Psoriasi: i rimedi naturali per lenire i disturbi in maniera naturale

di Maura Lugano del 31 marzo 2016

Psoriasi rimedi naturali: scopriamo insieme come alleviarne i disturbi in maniera del tutto naturale anche durante il periodo estivo.

La psoriasi è un disturbo cronico autoimmune della cute che può manifestarsi per cause genetiche o collegate ad uno stile di via sbagliato. Generalmente è vissuta come un inestetismo grave poiché coincide con la comparsa di arrossamenti, placche squamose e lesioni cutanee in varie zone del corpo.

Oltre ad un’attenta valutazione medica, la psoriasi può essere affrontata con alcune cure naturali che possono migliorare l’aspetto della pelle e contrastare l’avanzamento della malattia.

Psoriasi che cos’è

La psoriasi – dal greco (ψωρίασις) che significa ‘prurito’ – è una malattia infiammatoria cronica, non contagiosa e recidivante della pelle scatenata da una serie di fattori autoimmunitari, genetici e ambientali. Esistono diverse forme di psoriasi, tra cui la pustolosa, quella a placche, la guttata e la psoriasi eritrodermica.

Diciamo subito che si manifesta con forti arrossamenti, chiazze, indurimenti, ispessimenti e con la formazione di scaglie squamose, e che, sì, purtroppo non ha possibilità di cure che la possano debellare in modo definitivo, ma non è contagiosa.

Tuttavia di possono arginare gli inestetismi, ridurre e lenire il fastidioso prurito che essa provoca grazie a cure naturali. E’ opportuno specificare che l’efficacia potrebbe non manifestarsi ugualmente in tutti i pazienti.

SPECIALE: Scabbia, come riconoscerla e combatterla

Ricordate: la psoriasi è una malattia seria che deve essere affrontata con le dovute cautele e sotto l’assistenza di uno specialista. Evitate le cure e i rimedi-fai-da-te e non dimenticate di sottoporvi a visite periodiche per monitorare l’evoluzione della malattia.

Psoriasi rimedi naturali

Psoriasi rimedi naturali: ecco un arrossamento comune da psoriasi

Psoriasi sintomi

La psoriasi può colpire qualsiasi individuo a qualunque età. Generalmente si manifesta con alterazioni evidenti dei tessuti cutanei e prurito in diverse zone del corpo, in particolare sul cuoio capelluto, mani, ginocchia piedi, gomiti, unghie, collo e schiena.

  • nei punti ‘critici’ la pelle tende a inspessirsi e poi lesionarsi
  • possono presentarsi placche eritematose con margini netti, dalla forma rotonda e aspetto squamoso bianco-argenteo
  • può esserci un lieve prurito
  • a seconda della gravità, le lesioni possono essere concentrate su poche zone o su tutto il corpo, (gomiti, pmani, cuocio capelluto, gambe…)
psoriasi macchie

Psoriasi rimedi naturali: uno dei fastidi della psoriasi è il senso di prurito

Psoriasi cause

Psoriasi ed ereditarietà è un binomio piuttosto comune poiché parliamo di una malattia della pelle in cui la predisposizione genetica ed immunologica costituisce un fattore determinante.

Tuttavia, esistono molti altre cause scatenanti che possono aumentare il rischio di sviluppare questa fastidiosa patologia autoimmune o a potenziarne i disturbi. Tra i più comuni:

  • stress
  • alimentazione squilibrata
  • fumo e alcol
  • gravidanza
  • infezioni
  • farmaci

Dunque, se pur generata nella maggior parte dei casi da un’alterazione genetica di carattere ereditario, la malattia può cronicizzarsi se associata a questi fattori di rischio.

Pur essendo considerato un problema cronico e difficilmente risolvibile in modo definitivo, la psoriasi, in particolare quando si presenta in forma lieve e non ha natura infettiva, può essere alleviata adottando vari rimedi naturali ed accortezze, scopriamoli insieme.

Scopri tutti i rimedi naturali per la cura delle affezioni della pelle:

Psoriasi mani

La malattia può comparire in varie parti del corpo, anche dietro le unghie, e quando colpisce le mani o i piedi, cioè nella forma palmo-plantare produce vescicole e ragadi, e le unghie si ispessiscono, diventano gialle e si sfaldano. Spesso in questa forma si scambia per una dermatite.

Psoriasi cuoio capelluto

Il 75% delle manifestazioni di psoriasi si localizza sul cuoio capelluto, presentando lesioni e arrossamenti con una desquamazione che può essere scambiata per forfora. L’andamento però è sempre cronico e le recidive possono presentarsi anche dopo molto tempo.

Come per gli altri tipi anche in questo caso si tratta di una malattia autoimmune, che porta le cellule della pelle a riprodursi più velocemente, ogni 5 giorni invece che 28 giorni del ciclo normale. La comparsa è associata a situazioni di stress, infezioni e malattie, scompensi ormonali, che abbassano le difese immunitarie.

Psoriasi gomito

La forma a placche di questa malattia si presenta maggiormente sulla pelle dei gomiti e delle ginocchia, in circa l’80% dei casi.

Le forme, il colore e le dimensioni delle chiazze infatti sono sempre variabili, portando a definire varie tipologie di malattia:

  • psoriasi a placche
  • psoriasi guttata
  • psoriasi inversa
  • psoriasi eritrodermica
  • psoriasi pustolosa

Psoriasi cure naturali

Va detto che la psoriasi, almeno nella fase più acuta, deve essere trattata con apposite terapie farmacologiche che solo uno specialista sarà in grado di prescrivere.

Pertanto, non esistono rimedi naturali in grado di guarire la psoriasi, ma diversi prodotti erboristici ad uso topico come pomate, balsami, unguenti e gel, svolgono sulla cute una funzione ri-epitelizzante, antinfiammatoria, antisettica ed emolliente.

  • Ananas: per l’alto contenuto di bromelina, un enzima proteolitico che agisce come infiammatorio naturale e ri-epitelizzatore della pelle.
  • Pompelmo: l’estratto oleoso dei semi di pompelmo è particolarmente ricco di flavonoidi e fenoli che svolgono sulla cute una profonda azione antiossidante. L’altra caratteristica che rende il pompelmo una pianta amica della pelle e la concentrazione di ceramidi che svolgono un’azione antinfiammatoria sui tessuti.
  • Propoli: l’efficacia di questo prezioso prodotto (che però è allergizzante) è nel concentrato di flavonoidi che aiutano a contrastare le infiammazioni, agiscono come antiossidanti, antisettici e riepitelizzatori naturali dei tessuti desquamati.

 

  • Curcuma : perché contiene curcumina, sostanza fortemente antinfiammatoria, ed il modo più pratico per assumerla è sotto forma di integratore alimentare.
  • Tea tree oil: in alcuni casi pare funzionare, per alleviare l’inestetismo, l’applicazione locale di alcune gocce di olio essenziale di melaleuca, che facilita la rimozione delle cellule morte, oppure fare un bagno aggiungendo all’acqua i sali del Mar Morto.
  • Aceto di sidro di mele: per alleviare l’infiammazione causata dalla psoriasi si applica, sulle zone interessate, dell’aceto di sidro di mele versandolo direttamente o tamponando la zona con batuffoli di cotone o garze, è anche possibile aggiungere una tazza di aceto di sidro di mele all’acqua del bagno.

Trattamenti da fare a casa

Per la cura della psoriasi (in particolare nelle fasi non acute del suo decorso) i trattamenti facilmente realizzabili anche in casa sono:

  • Tisana di sambucoL’estratto del fiore di sambuco ha proprietà depurative e lenitive nei confronti degli strati epidermici più profondi.
  • Fanghi di laguna. Assieme alle acque termali, i fanghi di laguna sono ricchi di calcio, iodio, magnesio e bromo che ben si addicono alla cura di psoriasi, artrosi, gotta e reumatismi.
  • Oli vegetali. Tra gli oli vegetali più efficaci nel trattamento della psoriasi, troviamo l’olio di jojoba e di macadamia ma anche l’olio di avocado, ricchi di principi attivi ad azione emolliente, antiossidante e protettiva.
  • Impacchi all’olio di oliva. Si può mischiare con foglie di cavolo oppure con polpa di avocado

Impacco con olio e foglie di cavolo

Uno dei metodi più conosciuti è l’applicazione locale di impacchi a base di foglie di cavolo. Occorrono:

  • 1 cavolo,
  • acqua tiepida
  • 1 canovaccio
  • 1 mattarello
  • garze
  • bende elastiche

Preparazione. Prendete le foglie più spesse e più verdi, cioè quelle più esterne, tagliate dal cespo e lavate con l’acqua tiepida. Eliminate la parte più dura e asciugate con il canovaccio.

Poi fate scorrere il mattarello in modo tale da schiacciare le foglie e favorire la fuoriuscita delle sostanze benefiche contenute. Dopo questo passaggi applicate le foglie sulla parte da trattare, stendete sopra una compressa di garza e avvolgete con una benda elastica.

Attenzione. Le foglie di cavolo non devono essere cotte, si usano esclusivamente crude.

Oltre che come rimedio per l’inestetismo creato dalla psoriasi, queste foglie si utilizzano anche per trattare escoriazioni della pelle, bruciature e irritazioni.

Scopri… Come curare la pelle con ingredienti naturali

Impacco con olio e avocado

Per il trattamento della psoriasi nella zona del cuoio capelluto è utile un impacco a base di avocado e olio di oliva da applicare sui capelli lavati e ben frizionati. Gli ingredienti:

  • avocado molto maturo
  • 1 cucchiaio di olio di oliva
  • 1 cucchiaino di olio essenziale di tea tree
  • albume

Preparazione. Sbucciate l’avocado e tagliatelo a metà, buttando via il nocciolo. Schiacciate la polpa con una forchetta. Unite l’olio di oliva e l’olio di tea tree e metteteli nel microonde per 25 secondi per riscaldarli.

Aggiungete la polpa dell’avocado. A questo punto incorporate anche l’albume leggermente battuto. Mescolate tutti gli ingredienti e amalgamateli il più possibile.

Questo impasto si applica sul cuoio capelluto deterso aiutandosi con le mani. Poi indossate una cuffia da doccia e tenete in posa per almeno un’ora.

Pettinatevi bene con un pettine a denti larghi per eliminare le scaglie e sciacquate. Il trattamento va ripetuto per 1 volta alla settimana o più, per alleviare i sintomi della psoriasi.

Impacco con olio di lavanda e olio di Neem

Per la psoriasi della zona del cuoio capelluto vi proponiamo un olio per massaggio delle zone soggette a desquamazione.

  • 20 gocce di olio essenziale di lavanda
  • 20 gocce di olio essenziale di eucalipto
  • 20 gocce di olio essenziale di Neem

Preparazione. In un contenitore mescolate gli oli essenziali e applicate sul cuoio capelluto, frizionate delicatamente perché si assorba e sciacquate con acqua tiepida. La lavanda e l’eucalitpo idratano, mentre il Neem allevia la sensazione di bruciore e di prurito.

Psoriasi alimentazione

Un ultima, ma importante, raccomandazione a chi soffre di psoriasi è anche di prestare un po’ di attenzione all’alimentazione riducendo i cibi ricchi di glutine, gli zuccheri, l’alcool e i cibi acidi come caffè, pomodori e bevande gassate.

E’ consigliato, invece, aumentare il consumo di cibi con vitamina E e D che aiutano la salute della pelle.

Mantenersi idratati bevendo molta acqua e assumendo il giusto apporto di vitamine e sali minerali e non consumare bevande alcooliche, poiché potrebbe causare fastidiosi arrossamenti o altre reazioni cutanee.

Rimedi per l’estate

In estate può rivelarsi una patologia più complicata da gestire, perché si è portati a mostrare più spesso parti del corpo che potrebbero essere arrossate o squamose proprio a causa dei sintomi di questo disturbo.

In realtà l‘esposizione graduale al sole, soprattutto se realizzata nelle ore meno calde della giornata e impiegando creme con fattori di protezione alti, può comportare dei benefici per la cute di chi è affetto da tale sintomatologia.

Vanno evitate le scottature che peggiorano le condizioni della pelle.

Anche curare l’igiene personale con l’uso di detergenti neutri, associati a creme idratanti, può favorire una regressione dei sintomi.

Meglio preferire indumenti leggeri in lino o cotone o comunque in fibra naturale ed in grado di favorire la traspirazione.

Si può spalmare dell’olio di iperico, olio essenziale di lavanda e di eucalipto e di melaleuca, localmente, per alleviare l’inestetismo e facilitare la rimozione delle cellule morte.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *