Rebirthing: cos’è, come funziona e quali benefici apporta

di Eryeffe del 20 maggio 2018

Più che un a terapia, il rebirthing è una vera e propria tecnica di rigenerazione psico-fisica che consente essenzialmente di riarmonizzare il benessere di corpo e mente attraverso alcuni esercizi di respirazione circolare, libera e profonda.

Rebirthing: cos’è, come funziona e quali benefici apporta

Anche se in Italia è ancora poco conosciuto e praticato, questo metodo è noto sin dall’antichità. In tempi remoti, infatti, la respirazione era utilizzata presso diverse culture per agire sul subconscio e risvegliare quelle forze interiori capaci di attivare un processo di auto-guarigione.

Evoluzione

In tempi moderni, il rebirthing ha trovato la sua vera consacrazione negli anni Settanta, in California, grazie a dottor Leonard Orr che ne ha definito ufficialmente metodo e tecniche. Nella maggior parte dei casi, il rebirthing si rivela utile per superare vecchi traumi, stress, conflitti emotivi o dipendenze da alcol, fumo e droghe.

Agendo sulla consapevolezza e sulla memoria dell’individuo, questa tecnica permette di rielaborare situazioni o momenti difficili che provocano ripercussioni negative anche sull’organismo. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta, come si pratica e quali sono i benefici concreti connessi al rebirthing.

rebirthing

Cos’è il rebirthing

Il termine ‘rebirthing’  significa letteralmente ‘rinascere’ attraverso una  particolare tecnica di respirazione libera e profonda, utilizzata per mettere in comunicazione le tre dimensioni dell’essere umano: la sfera fisica, emotiva e quella mentale.

Ed è proprio l’iper-ossigenazione del cervello ad attivare il ricordo e la consapevolezza delle esperienze e traumi subiti dopo la nascita permettendo così all’individuo di rielaborarle e crescere interiormente.

L’obiettivo di questa tecnica è principalmente combattere le situazioni di stress emotivo che costringono anche il corpo ad una condizione di malessere generale. Perdita o aumento anomalo del peso corporeo, sistema immunitario instabile, ridotta capacità di concentrazione e altri disturbi di questo tipo sono solo alcuni dei disagi che il rebirthing promette di guarire.

rebirthing

Lo stress, infatti, è responsabile di oltre 1.400 reazioni chimico-fisiche a carico del cervello e dell’organismo, dunque è la principale causa di una serie molto complessa di alterazioni psico-somatiche. In genere, le sedute di rebirthing sono seguite da un professionista formato e certificato presente nell’elenco consultabile sul sito rebirthing-online.it

Il luogo è un posto tranquillo, silenzioso e la sessione avviene da sdraiati, in una condizione di estremo relax. La respirazione deve essere  dolce, profonda, completa e ininterrotta. Nello specifico, la fase inspiratoria è veloce e piena, mentre l’espirazione è più lenta e spontanea e non deve comportare alcun genere di sforzo.

SPECIALE: I Mantra per la meditazione

rebirthing

Essendo un processo di auto-guarigione indotto da una tecnica di respirazione particolare, il rebirthing non è da considerarsi una vera e propria terapia, ma una disciplina.

Il rebirther , quindi, non è un terapeuta ma un operatore che aiuta il soggetto ad attivare la respirazione circolare in maniera del tutto autonoma. Chiunque può apprendere ed utilizzare questa tecnica, compresi gli anziani e i bambini. L’unica condizione necessaria è la determinazione al raggiungimento del risultato finale.

Benefici del rebirthing

In genere, chi sperimenta il rebirthing afferma di provare una sensazione di estremo e profondo rilassamento che si protrae anche per diversi giorni a seguire. Essendo una tecnica di meditazione, migliora anche la capacità di ascolto verso se stessi e verso chi ci sta accanto.

Un altro beneficio immediato di questa tecnica è quello di favorire la concentrazione e l’autocontrollo anche nelle situazioni più stressanti. A livello fisico, il rebirthing aiuta a sciogliere le tensioni muscolari e ad alleviare la sintomatologia derivante da questi disturbi.

I principali benefici psichici del rebirthing sono:

  • scomparsa o diminuzione dell’ansia
  • ossigenazione
  • benessere generale
  • liberazione da condizionamenti o traumi inconsci
  • comprensione della sofferenza
  • spensieratezza

Esercizi di rebirthing

Una seduta di rebirthing inizia generalmente con una sessione di inspirazione consapevole, lenta e profonda. Una volta colmi d’aria, i polmoni devono essere liberati attraverso un lento e spontaneo lavoro muscolare teso a lasciare andare il respiro attraverso l’espirazione. La cosa fondamentale è lasciarsi andare alla naturalezza di questo atto, senza applicarvi alcun controllo e senza sforzi.

Il respiro uscirà da solo e la respirazione ricomincerà senza fare pause, in maniera circolare. La respirazione sarà dunque continua e fluida e permetterà il soggetto di mettersi in contatto con se stesso ad un livello molto più profondo e consapevole.

SCOPRI: Glamping, relax e natura in una tenda a 5 stelle

rebirthing

Si pratica sdraiati su di un materasso o un tappetino, in modo da essere perfettamente rilassati. Può essere individuale o in gruppo. Tensioni o tremiti iniziali devono essere accettati e superati con calma, senza opporvi resistenza. Solitamente una seduta dura circa un’ora, anche se in alcuni casi può protrarsi per un tempo più lungo o più breve.

rebirthing

Le 4 fasi che compongo il rebirthing sono:

  1. respiro: ci mette in contatto con tutte le sensazioni appena fuori dalla nostra consapevolezza
  2. rilassamento: ci aiuta a predisporre il nostro animo all’ascolto di se stessi
  3. integrazione: permette di far entrare nella nostra quotidianità ciò che sperimentiamo durante le sessioni
  4. osservazione: consente di prendere coscienza delle nostre angosce e dei disturbi fisici, superarli, scoprendo la nostra forza interiore.

rebirthiing

L’interazione e il feeling con il rebirther è molto importante per il buon esito della sessione. Tra una sessione e l’altra di fa passare circa un mese durante il quale i soggetti riferiscono un’intensa attività onirica riguardante ciò che hanno sperimentato con questa tecnica. Per ottenere dei benefici, il consiglio è di sottoporsi a 9-10 sessioni per 9-10 mesi di trattamento. I costi vanno da 80 a 200 euro, a seconda dell’operatore a cui ci si rivolge.

REBIRTHING

Tecniche di rebirthing

Oltre alla classica tecnica messa a punto da Orr, il rebirthing può essere praticato anche in due maniere, la transpersonale, e quella in acqua fredda.

Molte persone trovano di grande aiuto fare rebirthing in gruppo, magari nell’ambito di un seminario. La condivisione di un simile percorso fa percepir un senso di protezione che aiuta e incoraggia il singolo al raggiungimento del risultato finale. Senza dimenticare, però, che il lavoro da fare è solo su se stessi.

Si può respirare solo con il naso o solo con la bocca, ma non con  entrambi contemporaneamente. In genere, se si comincia con il naso si deve terminare la sessione allo stesso modo e viceversa se si inizia con la bocca. La respirazione attraverso il naso è praticata quando si vogliono esplorare le emotività dei soggetti ad un livello dell’essere più profondo. Con la bocca, invece, si può procedere quando c’è più tensione psichica.

Rebirthing transpersonale

Questa tecnica ha esordito in Italia grazie al lavoro di Filippo Falzoni Gallerani, psicologo e psicoterapeuta milanese ispirato dalla psicologia transpersonale di Abraham Maslow, Stanislav Grof e Ken Wilber.

Tale disciplina si occupa di indagare la psiche dell’uomo a tutti i suoi livelli, con particolare attenzione gli stati non ordinari di coscienza.

rebirthing

Anche in questo caso, la respirazione è lo strumento che consente di raggiungere lo scopo finale: la consapevolezza. Tuttavia, questa tecnica ha dimostrato maggior rapidità ed efficacia nel conseguimento dei benefici, in particolare in situazione di  attacchi di panico, ansia e depressione.

Rebirthing in acqua

Il rebirthing è praticato anche in acqua o fredda. Ciò consiste nell’immergersi lentamente in una vasca da bagno concentrandosi sul proprio corpo e sulle sensazioni generate dal contatto con l’acqua.

Al tempo stesso, il respiro è sempre profondo, circolare e consapevole. Farlo, significa sentirsi immediatamente rilassati, sciolti, maggiormente consapevoli di se stessi e del proprio corpo.

Altre informazioni

Tutto quello che c’è da sapere sullo yoga:

E quello che correste sapere sulle medicine alternative e le terapie dolci:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment