Cani

Cane Africanis: il cane che viene dal Sudafrica

Si tratta di un nome generico attribuito a tutti i cani aborigeni del Sudafrica

Africanis è il nome generico attribuito a tutti i cani del Sudafrica. Una razza mite, dal manto colorato, che è riuscita a rimanere indipendente dall’uomo.

Cane Africanis: il cane che viene dal Sudafrica

Africanis cane

È il nome generico dato ai cani endemici del Sudafrica, ma è anche una razza riconosciuta e protetta in quanto emergente.

Non è ancora riconosciuta dalla FCI; in questa categoria rientrano, infatti, i cosiddetti cani pariah, ovvero quelli selvatici, da strada.

SPECIALE: Boerboel, carattere, addestramento e prezzi

Cane africano selvatico

Diretto discendente dei cani dell’Africa antica, il nome è una contrazione di African canis. Nelle lingue locali viene chiamato con vari nomignoli, ad esempio in lingua swahili significa “meticcio”. E’ solo con l’arrivo del 21esimi secolo che alcuni ricercatori riescono a stabilire che si tratta di una vera e propria razza con caratteristiche uniche.

Conosciuto anche coi toponimi Hottentot Dog, Bantu Dog e African Dog, giunse nella valle del Sudafrica in seguito alla migrazione del popolo Bantu, originario dell’Africa subsahariana; le prime testimonianze della sua presenza, risalgono all’800 a.C.!

DALL’AFRICA: Cane Basenji o Cane del Congo, una razza di cani davvero particolare

Cane Africanis
Come molte altre razze selvatiche, il cane Africanis non ha una rigida conformazione fisica e caratteristiche standardizzate, a partire dal mantello, che può essere di diversi colori.

Cane Euroasiatico

A differenza delle altre razze Occidentali, il cane africanis non ha una rigida conformazione fisica.

La razza è infatti stata suddivisa in ecotipi con caratteristiche anche molto diverse tra loro; a cominciare dal mantello, che può anche essere marezzato, in nero e marrone o a macchie bianche e nere come quelle del Beagle.

Cani africani selvaggi

Noti per la loro resilienza ai parassiti, i cani africani selvaggi hanno corpo snello e muscoloso, di taglia media, con varie combinazioni del mantello che è, generalmente, marrone.

Non sono da confondere con il cane-iena africano, ovvero il licaone o cane selvatico africano che è un canide lupino, quindi diverso per dita e dentizione.

Anticamente utilizzati per la caccia e per proteggere carovane e bambini, l’africanis è il risultato della sola selezione naturale data dal clima ostile del Sudafrica.

Agile e resiliente, è un grande corridore, ha muso lungo come quello del dingo australiano, faccia espressiva e carattere cauto.

Ama avere molto spazio per sé ma necessita anche di molta compagnia da parte degli umani.

Il vero africanis è infatti facile trovarlo nelle aree rurali, anche se la veloce urbanizzazione del Sudafrica ne ha fatto una razza protetta.

Amichevole e mite ma vigilie e territoriale, può essere dotato di ridge, ovvero una cresta lungo la schiena che è caratteristica anche della razza Rhodesian Ridgeback.

Cane Africanis
Si tratta di una razza di cani con eccezionali capacità di adattamento.

Tutte le razze di cani da scoprire

Vi è piaciuto questo articolo? Usate l’articolo successivo per orientarvi tra le nostre guide:

Oppure consultate queste guide per approfondire sulle varie razze di cani:

La Ica

Web editor freelance per portali e siti che si occupano di viaggi, lifestyle, moda e tecnologia. Districatrice di parole verdi per TuttoGreen dal maggio 2012, nello stesso anno ha dattiloscritto anche per ScreenWeek. Oggi, pontifica su Il Ruggito della Moda, scribacchia di cinema su La Vie En Lumière, tiene traccia delle sue trasvolate artistiche su she)art. e crea Le Maglie di Tea, una linea di magliette ecologiche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close