Pastore svizzero: carattere, cura e prezzo

di La Ica del 14 ottobre 2017

Cane docile e di buona compagnia, il pastore svizzero o White Swiss Shepherd Dog si distingue dal pastore tedesco per il colore del suo mantello: bianco. Scopriamo i suoi segreti in questa guida.

Il pastore svizzero bianco altri non è che una variante del pastore tedesco. È infatti stato riconosciuto ufficialmente, nel 2012, proprio per il colore del suo mantello.

Immacolato ed elegante, sembra che i primi esemplari di Berger Blanc Suisse siano stati selezionati dal ‘padre’ del pastore tedesco, il capitano dell’esercito prussiano Max Von Stephanitz.

Pastore svizzero: l’aspetto

Il fisico del Weisser Schweizer Schäferhund è dunque quello tipico delle razze di cane da pastore: robusto, possente, muscoloso, un po’ più allungato ed elegante.

Di taglia media, ha un’altezza che si aggira intorno ai 60-66 cm per i maschi ed i 55-61 cm per le femmine.

Ha occhi a mandorla, tartufo scuro, testa e muso ben proporzionati. Le orecchie sono puntute ma ben aperte ed erette. La caratteristica fondamentale è dunque il pelo, che può essere sia lungo che corto.

Pastore svizzero a pelo lungo

In genere, il mantello del pastore svizzero è sempre molto denso e stratificato. La tipologia dal pelo lungo ha un sottopelo abbondante, liscio ma ruvido, in zona del collo e delle natiche, e un’ondulazione fitta che avvolge anche la coda.

Il pastore svizzero ha un corpo più allungato del pastore tedesco

Pastore svizzero a pelo corto

Nella variante a pelo corto è ammessa un’ondulazione lievemente più lunga, liscia, abbondante e ruvida sul collo e sulla faccia posteriore degli arti.

Il carattere e l’istinto

È un cane docile ed affettuoso, amichevole e devoto. Rispetto agli altri della sua classe, però, il pastore svizzero rimane particolarmente fedele alla famiglia. Come un perfetto cane da compagnia, ama stare insieme ai bambini, ma ha anche, essendo un cane da pastore, un’innata capacità di guidare il branco.

Il pastore svizzero è un’infaticabile giocherellone

Equilibrato, forte, attento ed educato, ha bisogno costante di affetto umano e raramente non andrà d’accordo con qualcuno. Ha uno sviluppato senso di devozione e collaborazione, pertanto non è difficile addestrarlo, dato che sa anche facilmente rispondere agli stimoli.

Può essere inizialmente diffidente con gli estranei ma non risulterà mai aggressivo. Ideale come cane da guardia, è ben portato anche per l’obedience e il rally obedience. Data la sua mole, non è indicato per il disc dog o l’agility, ma ama gli spazi aperti e correre.

La cura

Per un cane da pastore svizzero la gestione degli spazi è importante, non solo per la stazza ma anche perché apprezza il gioco. Il pelo necessita di attenzione costante, affinché rimanga lucido e pulito.

Il pastore svizzero soffre di cheratite, perciò è bene non esporlo troppo al sole

Il pastore svizzero può soffrire di una grave malattia autoimmune degli occhi, la cheratite, che può portare alla cecità. Pertanto, oltre alle cure veterinarie specifiche, è importante non esporre eccessivamente il cane ai raggi ultravioletti.

Prezzi e allevamenti

Il prezzo di un pastore svizzero si aggira intorno ai 1.000-1.200 euro. Gli allevamenti riconosciuti dall’ENCI si trovano un po’ in tutta la Penisola.

Altre informazioni

Per scoprire qualcosa in più anche sugli altri cane da pastore, ecco le nostre schede:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment