La Sulla, una pianta erbacea dalle tante proprietà e dal gustoso miele sempre più apprezzata per le sue fioriture

di Erika Facciolla del 16 Marzo 2019

La Sulla leguminosa è una pianta erbacea spontanea molto preziosa in agricoltura e zootecnia, ma anche nella medicina naturale.

La Sulla, una pianta erbacea dalle tante proprietà e dal gustoso miele sempre più apprezzata per le sue fioriture

Le sue proprietà benefiche, infatti, fanno di questa pianta una grande alleata del benessere e della salute del nostro organismo. Allo stesso tempo, la Sulla è amica anche di allevatori e agricoltori in quanto rappresenta è un’ eccellente fonte foraggera per l’alimentazione degli animali da reddito.

In botanica, il nome scientifico della Sulla è Hedysarum coronarium, con il quale si indica una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Fabaceae che cresce spontanea nel Bacino del Mediterraneo.

Conosciamola più da vicino e scopriamone gli usi e le proprietà.

Sulla pianta: descrizione e caratteristiche

Pur non essendo così nota, la Sulla è una pianta erbacea foraggera davvero utile. Addomesticata di recente, questa pianta viene coltivata per tantissimi scopi e utilizzi. Ma vediamo quali sono le sue caratteristiche generali e come si presenta.

Il termine “Hedysarum” del nome botanico, fa pensare ad un frutto da sapore dolciastro e zuccherino. Con  “coronarius”, invece, ci si riferisce probabilmente alla “corona”. Il riferimento, probabilmente, è alla forma del fiore della Sulla.

La pianta cresce spontanea in molti terreni e luoghi diversi, ma come tutte le leguminose predilige i suoli morbidi e abbastanza umidi. Tuttavia, l’apparato radicale fittonante e molto sviluppato, la distingue dalle altre leguminose.

La sua capacità di penetrare il terreno, infatti, è notevole e questo la rende adatta anche ai substrati argillosi e pliocenico-argillosi.

SPECIALE: Erbe commestibili da raccogliere in inverno

Sulla pianta erbacea foraggera

La Sulla si caratterizza anche per il fusto robusto e quadrangolare. Gli steli sono eretti e non ricadenti, piuttosto grossolani e tendono nel tempo a lignificarsi, sopratutto dopo la fioritura. Le foglie sono leggermente ovale, ellittica e pubescenti al margine. Il fiore, invece, ricorda molto quello tipico delle leguminose.

Esso consiste in un’infiorescenza ascellare di forma allungata e globosa, tipicamente a calice. I petali della corolla assumono colorazioni che vanno dal rosso porpora al bianco e sbocciano verso la fine della Primavera (da aprile a giugno).

Il frutto della Sulla e i suoi fiori

Infine, il frutto della Sulla è un legume definito che giunto a maturazione si divide in tanti segmenti di colore giallo. In ogni segmento è contenuto un seme. Il suo aspetto è tondeggiante, di colore giallognolo, acquoso e zuccherino.

Per queste sue caratteristiche i fiori di Sulla sono molto apprezzati dalle api che ne ricavano un gustoso miele, il miele di sulla, mentre i frutti e i fusti sono un’eccellente fonte di nutrimento per animali da pascolo e uccelli.

Sulla: coltivazione della pianta

In Italia la Sulla cresce spontanea in tutte le regioni dello Stivale. In particolare, la si vede abbondante nei campi in Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna.

L’ Italia è anche l’unico paese del Mediterraneo in cui la Sulla viene coltivata in maniera estensiva ed è inserita negli avvicendamenti colturali. Dal punto di vista agricolo, infatti, è un’ottima alleata per migliorante la fertilità del terreno. Inoltre, è capace di colonizzare terreni argillosi e pesanti e di insediarsi in tutti i tipi di substrati che tende a  preservazione e fertilizzare.

Non ha bisogno di cure o attenzioni particolari perché grazie al suo fittone riesce a procurasi il nutrimento di cui necessita.

Questa leguminosa è robusta e non teme la siccità  e come detto viene coltivata per migliorare la resa dei terreni agricoli. Inoltre, è coltivata per la produzione del famose e prelibato miele di Sulla, ricchissimo di vitamine.

Grazie alle fioriture abbondanti e vivaci, la Sulla è sempre più coltivata nei giardini come pianta ornamentale.

Proprietà e usi della Sulla

Pur non essendo molto nota, la Sulla vanta innumerevoli proprietà benefiche e curative, in gran parte derivanti dal suo miele.

Si tratta di una pianta ricca di sali minerali e oligoelementi come zinco, rame, ferro, magnesio e manganese che ne fanno un energizzante naturale, alleato soprattutto degli sportivi.

Da queste caratteristiche derivano anche le azioni diuretiche e lassative che la pianta è in grado di promuovere nell’organismo. Inoltre, agisce come disintossicante del fegato, stimola la motilità intestinale ed è un ottimo tonico naturale.

MIele di sulla

Miele di Sulla

ll Miele di Sulla è una specialità tipica della Sicilia, regione in cui la coltivazione della Sulla è particolarmente diffusa. Questo miele ha proprietà nutritive estremamente benefiche, è ricco di nutrienti, vitamine e sali minerali.

Ha un sapore delicato, non eccessivamente dolce e con un retrogusto leggermente acido.

Come detto, è considerato il miele preferito dagli sportivi per la sua alta concentrazione di fruttosio. Inoltre, apporta grandi quantità di e ferro, zinco e magnesio, che forniscono energia immediata e a rilascio graduale. Il suo consumo abituale, promuove un’azione depurativa e disintossicante profonda, oltre che tonificante e stimolante per il sistema immunitario.

Miele di Sulla: utilizzi e benefici

Oltre al consumo alimentare, il miele ottenuto dai fiori della Sulla è un ottimo diuretico e lassativo naturale. Applicato sulla pelle è in grado di curare brufoli e acne.

Per gustarlo e godere di tutti i suoi benefici, l’ideale e e gustarlo da solo o lasciarne un cucchiaino in infusione con una tisana o un bicchiere di latte.

Utilissimo per curare le più curare le più comuni affezioni di  gola e la tosse.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment