asciutto e pulito, ogni parte della guarnizione, anche e soprattutto la parte interna, controllando che non vi siano accumuli di sporco, acqua e sapone
  • provvedere all’asciugatura anche della parte interna dello sportello della lavatrice
  • lasciare lo sportello della lavatrice aperto per alcune ore affinché circoli aria e non si accumuli umidità all’interno

Altri rimedi naturali per pulire la casa

Ed infine, ecco altre guide per pulire casa e mantenere efficienti i vostri elettrodomestici senza spendere una fortuna e soprattutto senza arrecare danno all’ambiente.

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness e il benessere in generale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio