Cani

Cane pastore bergamasco, aspetto, cura e carattere

Un cane da guardia e da pastore che ama i bambini e la famiglia e considera il suo gregge

Il Pastore bergamasco è un’antica razza italiana originaria delle valli bergamasche utilizzata in passato come conduttore e guardia delle greggi e delle mandrie. Scopriamo qualcosa di più di una delle razze di cani italiani più interessanti e poco note.

Cane pastore bergamasco, aspetto, cura e carattere

Quali sono le origini del Pastore bergamasco

Fin dall’antichità, la storia di questo cane pastore si è incrociata a quella degli allevatori del nord Italia che lo utilizzavano come guardiano e conduttore di greggi e mandrie durante gli spostamenti stagionali tra la Pianura Padana e gli allevamenti alpini di confine.

Un compito tutt’altro che semplice, quanto indispensabile per garantire l’incolumità di animali e uomini che il pastore bergamasco ha sempre dimostrato di svolgere con maestria. Prestanza fisica, agilità, resistenza e velocità sono le doti che questo lavoro richiedeva.

La razza è documentata già nel 1500 dal pittore Lorenzo Lotto in un quadro che lo raffigura e iscritta per la prima volta al Registro Origini Italiano nel 1891.

Guardiano affettuoso e attento, carattere vispo, aspetto statuario e indole forte: il pastore bergamasco è questo e molto altro ancora. Impariamo a conoscerlo meglio con una guida a lui interamente dedicata.

Pastore bergamasco

Com’è il Pastore bergamasco

Si tratta di cani di taglia media dall’aspetto rustico e caratterizzato da un pelo abbondante e caprino. Il mantello, infatti, compre tutto il corpo, compresi gli occhi, conferendo al cane un’aria al quanto buffa e simpatica.

  • Il pelo è ben distribuito e la sua tessitura è ruvida nella parte anteriore del corpo e più morbida sulla testa.
  • Gli occhi sono grandi e intensi, di colore marrone scuro, di forma leggermente ovale. Le orecchie alte, triangolari e con la parte terminale cadente.
  • La coda è inserita, grossa e robusta alla radice, più affusolata verso la punta.
  • Le dimensioni rispettano gli standard arrivano a 60 cm di lunghezza al garrese per 32-38 kg di peso. Le femmine sono leggermente più piccole ma altrettanto pelose.
  • I colori tipici della razza vanno dal nero al grigio, uniformi o a chiazze. Il colore bianco non è ammesso se non a pezzature non uniformi su un mantello che deve essere comunque di tonalità grigia chiara o scura.

Il carattere del Pastore bergamasco

Come buona parte dei cani da pastore, ha un temperamento mite ed equilibrato. Si tratta di un cane ubbidiente, affettuoso e dimostra grande sensibilità nei confronti del padrone e della sua famiglia.

Tra i cani da pastore vi sono anche quelli che lo controllano e fanno  in modo che potenziali predatori non lo assalgano, come ad esempio il cane da montagna dei Pirenei ed il Pastore maremmano. Si tratta quindi di veri e propri cani da guardia, votati alla protezione delle greggi e delle mandrie di mucche.

Anche il bergamasco è di questo tipo, e allevarlo non è particolarmente difficile. Molto intelligente e paziente, sa ascoltare e impara velocemente dai propri errori.

La sua famiglia è anche il suo gregge. Per questo motivo tende ad essere protettivo e diventa una compagno di vita prezioso anche per i bambini che considera a tutti gli effetti suoi cuccioli.

Nonostante il suo istinto protettivo, non diventa quasi mai ossessivo o possessivo, nè tanto meno sviluppa aggressività nei confronti degli estranei. Sa basare alla casa e ai propri affetti senza mai diventare pericoloso o mordace.

Oltre ad essere un buon cane da guardia, dimostra grandi capacità anche come cane da cerca. E’ dotato, infatti, di un formidabile olfatto. Per questa ragione, ha avuto un certo successo anche come cane-poliziotto.

Come curare il Pastore bergamasco

Il fatto che sia un cane rustico non vuol dire che richieda poche attenzioni e cure. Essendo uno di quei cani a pelo lungo, che tende ad aggrovigliarsi, deve essere seguito sopratutto nella sua toeletta.

Il momento più delicato corrisponde alla formazione dei boccoli, quando è importante districare bene il pelo a mano, per favorire il naturale assembramento del manto.

Inoltre, è importante porre molta attenzione alla sua igiene. La formazione di cattivi odori, data la quantità di pelo, è un rischio ricorrente, sopratutto se il cane viene allevato in spazi chiusi o limitati.

Il cattivo odore del pelo è un aspetto fondamentale e per tanto si consiglia di accogliere questa razza bergamasca solo se si ha la possibilità di farlo vivere in grandi giardini dove poter scorrazzare all’aria aperta.

Pastore bergamasco

Sempre a proposito della manutenzione del pelo, ricordate che può esser lavato ogni volta che occorre. Tuttavia, occorre fare molta attenzione al risciacquo e all’asciugatura, che in genere richiedono molto tempo. Anche la tosatura (1 volta l’anno) è molto importante, specie per le femmine, che tendono a produrre molti boccoli e a sviluppare un mantello più lanoso.

Il pelo, infine, deve essere spazzolato con un pettine apposito quasi ogni giorno, sopratutto sul viso e nella zona genitale, per evitare formazione di cattivi odori e ristagni. Ma esistono degli oli spray appositi per sciogliere eventuali nodi.

Ricordate che muso e occhi sono molto delicati, quindi non si deve sfoltire troppo la peluria in quelle zone.

Quanto costa un cucciolo di Pastore bergamasco

Il prezzo di un cucciolo oscilla tra i 850 e i 1.700 euro. A causa dell’impegno necessario per provvedere alla manutenzione del pelo, non è, ad oggi, un cane particolarmente richiesto e quindi è possibile acquistarlo anche a prezzi inferiori.

L’ultimo censimento risale al 2012 quando l’ENCI ha registrato 82 nuovi cuccioli iscritti a testimonianza del netto calo della sua diffusione.

Come si chiamano i cani da pastore: informazioni sui cani pastore

Scopri tutto sulle varie razze di cani da pastore, Pinscher, Schnautzer e bovari:

Annabella Denti

Nata a Como e laureata in Lingue e Letterature Straniere entra nel mondo del web in Italia quando era solo agli esordi. Dopo un Master in Comunicazione, è diventata Digital Marketing Consultant e oggi collabora per diversi siti. Esperta e appassionata di yoga,  ama la lettura e lunghe passeggiate nella natura con i suoi cani.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio