Le migliori piante ricadenti per ogni ambiente e clima: la guida facile

di Erika Facciolla del 28 Settembre 2019

Le piante ricadenti rappresentano un vero e proprio “must” per gli appassionati di giardinaggio. Le varietà tra cui scegliere sono davvero tante e adatte ad ogni ambiente e clima: tra essenze da interno, esterno, ornamentali, piante grasse e fiorite c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Le migliori piante ricadenti per ogni ambiente e clima: la guida facile

Con il termine “ricadente” o “pendente” si indica genericamente quella tipologia di piante dotate di rami sottili, flessibili e frondosi che tendono a pendere verso il basso creando cascate verdi di grande impatto estetico. Un esempio classico è rappresentato dalle piante pendenti alloggiate nei vasi pensili che spesso vediamo sospese in aria o ricadere dalle fioriere da balcone.

Molte di queste piante, inoltre, sono piante resistenti al freddo e non presentano esigenze colturali particolari. Ciò significa che possono essere coltivate facilmente anche dai più inesperti. Ecco alcune delle piante pendenti più facili da coltivare, sia per ambienti interni che esterni.

Piante ricadenti per muri

Quando pensiamo ad un modo ecologico e naturale per ricoprire un muro o abbellire una parete esterna, la prima pianta che ci viene in mente è sicuramente ledera. Molti non sanno, però, che questa celebre pianta rampicante sempreverde dal folto manto foglioso comprende anche delle varietà ricadenti altrettanto apprezzate.

L’edera “Calico”, ad esempio, si riconosce per le foglie variegate di colore bianco e rosato dall’effetto decisamente scenografico. La varietà “Golden Gate“, invece, ha delle splendide striature giallo-oro e cresce forte e rigogliosa sopratutto se esposta alla luce diretta del sole.

C’è anche l’edera “Leopold” che si caratterizza per le foglie dal colore verde intenso tendente al grigio che durante l’inverno vira in sfumature bronzee. Chi invece ha bisogno di abbellire un muro in ombra o mezzombra, può optare per l’edera “Natasha“, varietà ricadente dal mantello verde scuro perfetta per rallegrare anche gli spazi più angusti.

Tutte queste varietà di edera si sviluppano con rapidità in maniera compatta e rigogliosa, ragion per cui vengono utilizzate anche come piante ornamentali per ricoprire muri, ringhiere, steccati e barriere divisorie e isolare termo-acusticamente le superfici (muri verdi).

piante ricadenti

Piante ricadenti sempreverdi

Che siate neofiti o esperti di giardinaggio, il pothos rappresenta una delle piante varietà di piante pendenti perenni più facili da coltivare. Rustica, indipendente e adatta a qualsiasi terriccio e clima, questa pianta si sviluppa rapidamente, è adatta anche alla vita in appartamento e richiede pochissime cure.

Il pothos si caratterizza per il bel fogliame verde accesso con striature dorate e bianche dalla tipica forma di cuore. I rami (liane) sono molto lunghi e durante lo sviluppo raggiungono anche i 2 metri in lunghezza. Essi, inoltre, sono dotati di radici aeree avventizie che si attaccano facilmente ad altre piante, alberi o oggetti vicini.

In natura, infatti, non è raro ammirare piante di pothos letteralmente aggrovigliate ai fusti di piante più imponenti da cui assorbono i nutrimenti necessari e l’acqua.

Piante ricadenti da interno

Molte di noi ospitano, nelle proprie case, piante ricadenti da interno che di solito vengono agganciate al soffitto o appoggiate su mensole e scaffali per rallegrare una parete. Sono proprio le pendenti da appartamento le più apprezzate di questa nutrita famiglia di essenze vegetali.

Con i loro colori, l’eleganza e la flessuosità delle loro frondose e ramificate estremità, danno quel tocco di bellezza e di movimento che spesso manca agli spazi domestici.

Una delle ricadenti da appartamento più apprezzata e rustica è una varietà di felce. Si tratta della splendida felce Nephrolepis cordifoliache è anche una delle piante ornamentali più presenti nei salotti di molte case italiane.

Cresce velocemente fino a un metro e mezzo in lunghezza e si riconosce per le sue belle foglioline a forma di piccola falce. La vierà “plumosa” è quella che durante lo sviluppo vegetativo regala l’effetto più ricco e rigoglioso. Non è da meno la Nephrolepis tessellata: le sue lunghissime ramificazioni ricadenti di un bel colore verde intenso riescono a conferire un tocco glamour anche alla stanza più semplice e spoglia.

Piante ricadenti da esterno

Oltre l’edera, una delle piante perenni con atteggiamento ricadente durante lo sviluppo è la Vinca minor, gradevole piantina sempreverde che presenta rami e foglie che ricoprono elegantemente i bordi dei vasi in cui è collocata e dei balconi.

In primavera, poi, questa pianta si ricopre di fiori coloratissimi e odorosi che rallegrano terrazzi e ringhiere. Il naturale portamento di questa pianta, in realtà, è strisciante: per questa ragione la Vinca Minor è adatta anche per tappezzare terreni e prati.

Piante ricadenti da balcone

Se vivete in una regione a clima mite e tendenzialmente temperato per buona parte dell’anno, la pianta ricadente che fa per voi è il Senecio. La varietà macroglossus, in particolare, è quella più ornamentale e scenografica. Si riconosce per le splendide foglie che ricordano quelle dell’edera e come l’edera si comporta da perenne.

In inverno, quindi, sopravvive tranquillamente a patto che le temperature non scendano sotto lo zero. Coltivata in vasi di piccole dimensioni, questa pianta in primavera regala fioriture abbondanti di un bel colore giallo vivo che ricordano nella forma e nell’aspetto delle piccole margherite.

piante ricandenti

Piante ricadenti fiorite

Le varietà raggruppate sotto il genere dell’eschinanto appartengono alla grande famiglia delle Gesneriaceae. Questa famiglia botanica comprende, tra le altre, la violetta africana (Saintpaulia). Si tratta di una delle piante ricadenti più apprezzate da chi desidera un balcone sempre fiorito.

Essendo una pianta originaria delle zone tropicali e sub tropicali dell’Asia, vive bene in terreni umidi e climi temperati. Si distingue per i fusti flessibili e sinuosi, dalle foglie ellittiche di un colore verde intenso e carnose. I fiori rossi e arancio, sono profumati e solitamente sono raggruppati in grappoli.

Oltre che sul balcone, questa pianta può essere facilmente collocata anche in panieri e vasi sospesi, purché riceva una buona quantità di luce. A fine primavera la pianta fiorisce e regala spettacolari fiori a trombetta color corallo screziati internamente di bianco.

Piante ricadenti grasse

Gli amanti delle piante grasse non potranno che apprezzare i lunghi rami carnosi di una varietà succulenta dal portamento ricadente molto adatta alla vita da appartamento. Si tratta del Sedum morganianum, una tra le più apprezzate da chi non ha mai tempo da dedicare alla cura di piante e fiori.

Questa pianta, infatti, è indipendente, rustica e forte e come tutte le piante grasse non necessità di particolari cure o irrigazioni regolari.

Un po’ come il celebre Cactus di Natale, che in più regala le inconfondibili fioriture rosse.

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment