Pulizia della casa

Come togliere le macchie di sangue: i vari casi

I metodi e le soluzioni più adatti a seconda dei tessuti e dalla tipologia di macchia

Ecco la nostra guida su come togliere le macchie di sangue, che sono le più temute, perché ostinate e difficili da togliere. A contatto con l’aria, infatti, l’emoglobina funge da legante. Così facendo, la macchia penetra nelle fibre del tessuto e vi si fissa. Per questo motivo è fondamentale agire tempestivamente. Ma se ciò non fosse possibile, ci sono comunque varie soluzioni naturali efficaci per rimuovere questo tipo di macchia, anche quando è ormai secca.

Come togliere le macchie di sangue: i vari casi

Come togliere le macchie di sangue fresco

Le macchie di sangue fresco sono le più facili da trattare. Se ci si accorge del malfatto, per prima cosa, risciacquate subito la parte del tessuto incriminata con acqua corrente fredda, meglio se con l’aggiunta di ghiaccio. In alternativa, usate acqua minerale gassata sempre molto fredda.

Dopodiché, applicate sulla macchia un po’ di detersivo (ottimo il sapone di Marsiglia) e procedete con il normale lavaggio in lavatrice.

Quando si pre-tratta la macchia, la cosa fondamentale è non bagnarla con acqua calda o tiepida, in quanto fisserebbe il colore fra le fibre del tessuto.

Come togliere le macchie di sangue dalle lenzuola

Macchiare le lenzuola è un fatto piuttosto comune. Basta infatti lo sfregamento del corpo con la biancheria per riaprire un taglietto, oppure avere una epistassi da naso, o la puntura di zanzara, senza dimenticare il disguido che capita spesso quando si ha il ciclo mestruale.

Prima di procedere con il lavaggio in lavatrice, le macchie sulle lenzuola vanno pretrattate. Ecco come procedere.

Utilizzate l’acqua ossigenata. Versatene alcune gocce sulla zona e fate agire 10-15 minuti. Quindi coprite con un foglio di carta assorbente da cucina e aspettate che assorba tutta l’acqua ossigenata. Infine, tamponate la senza strofinare.

A questo punto, una volta effettuato il pretrattamento, potete pulire in lavatrice, senza caricare esageratamente l’elettrodomestico.

In caso di lenzuola in cotone, impostate un ciclo di lavaggio per cotone a 40°. Utilizzate un detersivo liquido e, al posto dell’ammorbidente, usate l’aceto bianco che svolge un effetto disinfettante.

Macchie di sangue su lenzuola di seta e raso

Il procedimento con l’acqua ossigenata appena esposto è indicato per le lenzuola di cotone. In caso invece di lenzuola in tessuto delicato, come raso o seta, consigliamo di pre-trattare la macchia con del sapone di Marsiglia e di evitare invece l’acqua ossigenata che risulta più aggressiva.

Come togliere le macchie di sangue secco dai tessuti

Le macchie di sangue ormai secco sono sicuramente più difficili da trattare. In ogni caso, ci sono varie soluzioni naturali che permettono di ottenere ottimi risultati.

  • Pasta di bicarbonato di sodio: mescolate 1 parte di bicarbonato + 2 parti di acqua fredda fino a ottenere una pasta compatta e ricoprite la zona, aspettate mezz’ora circa, e risciacquate
  • Acqua ossigenata: versate qualche goccia sulla parte macchiata e fate agire 10-15 minuti. Tamponate con un panno assorbente o risciacquate, usando acqua corrente ben fredda. Questo metodo è indicato per tessuti resistenti come lino e cotone. In caso di tessuti molto delicati, sarebbe meglio optare per altre soluzioni. Se volete comunque utilizzare l’acqua ossigenata, diluitela con il 50% di acqua e testate la soluzione pulente su una angolo nascosto del tessuto per verificare che non si rovini né scolorisca
  • Dentifricio. Applicate una quantità piuttosto generosa sulla macchia e aspettate che secchi. Quindi sciacquate con acqua fredda
  • Composto a base di detersivo per piatti in polvere. Stendete l’impasto ottenuto sulla macchia inumidita e poi mettete in ammollo il capo per alcune ore, infine procedete al normale lavaggio
  • Acqua gassata: soluzione rapida da utilizzare quando si è fuori casa e non si hanno a disposizione altri prodotti

Come togliere le macchie di sangue dai tessuti di cotone

Vediamo ora alcuni metodi efficaci per rimuovere le macchie ematiche dal cotone.

  • Aceto bianco. Inumidite il tessuto macchiato con acqua fredda e poi mettete il capo in ammollo nell’aceto per 30 minuti circa. Dopodiché, strofinate la parte macchiata energicamente e infine risciacquate con acqua fredda. A questo punto, procedete con il consueto lavaggio
  • Succo di limone e sale. Per prima cosa, mettete il capo in ammollo in acqua fredda. Poi strizzatelo ed inseritelo in una busta provvista di chiusura ermetica. Versate nella busta 1/2 l di succo di limone + 100 gr di sale. Chiudete la busta e cominciate a strofinare per una decina di minuti circa ed estraete il capo dalla busta ed esponetelo al sole, affinché si asciughi. Una volta che sarà asciutto, procedete al normale lavaggio. Questa soluzione è adatta per lino e cotone, ma è sconsigliata sui tessuti delicati come la seta
  • Bicarbonato. Mettete a mollo il capo macchiato in acqua e bicarbonato per alcuni minuti e poi strofinate la parte macchiata. Quindi risciacquate con abbondante acqua fredda
  • Detersivo per piatti. Lasciate il capo macchiato in ammollo in acqua e detersivo per piatti. Strofinate l’area sporca e infine sciacquate con abbondante acqua fredda

Come togliere le macchie di sangue dai tessuti colorati

In caso di capi colorati, è importante adottare soluzioni che non rischiano di far scolorire il capo.

  • Inumidite il capo colorato in acqua fredda; quindi mettetelo a bagno nell’aceto bianco per circa mezz’ora. Strofinate ora la parte macchiata con energia e risciacquate usando acqua fredda e procedete con il normale lavaggio
  • Mettete il capo a bagno in una soluzione di acqua e bicarbonato. Fate riposare per almeno 1 ora, quindi strofinate la macchia usando uno spazzolino da bucato e infine procedete con il normale lavaggio
  • Tamponate con un panno imbevuto di aceto bianco. Fate agire 10 minuti circa e poi sciacquate con acqua fredda
  • Preparate una pasta con 1 parte di bicarbonato di sodio e 2 parti di acqua fredda. Distribuite la pasta compatta sulla zona, in modo da coprirla. Fate agire mezz’ora e poi risciacquate per bene con acqua fredda

Prima di procedere con i metodi appena descritti, si consiglia di tastare sempre la soluzione pulente su un angolo nascosto del capo da trattare per verificare che il tessuto non perda colore né si rovini.

Come togliere le macchie di sangue dai tessuti delicati

Per smacchiare i tessuti delicati occorre avere maggior riguardo perché alcuni trattamenti pulenti possono risultare così tanto aggressivi da rovinare lo stesso tessuto.

Nel caso di seta, raso e fibre sintetiche, si consiglia l’utilizzo di alcool etilico al posto dell’acqua ossigenata. Si tratta infatti di un buon smacchiatore. Basta versarne alcune gocce su un panno di cotone e tamponare la macchia di sangue. Quindi rimuoverlo con acqua frizzante e infine risciacqua in acqua fredda.

Prima di procedere col trattamento, è sempre bene fare un test di prova su una piccola porzione di tessuto.

Entriamo ora un po’ più nello specifico e vediamo le migliori soluzioni per togliere le macchie di sangue dai vari tipi di tessuto delicato.

  • Seta. Tamponate la macchia con alcol puro o acqua ossigenata a 12 volumi. Per tamponare, usate un panno in seta. Una volta asciutto, procedere con il lavaggio
  • Tessuti sintetici. Soluzione a base di acqua frizzante e bicarbonato con cui tamponare le macchie di sangue e poi procedere con il lavaggio in lavatrice
  • Lana. Acqua ossigenata a 12 volumi da tamponare sulla macchia con un panno morbido o un batuffolo di cotone fino al completo dissolvimento della macchia stessa. Procedere quindi con il lavaggio in acqua fredda
  • Velluto. Tamponate la macchia con alcol puro al 95% e poi fate assorbire eventuali residui stendendovi sopra una generosa quantità di talco. Attendete una decina di minuti circa e poi rimuovete il tutto spazzolando

Come togliere le macchie di sangue dal materasso

Se si perde sangue durante la notte e, ovviamente, non ce se ne accorge, oltre alle lenzuola, si può macchiare anche il materasso. E di certo non è comodo né agevole da maneggiare. Vediamo quindi come pulire il materasso.

In caso di piccole macchie superficiali, ancora fresche, di solito è sufficiente passare la zona con un panno bagnato di acqua fredda. Meglio ancora, strofinare la zona con un cubetto di ghiaccio. In generale, in caso di macchie di sangue bisogna fare molta attenzione alla temperatura dell’acqua. Non va mai usata acqua calda e neppure tiepida, in quanto la temperatura fa sì che il sangue si fissi al tessuto, penetrando in profondità nelle fibre.

In caso di macchie più estese o ormai secche, la semplice acqua fredda non è sufficiente. Ecco alcune soluzioni casalinghe da poter utilizzare.

  • Acqua ossigenata, sale da cucina e amido di mais. Unite 1/2 bicchiere di acqua ossigenata + mezzo bicchiere di amido di mais + 2 cucchiai di sale e mescolate fino ad ottenere un a pasta piuttosto densa e cremosa. Applicate sulla macchia e lasciate agire 30 minuti, poi procedete con il risciacquo con acqua fredda
  • Percarbonato di sodio. Per prima cosa, tamponate la macchia con un panno bagnato di acqua fredda. Dopodiché, distribuitevi sopra il percarbonato e fate agire il prodotto mezz’ora circa. Infine, risciacquate con acqua fredda
  • Sapone di Marsiglia. Strofinate il sapone su un panno inumidito fino a formare un po’ di schiuma. Usate questo straccio insaponato per tamponare la macchia e poi sciacquate con acqua fredda
  • Bicarbonato di sodio e aceto di vino bianco. In uno spruzzino mescolate acqua fredda e aceto in uguali quantità. Nel frattempo, sul materasso asciutto, distribuite un po’ di bicarbonato e inumidite l’area spruzzandovi sopra un po’ di soluzione composta da acqua e aceto. Passate la zona tratta con un anno bagnato di acqua fredda e farà una lieve reazione chimica, e fate asciugare
  • Dentifricio. Sulla superficie asciutta, applicate un po’ di dentifricio e massaggiate con delicatezza con le dita. Dopo alcuni minuti, il dentifricio si sarà seccato. A questo punto, rimuovetelo usando un panno umido.

Come togliere le macchie di sangue mestruale dalla biancheria

Anche se è una gran scocciatura, è piuttosto comune macchiare di sangue slip e mutandine quando si ha il ciclo. Le macchie di sangue mestruale sono piuttosto ostiche da eliminare. Ma c’è una soluzione valida ed efficace per risolvere il guaio.

Preparate una pasta mescolando un po’ di acqua con del sale da cucina. Applicate l’impasto sulla macchia e strofinatelo per bene aiutandovi con un vecchio spazzolino. Grazie al loro potere abrasivo, i granelli di sale riescono ad eliminare il sangue. Risciacquate con acqua fredda e, qualora la macchia dovesse ancora persistere, procedete con un lavaggio a freddo in lavatrice.

Altri consigli per la pulizia

Nella nostra guida alla pulizia ecologica troverete tantissimi trucchi e rimedi della nonna per svolgere i più comuni lavori casalinghi e per produrre detersivi naturali.

Inoltre, sullo specifico argomento macchie, ti potrebbero interessare anche queste guide:

Published by
Federica Ermete