Pastore scozzese: carattere, aspetto e specificità

di Alessia del 17 agosto 2017

Il Pastore scozzese o Collie è un cane fedele e protettivo: scopri tutto su come allevarlo ed educarlo al meglio.

Il pastore scozzese, dal nome stesso, è originario della bassa Scozia. Rientra nella famiglia dei cani pastore, grazie alla sua grande attitudine al lavoro.

Tutti abbiamo sicuramente in mente l’immagine di un famoso esemplare della razza, Lessie, il cane che ha appassionato milioni di telespettatori con le sue avventure.

Ecco tutte le razze di cani più interessanti

Pastore scozzese: storia della razza

Questa razza è stata probabilmente il frutto di un incrocio tra il cane delle torbiere e i cani da pastore importati dai Romani. Durante l’epoca medioevale vi fu un ulteriore rinforzo della razza, con i cani portati dai Sassoni e dagli Angli.

Prime testimonianze scritte compaiono nel 1792, su un’incisione nel legno, e poi nel 1808 in un manuale di Bingley. Il riconoscimento ufficiale del Kennel Club avviene però molto tardi, solo nel 1950.

Pastore scozzese aspetto

Il pelo è il punto di forza di questa razza. È costituito da un sottopelo lanoso a cui si aggiunge l’Highland dress, un mantello di peli duri, ispidi e molto lunghi.

L’altezza è di  56-61 cm per i maschi e di 51-56 cm per le femmine, mentre il peso è di 20-29 Kg per i maschi e di 18-25 Kg per le femmine. Si tratta quindi di un cane di taglia media, che di certo non passa inosservato.

Vediamo ora quali sono gli standard ammessi. La testa è a forma di cono ed è sorretta da un collo possente e muscoloso. Il cranio è piatto, il tartufo nero e il muso tondeggiante.

Le orecchie sono piccole e tirate all’indietro quando sono a riposo. Gli occhi sono a forma di mandorla e obliqui, non troppo grandi, di colore marrone. Fa eccezione il blu merle che ha gli occhi chiari.

I colori ammessi per il mantello sono blue merle, sabbia e tricolore. Le macchie bianche possono presentarsi su piedi, arti, pettorale e punta della coda. È ammessa anche una striscia bianca sul cranio e sul muso.

La coda è lunga e ricca di pelo, il corpo è leggermente più lungo che alto, con un torace ben piazzato.

Pastore scozzese carattere

Sul carattere sono necessarie alcune precisazioni, in quanto l’immaginario collettivo ha idee piuttosto diverse dalla realtà. Dobbiamo considerare che negli anni l’evoluzione ha inciso sul cambio caratteriale, venendo meno alcune funzioni.

Alcuni oggi lo tengono in appartamento, coccolandolo e mettendolo al riparo, come se da solo non riuscisse a farcela. Questo è un atteggiamento completamente errato, che mette a tacere la vera natura del cane.

Al contrario il pastore scozzese sa il fatto suo in quanto a guardia dell’abitazione e delle proprietà. Alcuni esemplari sono anche riconosciuti come cani da difesa, il che vuol dire che sanno come comportarsi in determinate situazioni. Il pastore scozzese è un temerario, pronto a tutto, per nulla timoroso.

Ama vivere all’aria aperta, scorrazzare liberamente nei prati, tirando fuori la sua natura selvaggia. Per conquistarlo serviranno rispetto e tranquillità. Esegue qualsiasi comando perché adora essere servizievole, ma riconosce subito l’autoritarismo eccessivo e se ne allontana.

Allo stesso tempo gli piace giocare con i bimbi, è allegro e simpatico, di buona compagnia, ma senza essere mai invadente.

pastore scozzese

Un pastore scozzese e dei tenerissimi cuccioli

Pastore scozzese cure

Essendo il mantello molto abbondante, dovranno essere frequenti anche le spazzolate: si parla di almeno 2 o 3 volte alla settimana utilizzando una spazzola apposita e sempre contropelo. Attenzione ai bagni, che potrebbero creare problemi al sottopelo. Molto meglio utilizzare uno shampoo a secco.

L’importante è assicurarsi che non vi siano dei nodi (che altrimenti vanno subito rimossi) e che ci sia sempre un continuo ricambio del pelo, eliminando quello morto.

Scopri tutte le razze di cani da pastore:

Pastore scozzese prezzo

Il prezzo di questo cane oscilla da 800 a 1.400 euro circa. Ricordiamo comunque che c’è sempre l’opzione di rivolgervi ad un canile ed eventualmente adottare un cane: è la soluzione migliore, non solo per le vostre finanze.

In alternativa rivolgetevi ad un centro specializzato e riconosciuto e chiedete che insieme al cucciolo vi vengano sempre consegnati il libretto delle vaccinazioni e il pedigree.

Scopri tutto sul mondo dei cani

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment