Lavori dell’orto mese per mese: cosa seminare, come potare, cosa raccogliere, anche il frutteto e le erbe aromatiche

di Salvo del 16 aprile 2018

Sapere quali sono i lavori dell’orto da fare mese per mese è davvero fondamentale, sia che abbiate un orto vero e proprio o che semplicemente vi dilettiate con uno spazio sul balcone di casa. Seguite dunque i nostri consigli per ogni mese dell’anno.

Lavori dell’orto mese per mese: cosa seminare, come potare, cosa raccogliere, anche il frutteto e le erbe aromatiche

Avere un orto è una fortuna, ma bisogna saperlo coltivare. Ecco alcune indicazioni di carattere generale, prima di iniziare con i lavori mese per mese, che sono poi i capitoli in cui sono divise le nostre guide mensili dei lavori dell’orto.

Preparazione del terreno 

La preparazione invernale dl terreno consiste nel muovere la terra per eliminare i parassiti ed ossigenarla, rendendola friabile, per poi nutrirla con il concime. Fino a primavera potrà riposare per essere pronta ad accogliere il seme o una nuova piantina.

Prima smuovete il terreno con la vanga, rivoltando le zolle per eliminare radici di piante preesistenti e infestanti, e gli eventuali sassi.
Poi aggiungete le sostanze nutritive con il concime e riducete le zolle più grandi sgretolandole bene con il piccone e mescolandole al fertilizzante. Pianeggiate tutto e lasciate che il terreno riposi per dargli il tempo di amalgamarsi con il concime.

Altre attività legate al terreno da fare nell’orto:

Cosa seminare

Prima di iniziare la semina vera e propria, fate sempre uno schema di rotazione delle diverse colture confrontandolo con quello dell’anno precedente, per non riseminare o trapiantare nello stesso terreno lo stesso ortaggio o famiglia di ortaggi. Questo perché le piante assorbono gli elementi nutritivi in modo selettivo, così il terreno sarà carente di determinate sostanze in funzione della pianta che vi viene coltivata. Inoltre  aumentano i rischio di parassiti e di malattie.

Il tempo trascorso per rimettere lo stesso tipo di ortaggio dovrebbe essere di 3-4 anni, ma potrete velocizzare rimuovendo tutti i resti vegetali e concimando bene con letame maturo.

I semi degli ortaggi vanno posti in un solco, alla giusta distanza uno dall’altro, per permettere alle piantine di avere il giusto spazio. Poi vanno coperti con uno strato di terra pari alla loro altezza per lasciarli germinare .

Dopo la semina si procede con l‘irrigazione. L’acqua attiva la germinazione e bisogna dunque tenere il terreno umido. Il suolo deve essere umido ma non zuppo e l’innaffiatura va fatta con delicatezza e getti ampi.

Si può seminare a spaglio (rucola, lattuga), ma anche a righe (carote, basilico) e in buchette (pomodori, il peperoni, cipolle) mantenendo le giuste distanze.

La semina può avvenire in coltura protetta oppure direttamente in pieno campo, in base alle caratteristiche dell’ortaggio.

Lavori dell'orto mese per mes

Semina al coperto

La semina fatta in semenzaio avviene direttamente in una cassetta di plastica forata chiamata seminiera, dove il seme è ricoperto da poca terra, che è posta sopra un bancale riscaldato a 20°, e su cui è poi nebulizzata dell’acqua.

La semina in semenzaio è indicata per gli ortaggi macrotermi, quelli più grossi, e quelli con un lungo ciclo dalla semina alla raccolta, perché le piantine vengono poi trapiantate in pieno campo.

Semina all’aperto

La semina direttamente nel terreno dell’orto, cioè la semina in campo aperto o semina a dimora, è adatta alle verdure microterme, di piccole dimensioni e con un ciclo semina-raccolta piuttosto breve, come lattuga, ravanelli, spinaci, rucola, valeriana, carote, piselli, fagioli e fagiolini.

Si esegue di preferenza a file per avere più spazio per togliere facilmente le infestanti, la crescita sarà più uniforme ed la raccolta più pratica.

Non possiamo trascurare gli effetti della luna nel ciclo delle coltivazioni, in particolare per la semina. Coltivare con la luna è una tradizione vecchia di secoli.

Anche la scelta dei semi è importantissima, quasi quanto la concimazione del terreno. Per questo motivo vi consigliamo di scegliere semi biologici e che non abbiano subito trattamenti farmacologici, con l’indicazione ‘no OGM‘. Ponete poi attenzione alle confezioni di semi, controllando che siano integre e che non riportino muffe o umidità e soprattutto che l’anno di riferimento sia quello appena trascorso.

SPECIALE: come allontanare le formiche con metodi naturali

Cosa raccogliere

Quali varietà di frutta e verdura si possono raccogliere ogni mese nell’orto e nel frutteto? Ci sono delle stagionalità che ormai sono andate perse con ‘avvento dei consumi globali. In realtà nell’orto giungono a maturazione diversi prodotti ogni mese. Basta sapere quali, per godere del loro sapore al momento giusto.

Per scoprire quali ortaggi portare in tavola in ogni periodo dell’anno, ma anche quali pesci e che frutta acquistare, vi presentiamo la nostra grande guida alla spesa per trovare la frutta e verdura di stagione.

Lavori dell'orto mese per mes

Trapiantare

Quando le piccole pianticelle seminate al coperto sono abbastanza vigorose per poter resistere da sole all’aperto, si possono finalmente mettere a dimora, ovvero trapiantare in campo aperto.

Quella sarà per loro la sede definitiva, e qui potranno crescere in libertà. La scelta della posizione è fondamentale, perché le piante vicine possono aiutare a crescere meglio e a combattere i parassiti. Per questo bisogna seguire delle semplici regole di consociazione con altre varietà.

Poi basterà scavare una buca, inserire la piantina, e innaffiare con delicatezza.

È importante dare loro il giusto tempo per acclimatarsi, lasciandole nei vasi o nel semenzaio portato nel luogo in cui avverrà il trapianto. Altrettanto importante è scegliere il giusto momento. Per questo il nostro calendario dei lavori dell’orto porta informazioni sulle varietà da trapiantare ogni mese.

A trapiantare troppo presto si rischia che il terreno non sia sufficientemente caldo e che arrivino ancora delle gelate, troppo tardi che le piante siano già cresciute e abbiano radici attorcigliate nel vaso, così da non attecchire bene.

Ammorbidite il terreno annaffiandolo prima leggermente, fate una buchetta, inserite la piantina e spargete del concime organico. Abbiate l’acccortezza di distendere bene le radici e far emergere la piantina a partire dal colletto.

Comprimete bene la terra per dare stabilità e annaffiate evitando ristagni d’acqua. Prevedete un telo per rallentare l’evaporazione in caso di caldo eccessivo o di pacciamatura se facesse troppo freddo.

Potare

Anche in questo caso è importante porre la massima attenzione, in caso di potatura sbagliata questa potrebbe impedire all’albero di fiorire e portare frutta. 

Le regole al riguardo sono semplici: non bisogna essere insicuri, meglio procedere con un taglio netto e deciso; farlo alla giusta distanza dalla gemma; il più possibile inclinato.

Le erbe aromatiche

Tenere delle erbe aromatiche nell’orto ha un doppio vantaggio: si sfrutta la tecnica della consociazione e si possono gustare in cucina. Il loro profumo e il loro sapore aggiungono più gusto ai piatti, ma nell’orto sono un metodo antico ed efficace per migliorare  la crescita e la qualità degli ortaggi, e per proteggerli dai parassiti.

Ci sono erbe aromatiche che hanno un odore che spesso risulta repellente per gli insetti. Se le piantate vicino ad alcune verdure, le proteggeranno dai loro attacchi. Il basilico, per esempio, respinge mosche e zanzare, e la menta tiene lontana la cavolaia.

Altre possono tenere lontano gli animali dannosi e roditori come le talpe, nemici giurati del contadino.

Poi ci sono le consociazioni che migliorano il sapore e aiutano lo sviluppo della verdura, ad esempio le carote con l’erba cipollina, oppure il lino con le patate, mentre la santoreggia migliora il gusto di cipolle e patate.

Il frutteto

Le cure riservate agli alberi da frutto sono le stesse dell’orto. Vi daremo consigli su quali piante potare, quali piantare, e quali frutti raccogliere.

Potete piantare gli alberi da frutto, dopo aver preparato ben bene il terreno. Fate una buca profonda circa 50 cm e larga altrettanto. Adagiate sul fondo del letame maturo. Posizionate la pianta e coprite ben bene.

Copritela con un terriccio fatto da tre parti di terra, una parte di torba e una parte di humus di lombrico.

Orto urbano

Il fenomeno dell‘orto in città è sempre più diffuso al crescere della coscienza eco-sostenibile. Nelle immediate periferie delle grandi città sorgono sempre di più terreni dati in affitto per creare il vostro orto urbano da soli o con altri con il modello dell’orto diffuso, rispettando i regolamenti comunali che lo ricordiamo sono rigidi e non permettono di coltivare ovunque si voglia. Vi abbiamo dato alcuni suggerimenti su come farsi l’orto urbano.

Eccovi quindi di seguito i nostri suggerimenti sui lavori dell’orto mese per mese.

lavori dell'orto

In questo periodo controllate il vostro terreno. Magari è infestato o ha preso alcuni funghi che possono rovinarvi il raccolto.

Procedete con degli antiparassitari ricordandovi che ne esistono anche di biologici come il macerato di ortica. Spruzzato sulle foglie può contrastare gli afidi su piante di zucchina o di cavoli. Si prendono circa 50 piantine di ortica e si mettono a mollo nell’acqua. Dopo 5 giorni l’ortica macerata viene filtrata e poi spruzzata sulle piante.

Non uccide gli insetti ma li allontana per qualche giorno. Va quindi dato varie volte. Il consiglio è di spruzzare il macerato di ortiche la sera per evitare di bruciare le piante nelle ore più calde della giornata.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment