Non solo bello: alla scoperta del ravanello pompelmo o ravanello anguria

di Alessia del 20 Marzo 2018

Il ravanello pompelmo o ravanello anguria, è un ortaggio originario della Cina settentrionale, con un gusto tutto particolare da scoprire. Andiamo alla sua scoperta con questa nuova guida.

Non solo bello: alla scoperta del ravanello pompelmo o ravanello anguria

Ravanello pompelmo: descrizione

A guardarlo esternamente, il ravanello pompelmo sembra ricordare una rapa, con la sua buccia bianca.

In realtà, aprendolo al suo interno, ecco venir fuori una polpa di un fucsia acceso e vivace, caratterizzata da tanti raggi che partono dal centro. Non a caso il suo nome cinese significa proprio “ravanello della bellezza interiore“.

Si presenta come una radice tonda commestibile, con foglioline verdi e uno stelo sottile. È una varietà più antica di daikon, il ravanello giapponese.

Appartiene alla famiglia delle Brassicaceae, insieme ai cavoletti di Bruxelles, i broccoli, la verza, il cavolo cappuccio e i cavolfiori.

Il sapore è dolciastro, tuttavia nulla ha a che vedere con il ravanello classico, essendo molto meno piccante. Inoltre il piccante è concentrato tutto nella buccia, per cui basta pelarlo per eliminarlo. Al palato il ravanello pompelmo o anguria risulta inoltre croccante, ma ben succoso.

Coltivazione del ravanello pompelmo

Questo ortaggio va seminato in primavera o in autunno, spargendo i semi a 1 cm di profondità.

Bisogna lasciare almeno 10 cm di distanza tra un seme e l’altro, mentre tra le file si consiglia di calcolare almeno 45 cm. Scegliete un luogo esposto al sole e che abbia un terreno ricco e fertile.

L’irrigazione deve essere costante, di modo da garantire sempre il giusto grado di umidità. Gli studiosi hanno scoperto che è in grado di rilasciare nel terreno un antiparassitario naturale, utile per tenere alla larga i nemici dei raccolti.

ravanello pompelmo

Ravanello pompelmo o anguria: diversissimo dal suo “parente” nostrano…

Ravanello pompelmo: proprietà e benefici

Oltre ad avere un aspetto gradevole, il ravanello pompelmo è anche ricco di proprietà. Tante sono le sue vitamine e i sali minerali, così come gli antiossidanti amici della nostra pelle.

Nel ravanello pompelmo troviamo ad esempio vitamina C, calcio, fosforo, magnesiopotassio.

Abbondano inoltre le fibre. Si può consumare senza problemi anche se soffrite di diabete, avendo un indice glicemico molto basso.

  • Aiuta a eliminare le scorie e a disintossicare l’organismo.
  • Agevola il processo digestivo e aiuta a perdere i chili di troppo.
  • Alcuni studi hanno dimostrato la capacità di svolgere un’azione antinfiammatoriaantitumorale.
  • Si è rivelato un buon antidolorifico contro mal di testa, mal di gola, acidità, nausea, tosse.
  • Infine è ottimo come diuretico e come lassativo, tenendo a bada anche la ritenzione idrica.
  • Funge da regolatore della pressione sanguigna e quindi aiuta il sistema cardiocircolatorio a funzionare bene.

Ravanello pompelmo in cucina

Sicuramente sarete curiosi di conoscere come si consuma questo ortaggio in cucina. Il modo migliore per apprezzarne a pieno le sue proprietà è quello di mangiarlo crudo.

Può essere condito con sale e olio o lasciato così al naturale, dipende dai gusti. Messo nell’insalata porterà una nota particolare al vostro piatto. Ecco due ricette facili e veloci per gustarli in modo diverso.

Ravanelli pompelmo imburrati al forno

Ingredienti:

  • 2 ravanelli pompelmo
  • 2 cucchiai di burro
  • sale grosso e pepe
  • succo di limone.

Procedimento:

  • Preriscaldate il forno a 190 gradi e intanto lavate bene i ravanelli pompelmo, eliminando stelo e parte superiore. Non bisogna togliere la buccia.
  • Tagliate l’ortaggio creando tanti piccoli spicchi e sistemateli sulla teglia da forno.
  • A questo punto sciogliete il burro in un pentolino e lasciatelo colare sui ravanelli tagliati, dove andrete anche a spargere sale e pepe.
  • Fate cuocere per 20 minuti circa, girando a metà cottura per garantire uniformità.
  • Tirate fuori dal forno e raccogliete tutto il condimento rimasto sul fondo, di modo da spargerlo di nuovo sull’ortaggio.
  • Spremete il succo di un limone e servite come contorno da abbinare a carne o pesce.
ravanello pompelmo

Un altro bel primo piano di questo curioso ortaggio.

Insalata di alghe con ravanelli di pompelmo

Veniamo ora ad una ricetta più orientale per assaporarne l’ortaggio da crudo.

Ingredienti:

  • 1 ravanello di pompelmo
  • alghe a piacere (purchè siano piccole)
  • zenzero grattugiato q.b.
  • 1 scalogno
  • aceto di riso.

Procedimento:

  • Innanzitutto bisogna reidratare le alghe, seguendo le indicazioni che troverete sulle confezioni.
  • Tagliate lo scalogno a dadini e unitelo allo zenzero grattugiato in una ciotola. Ricoprite tutto con l’aceto di riso e lasciate riposare almeno 5 minuti.
  • Tagliate il ravanello pompelmo a fettine sottili e unite le alghe con il condimento creato in precedenza.
  • Ecco che la vostra insalata è pronta per affiancare secondi piatti gustosi.

Altri tuberi da scoprire

Ecco altri tuberi da mangiare che potrebbero interessarti:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment