Erbe medicinali e aromatiche

China rossa, la pianta da cui si estrae un potente tonico digestivo

Proprietà, utilizzi e controindicazioni

La china rossa è una pianta tropicale dalla cui corteccia si estraggono principi attivi dalle numerose proprietà benefiche. Nei tempi passati, se ne ricavava un rimedio molto efficace contro la malaria, la China o Chinina. Oggi viene spesso venduta sotto forma di gocce, che hanno una potente azione digestiva e non solo.

China rossa, la pianta da cui si estrae un potente tonico digestivo

Andiamo a scoprire insieme quali sono tutte le sue proprietà.

Che cos’è la china rossa

La china rossa (nome scientifico Cinchona succirubra) è una pianta arborea appartenente alla famiglia delle Rubiaceae, del genere Cinchona.

Originaria del centro-sud America (soprattutto Bolivia e Perù), viene coltivata oramai in tutta la zona tropicale della terra, ad esempio in India e nelle Antille.

La pianta ha una corteccia scura caratterizzata da profonde screpolature e larghe foglie di forma ovale che, col passare del tempo, diventano colore rosso vivo. Anche i fiori, a forma di calice, sono rossi. Il fusto della pianta, alla base appare piuttosto spoglio, mentre nella parte alta sviluppa numerose ramificazioni.

A scopo erboristico e fitoterapeutico, viene utilizzata la corteccia per gli alcaloidi e i principi attivi contenuti al suo interno.

Che sapore ha

La corteccia di China rossa contiene molte sostanze dal sapore piuttosto amaro.

Proprietà della china rossa

La China rossa è rinomata per varie proprietà benefiche. Eccole nel dettaglio:

  • antidolorifica
  • amaro-tonica
  • febbrifuga
  • astringente intestinale
  • antidispeptica
  • eupeptica
  • aperitiva
  • stimolante
  • neurotonica

In passato, i principi attivi contenuti nella China rossa venivano impiegati per contrastare la malaria e la febbre ad essa connessa.

A cosa serve la china rossa

Considerate tutte le sue proprietà, vediamo quindi ora a cosa è utile la china rossa.

  • Favorisce la digestione
  • Promuove la regolarità del processo di sudorazione
  • Stimola la secrezione della bile e dei succhi gastrici, fondamentali per digerire i cibi in maniera corretta
  • Regola il transito intestinale
  • Contrasta gli effetti della pressione bassa
  • Promuove l’eliminazione dei gas intestinali
  • Aumenta e stimola l’appetito

Di conseguenza, la china rossa è indicata in caso di:

  • digestioni lente e/o difficili
  • convalescenze
  • febbre
  • casi di astenia
  • stitichezza
  • gonfiore addominale e flatulenza
  • ipotensione
  • ipersudorazione

Utilizzi della china rossa

Utilizzando la corteccia della china rossa è possibile preparare estratti e bevande, come ad esempio i i liquori che si ricavano dalla macerazione della corteccia stessa in alcool puro, oltre all’aggiunta di spezie varie e di scorze di agrumi. Tra i distillati più noti che utilizzano la china rossa, c’è l’Aperol, che non a caso si presenta con un distintivo colore rosso-arancio, ma sono in realtà diversi i prodotti (anche amari e digestivi) che utilizzano le cortecce di china.

Di seguito vedremo la ricetta per preparare un infuso caldo, perfetto da sorseggiare in inverno come bevanda digestiva e riscaldante.

Ricetta infuso amaro a base di china rossa

Vediamo come preparare un infuso amaro – peptico, un ottimo digestivo da bere dopo i pasti.

Ingredienti.

  • 40 gr di corteccia di china
  • 20 gr di radice di calamo
  • 10 gr di radice di colombo
  • 10 gr di radice di angelica
  • 10 gr di radice di genziana

Preparazione. Procuratevi tutte le erbe e mescolatele per bene. Quindi conservate il mix all’interno di un contenitore di vetro ben chiuso. All’occorrenza, prelevare un cucchiaio del composto di erbe e metterlo in una tazza con acqua calda. Lasciar riposare 10 minuti circa e poi filtrare. Quindi bere alla fine del pasto.

china rossa
Questa pianta era nota in passato soprattutto per il fatto che si ricavava un composto utilizzato per trattare la malaria.

China rossa gocce

La china rossa viene spesso venduta in gocce sotto forma di tintura madre.

Dosi

Le dosi raccomandate sono di 30-40 gocce da diluire in un goccio di acqua tiepida, tra le 2 e le 3 volte al giorno, in qualsiasi momento della giornata.

Dove si compra

Si può trovare facilmente in erboristeria, nelle farmacie che preparano ancora soluzioni galeniche e, ovviamente, sui vari store online specializzati nella vendita di prodotti naturali. Qualche esempio di seguito:

Effetti collaterali

Occorre assumere la china rossa rispettando scrupolosamente le dosi raccomandate. Un uso eccessivo del prodotto, infatti, può causare una intossicazione chiamata cinconismo, che si palesa con disturbi quali mal di testa, dolori addominali, nausea, vomito, sordità, ronzii, sudorazione, orticaria, vertigini e disturbi visivi (in particolare diplopia e atrofia del nervo ottico).

Controindicazioni

Il prodotto è sconsigliato in gravidanza e durante l’allattamento. Inoltre è sconsigliato anche ai soggetti affetti da gastrite e ulcera, così come anche in coloro che hanno problemi di coagulazione del sangue.

Altri approfondimenti

Ti potrebbero interessare anche questi post su altre erbe e piante medicinali:

  • Ginseng proprietà: benefici e controindicazioni del ginseng
  • Biancospino: proprietà, benefici e controindicazioni
  • Pulsatilla: proprietà di questa pianta della salute
  • Assenzio, associato al liquore maledetto è in realtà un buon tonico, digestivo e antinfiammatorio.
  • Belladonna: sai quanto è pericolosa?
  • Ederastimola la circolazione, è famosa come anticellulite
  • Genziana, una piantafamosa per l’amaro, facilita la digestione e abbassa la febbre.
  • Vitalba, proprietà e utilizzi
  • Droserapianta carnivora dall’azione antinfiammatoria e antisettica, calma la tosse secca, cura l’asma e la bronchite
  • Mughettoè una pianta velenosa utile nei casi di ipotensione, cefalea e palpitazioni.
  • Nux vomica utilizzi e benefici di questa pianta della salute
  • Calcarea carbonica: utilizzi ed indicazioni
  • Tutto sulla ginestra: proprietà e utilizzi del fiore
  • Rusco: l’erba che fa bene alla circolazione
  • Erba di grano: una fonte di energia e di salute da conoscere
  • Trifoglio rosso: una pianta usata in fitoterapia e in ambito medico
  • Raperonzolo: tutto sulla pianta resa celebre dall’omonima fiaba

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness e il benessere in generale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio