Come umidificare la casa con metodi naturali

di Eryeffe del 3 febbraio 2018

Umidificare la casa è molto importante per mantenere l’aria domestica salubre e respirabile. Specie in presenza di bambini o di persone con problemi di asma e altre allergie respiratorie, è fondamentale adottare delle buone abitudini per tutelare la salute di chi ci sta vicino. Vediamo di cosa si tratta e quali sono i metodi fai-da-te e naturali più efficaci.

Come umidificare la casa con metodi naturali

L’aria che respiriamo in casa non è sempre salubre come crediamo. Oltre che inquinata, l’aria domestica può essere troppo secca, sopratutto in estate e in inverno quando climatizzatori e riscaldamento vengono maggiormente utilizzati.

Abbiamo già visto come migliorare la qualità dell’aria e tenere sotto controllo l’inquinamento domestico in una guida dettagliata.

Ora cerchiamo di capire come umidificare la casa e mantenere i giusti livelli di umidità nell’aria che respiriamo tra le mura domestiche con metodi naturali ed economici.

Perché umidificare la casa?

In estate e in inverno, le nostre case sono afflitte da un problema comune: la secchezza dell’aria. La causa è sopratutto il riscaldamento troppo elevato o i condizionatori sempre in funzione. Eppure l’aria secca può rappresentare un problema serio per la nostra salute e per quella di chi ci sta accanto, sopratutto bambini, anziani e soggetti allergici o asmatici.

In questi casi, infatti, i problemi respiratori sono dietro l’angolo, così come la sensazione di disidratazione, la secchezza delle mucose nasali e della pelle.

Pensate che l’aria troppo secca può perfino danneggiare mobili e parquet! Al contrario, un tasso di umidità troppo alto rappresenta un rischio ancora peggiore poiché crea le condizioni ideali per la proliferazione di acari della polvere e altri allergeni.

Bisogna adottare, dunque, tutte le misure necessarie ad ottenere un giusto compromesso e una perfetta umidità ambientale in ogni stagione dell’anno. Si, ma come?

Umidificare la casa con un umidificatore fai-da-te

Prima ancora di vedere come realizzare un umidificatore domestico, è fondamentale regolare la temperatura interna. Ricordate che la temperatura ideale da tenere in casa oscilla tra i 20 e i 22°.

Il controllo della temperatura è il primo passo che vi consentirà di mantenere anche la giusta umidità nell’aria. Così come ricordare di arieggiare sempre ogni ambiente, sopratutto la zona notte, almeno per mezzora al giorno, preferibilmente al mattino.

Un metodo apparentemente banale ma sempre efficace per umidificare la casa durante l’inverno, consiste nell’applicare delle vaschette ai radiatori.

Per realizzare un umidificatore homemade la prima cosa che dovrete procurarvi è una boccetta di essenza di eucalipto e degli umidificatori per termosifoni. Si tratta di pratici accessori dalle forme e colori estremamente adattabili che si attaccano ai termosifoni con dei gancetti metallici.

Aggiungendo qualche goccia di essenza di eucalipto, inoltre, otterrete una gradevole profumazione che si diffonderà in tutte le stanze.

Dall’infuso delle foglie di eucalipto, infatti, si ricavano gustose tisane ma anche un distillato che può essere diffuso nell’ambiente o disciolto in acqua per realizzare deodoranti e fumenti decongestionanti. Introdotto in termosifoni e diffusori per ambienti, questo olio è in grado di tenere alla larga i primi sintomi influenzali e addirittura di abbassare la febbre.

Umidificare la casa con metodi naturali

Forse non sarà elegante, ma stendere il bucato sui termosifoni o su uno stendino posizionato in camera da letto contribuisce a rendere l’aria più umida e salubre. Per riuscirci, basterà stendere i panni umidi in casa e godere anche di un piacevole profumo di pulito.

Un altro sistema semplice ma efficace, consiste nel porre a lungo una pentola d’acqua sul fornello sulla fiamma al minimo. Lasciate bollire fino a quando non sarà quasi del tutto evaporata e l’aria acquisirà immediatamente un tasso di umidità più elevato.

umidificare la casa

Anche i sottovasi delle piante possono diventare degli strumenti semplici ed economici per umidificare la casa con metodi fai-da-te. I sottovasi rettangolari da 45×15 cm, in particolare, sono perfetti per creare degli umidificatori a low cost efficaci.

Riempiteli con dei pezzetti di corteccia di pino e acqua. Posizionateli sui termosifoni e vedrete che evaporando la corteccia sprigionerà il suo aroma e l’aria diverrà immediatamente più umida. In alternativa, si possono aggiungere poche gocce dei vostri oli essenziali preferiti, come lavanda o eucalipto.

Umidificare la casa con i diffusori di essenze

In tema di umidificazione dell’aria domestica, il diffusore di oli essenziali è sicuramente un grande classico. Realizzarlo è davvero semplicissimo. Dovete aggiungere qualche goccia di olio essenziale ad una boccetta piena di acqua o un barattolo di vetro.

In questo caso la prima raccomandazione è quella di fare molta attenzione alla scelta delle essenze. La maggior parte dei prodotti in commercio, infatti, possono risultare troppo forti o troppo evanescenti, comunque non adatti ad ottenere l’effetto desiderato.

umidificare la casa

L’alternativa all’erboristeria e ai negozi specializzati è sicuramente il fai-da-te che permette di realizzare delle meravigliose essenze profumate naturali e fare in casa gli oli essenziali.

Eccovi anche le proprietà di altri oli essenziali perfetti per la casa:

Dopo aver praticato dei fori sul coperchio, infilate 5 o 6 stuzzicadenti di grandi dimensioni. Quelli da cucina andranno benissimo. Abbiate cura di rigirare gli stecchini almeno una volta al giorno o comunque tutte le volte che vi sembreranno completamente asciutti. E se volete saperne di più in tema di diffusori di essenze, non perdetevi il nostro speciale dedicato a questo argomento.

Altri consigli per un’aria più salubre in casa

Altre informazioni sull’umidità, il disinquinamento e le regole per il ricambio d’aria di casa le trovate in questi articoli:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment