Cimicifuga: proprietà, benefici in menopausa ed effetti collaterali

di Maura Lugano del 5 maggio 2016

Eccovi tutte le proprietà della cimicifuga, i benefici in menopausa e per i dolori mestruali ma anche gli effetti collaterali.

La cimicifuga è una pianta originaria del Nord America, tradizionalmente molto usata dagli Indiani a scopo curativo, ha un odore intenso che, sempre secondo la tradizione, addirittura è irritante e repellente per le cimici, da qui l’origine del suo nome.

Il suo nome scientifico è cimicifuga racemosa, ma è conosciuta anche come “erba delle donne“, per via delle sue proprietà note dai tempi antichi. Il suo habitat naturale è dato da terreni umidi e da zone non troppo soleggiate.

Proprietà della cimicifuga

Ritornando ai suoi usi tradizionali, gli Indiani d’America la utilizzavano per agevolare i parti, questo significa che la pianta agisce sugli ormoni sessuali femminili, gli estrogeni, pertanto la cimicifuga ha una funzione endocrina.

Oltre a questa funzione endocrina, la cimicifuga è antiinfiammatoria, antireumatica e antidolorifica.

Per la sua azione antinfiammatoria, può essere di aiuto anche per il mal di testa.

Cimicifuga in menopausa e durante il ciclo mestruale

Questa pianta contiene fitoestrogeni che agiscono similmente agli ormoni estrogeni, anche se in misura meno intensa: ciò fa sì che la cimicifuga sia adatta al trattamento naturale dei disturbi della menopausa, soprattutto le vampate di calore, ma anche gli squilibri dell’umore.

I fitoestrogeni agiscono regolando l’ormone luteinizzante che in menopausa tende ad aumentare.

E’ una pianta medicinale molto utile anche per trattare la sintomatologia della sindrome premestruale, quindi dalla tensione mammaria, ai dolori mestruali addominali, alla irritabilità.

E’ consigliata per i dolori intensi che in alcune donne accompagnano il ciclo mestruale, disturbo noto come dismenorrea, e anche l’agomenorrea, che è il ciclo mestruale scarso.

Anche alle donne che hanno subito interventi di asportazione di utero e ovaio, la cimicifuga fa bene in quanto compensa le carenze ormonali.

Cimicifuga effetti collaterali e controindicazioni

La cimicifuga non va assunta durante l’allattamento, né in caso di terapie ormonali sostitutive. Poiché contiene acido acetilsalicilico è da sconsigliare a chi è allergico a questa sostanza.

cimicifuga proprietà - benefici

Scoprite la Cimicifuga, le sue proprietà, benefici in menopausa ed effetti collaterali

Dove trovare la Cimicifuga

Di questa pianta si utilizzano i rizomi e le radici: tuttavia, siccome è una pianta non facile da trovare,  è opportuno rivolgersi all’erborista per procurarsela.

In erboristeria possiamo trovare le radici secche, la tintura madre e l’estratto secco a sua volta disponibile in capsule, di quest’ultimo la dose giornaliera consigliata è di 40 mg da assumere in due somministrazioni lontane dai pasti. L’estratto secco è più efficace nel trattamento della menopausa e dei disturbi femminili rispetto alla tintura madre.

Potete trovare anche l’estratto di questa pianta in vendita online sul sito Macrolibrarsi:

Cimicifuga TS 18 - Estratto Idroalcolico
Favorisce il naturale contrasto dei disturbi della menopausa
€ 21.9
Donna Extra - Pastiglie
Integratore alimentare a base di erbe, sali minerali e vitamine.
€ 27.9

od anche direttamente su Amazon dove potete anche trovarne i semi:

Come preparare un decotto a base di Cimicifuga

Con la radice di questa pianta è possibile preparare un decotto antinfiammatorio, da assumere per alleviare mal di testa e disturbi del ciclo mestruale.

Per fare il decotto occorrono:

  • un cucchiaio di radice di cimicifuga sminuzzata
  • una tazza d’acqua

Ecco il procedimento:

  1. In un pentolino si mettono la radice sminuzzata e l’acqua, si porta a ebollizione e si lascia bollire per alcuni minuti.
  2. Si spegne il fuoco, si mette il coperchio e si lascia riposare per una decina di minuti, quindi si filtra.

Suggerimento: E’ consigliato berla lontano dai pasti principali.

Ecco anche le proprietà ed i benefici per la salute di altre piante medicinali:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *