Cavolo romano: proprietà, benefici e ricette

di Elle del 1 settembre 2016

Il cavolo romano è un ortaggio che colpisce per l’aspetto geometrico e per il gusto dolce. Possiede anche notevoli proprietà benefiche per l’uomo. Scopriamo quali sono.

Il cavolo romano, meglio noto come broccolo romanesco, è una varietà di cavolo broccolo. Si caratterizza per il colore verde brillante e la perfetta forma geometrica con le sue cimette, che si ripetono come frattali. Oltre al suo gusto delicato, che lo rende un ingrediente utilizzabile in molte ricette, è un ortaggio dalle notevoli proprietà benefiche.

Cavolo romano: proprietà

Composto per il 92% da acqua, contiene una piccola quota di fibre e proteine. Buona è anche la concentrazione di sali minerali, tra cui, in particolare, potassio, calcio, magnesio e fosforo.

Tra le vitamine è presente soprattutto la vitamina C, insieme alla A e a quelle del gruppo B.
Questo ortaggio presenta usi terapeutici come cibo vermifugo, emolliente e antianemico.

Grazie all’elevata concentrazione di vitamina C, come altri cavoli o broccoli, è in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi. La presenza degli isotiocianati, inoltre, sembra responsabile delle proprietà antitumorali di questo alimento; tra questi spicca il sulforafano, sostanza studiata per la sua capacità di combattere le cellule cancerogene.

Tra le straordinarie virtù curative di questo prezioso alimento vi è anche la capacità di ridurre il rischio di cataratta e proteggere dall’ictus.

Cavolo romano: ricette

Il cavolo romano può essere utilizzato come condimento per la pasta

Il cavolo romano può essere utilizzato come condimento per la pasta

Il cavolo romano, al pari degli altri tipi di cavolo, può essere consumato crudo, condito con olio, sale e limone. Si presta altrettanto bene alla cottura in vari modi Lessato, ripassato in padella, fritto in pastella o utilizzato come ingrediente per zuppe e minestre, può diventare un ottimo condimento per la pasta oppure essere aggiunto durante la preparazione di gustosi sformati o impiegato come contorno.

Il basso apporto calorico (circa 25 kcal per 100 grammi) di questo ortaggio, a dispetto del suo alto valore nutrizionale, lo rende adatto ad una dieta ipocalorica. Inoltre, essendo privo di glutine può essere consumato anche da chi soffre di celiachia.

Eccovi qui tutte le ricette a base di cavolo romano che vi proponiamo.

Cavolo romano: come sceglierlo

In ogni caso, nella scelta di questo alimento occorre far attenzione alle infiorescenze, che devono essere sempre sode e di color verde chiaro senza presentare parti annerite o più scure. Le foglie esterne, inoltre, devono essere croccanti e aderenti alla testa dell’ortaggio.

Ecco altri approfondimenti sul cavolo e sui broccoli  in generale

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *