Alimenti

Farina di arachidi: una farina un po’ grassa, ma ricca di proteine e senza glutine

Ricca di proteine ma senza glutine ecco un’ottima alternativa alle farine di frumento

La farina di arachidi è una farina alternativa a quella di cereali, priva di glutine, ottimo alimento apprezzato da chi segue un regime alimentare iperproteico e semplicemente una dieta varia ed equilibrata. Parliamo di sportivi che puntano ad alimenti ricchi di proteine, vegani e dieta vegetariana che hanno necessità di assumere proteine vegetali e a celiaci che sono intolleranti al glutine.

Farina di arachidi: una farina un po’ grassa, ma ricca di proteine e senza glutine

Di certo, le arachidi sono un alimento ricco di grassi, povero di carboidrati, ma ricco di proteine vegetali: la farina che se ne ricava, seppur ricca di carboidrati, viene in aiuto di chi vuole dimagrire, perché una preparazione a base di farina di arachidi sazia moltissimo e per lungo tempo.

La farina si ricava dalla macinazione dei semi tostati delle cosiddette noccioline americane: ancora poco diffusa in Italia, questa farina contiene però tutti i valori nutrizionali delle arachidi e quindi offre molti benefici alla salute. Non si trova sempre nei nostri negozi di alimentari, ma si può acquistare online o preparare facilmente a casa.

Ma vediamo di conoscere meglio questa farina alternativa ai cereali comuni, così ricca e proteica.

Cosa è la farina di arachidi

La farina di arachidi fa parte del gruppo di farine senza glutine, sempre più diffuse anche nelle abitudini alimentari quotidiane.

Il suo sapore è simile a quello delle noccioline americane tostate, ha un gusto forte e spesso troppo grasso per un palato che non è abituato. Questo suo sapore così incisivo la rende un alimento adatto a chi vuol dimagrire, nonostante sia ricco di calorie e grassi. Questo perché dona un senso di sazietà e pienezza per lungo tempo.

La farina che si ricava dalle arachidi tostate rientra poi negli alimenti adatti alla dieta celiaca, e anche adatta per alimentazione vegana perché fornisce un apprezzabile quantitativo di proteine.

La pianta di arachidi

La pianta di arachidi è una leguminosa, una pianta erbacea Arachis Hypogaea originaria del Sud America. Si tratta di un legume particolare perché viene spesso associato alla frutta secca e presentato anche sulle tavole come frutto insieme a noci, nocciole, mandorle.

La pianta delle arachidi ha una particolarità: cresce nel sottosuolo. I fiori dopo esser stati fecondati, infatti, si allungano fino ad introdursi nel terreno, dove crescono e maturano. Proprio per questo le arachidi vengono anche chiamate nocciole di terra o ceci di terra.

I principali paesi produttori sono la Cina, l’India, la Nigeria e gli Stati Uniti, ma la qualità più pregiata arriva dall’Israele.

In commercio si possono trovare con il guscio o senza, tostate, salate e zuccherate. Si consumano come snack o come merenda. In commercio si trovano anche dei derivati come appunto la farina di arachidi, il burro di arachidi, la granella, l’olio di arachidi.

Caratteristiche delle arachidi

Le arachidi sono un alimento ricco di proprietà benefiche perché contengono minerali, vitamine, proteine e fibre. Vantano benefici sulla salute del cuore riducendo i livelli di colesterolo, e sono una fonte di antiossidanti, tra cui acido oleico e vitamina E, importanti anche per la salute di pelle e capelli.

Le noccioline sono utilizzate per il consumo alimentare umano, dopo la tostatura, ed animale, ridotti a farina.

Si conoscono come noccioline americane probabilmente perché la principale richiesta e consumo arriva proprio dagli Stati Uniti.

Come si ottiene la farina

Questa farina si ottiene dalle arachidi, comunemente chiamate noccioline o spagnolette, ovvero la Arachis hipogaea.

La produzione industriale infatti prevede una macinatura delle arachidi dopo un attento processo di pulitura, selezione e tostatura dei semi e quando si ottiene la farina questa viene anche sgrassata per eliminare il gusto un po’ troppo oleoso che non è molto apprezzato.

E’ un prodotto facile da preparare anche a casa, utilizzando un mixer, tritando finissime le arachidi tostate non salate che si trovano in commercio senza guscio e senza buccia, seguendo qualche piccola accortezza.

Preparazione della farina a casa

Ingredienti

  • arachidi pelate e senza sale

Preparazione. Prima di tutto distribuire le arachidi in una placca da forno e lasciare ad asciugare per circa 20 minuti nel torno caldo ma spento. Così si sarà eseguita la tostatura fai da te. Poi mettere in un frullatore e azionarlo ma senza esagerare con la velocità e il tempo perché essendo le arachidi molto grasse tendono subito a trasformarsi in pasta. Quindi azionare, fermarsi e battere, azionare ancora…

Dove si acquista e quanto costa

La farina di arachidi in realtà non è così diffusa nei negozi di alimentari, non vi è ancora una larga richiesta. Comunque si può richiedere nei negozi specializzati in prodotti bio o di alimenti per vegani. Ovviamente si trova anche online.

Richiedere sempre una farina ottenuta da coltivazioni biologiche, 100% organica e ricavata da macinazione artigianale a freddo.
Il costo varia tra 8 e 10 euro al chilo.

Farina di arachidi: valori nutrizionali

I valori nutrizionali ogni 100 grammi di farina di arachidi sono:

  • Calorie: 564 kcal
  • Proteine: 25,6 g
  • Grassi monoinsaturi: 21,1 g.
  • Grassi polinsaturi: 14,3 g
  • Grassi saturi: 8,2 g
  • Carboidrati: 6,5 g
  • Zuccheri: 6,2 g.
  • Fibre alimentari: 6,2 g
  • ferro, calcio, potassio e manganese
  • niacina, vitamina E, vitamina B6 e folato

Si tratta dunque di una farina piuttosto calorica che di certo bisogna utilizzare con moderazione e all’interno di un regime alimentare vario.

Tutte le proprietà della farina di arachidi

Come si è visto la farina di arachidi è un pasto calorico e grasso, ricco comunque di valori nutrizionali.

Si consiglia a chi pratica attività fisica regolare e necessita di apporto di proteine, a chi è celiaco perché è priva di glutine e può essere una valida alternativa alla farina di cereali, a chi segue una dieta senza carne o derivati animali perché fornisce proteine e grassi, a chi vuole dimagrire perché sazia molto e per molto tempo, a chi ha problemi di circolazione e vuole abbassare i valori di colesterolo.

Ma vediamo nello specifico quali sono i benefici che si ottengono consumando questo derivato delle arachidi.

Benefici

Ecco quali sono i benefici offerti dal consumo di farina di arachidi:

  • compensa mancanze di proteine e quindi è indicata nelle diete degli sportivi
  • favorisce la perdita di peso pur essendo ricca di grassi e avendo un’alta densità calorica grazie all’ effetto saziante prolungato nel tempo
  • riduce il colesterolo grazie alla presenza di potassio, magnesio, vitamina B3, rame, acido oleico favorisce al riduzione del colesterolo cattivo (LDL) e dei trigliceridi mentre aumenterebbe i livelli di colesterolo buono (HDL), prevenendo in questo modo le patologie cardiovascolari
  • previene la formazione di calcoli biliari per conseguenza della azione ipocolesterolemizzante
  • è fonte di grassi buoni che nutrono il cervello, riducono l’infiammazione, aumentano i livelli di HDL e proteggono il cuore
  • rallenta l’invecchiamento inibendo l’azione dei radicali liberi grazie alla presenza di resveratrolo ed altri antiossidanti, come beta-sisterol, campesterolo e stigmasterolo
  • migliora la circolazione del sangue grazie all’arginina, che favorisce la dilatazione dei vasi sanguigni, migliora il flusso sanguigno e accelera l’arrivo di nutrienti nelle fibre muscolari

Come assumere farina di arachidi

Il suo consumo deve essere equilibrato perché è una farina grassa e ipercalorica.

E’ sufficiente un cucchiaio di farina al giorno, si consiglia infatti di cospargere la farina di arachidi sullo yogurt, l’insalata di frutta e mescolarla in un bicchiere di latte scremato o latte di soia: sarà sufficiente per ottenere i benefici sperati.

In alternativa si può utilizzare la farina una volta a settimana per la preparazione di pane, torte, biscotti o pizza. Sarà sufficiente per il fabbisogno settimanale.

farina di arachidi

Uso in cucina

Ottima soluzione per cucinare gluten free, la farina di arachidi bio si compone al 100% di arachidi tostati e quindi perfetta per celiaci.

In cucina può sostituire la farina di cereali per la preparazione di torte e biscotti e panificati vari, solitamente da miscelare con altre farine.

Ecco alcune idee di ricette con farina di arachidi.

Biscotti con farina di arachidi

Ingredienti

  • 100 g farina arachidi tostate
  • 200 g farina 00
  • 150 g zucchero
  • 150 g burro
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai marmellata di frutta a vostra scelta
  • sale qb

Preparazione. Lavorare lo zucchero, il burro in una ciotola e pian piano aggiungere tutti gli altri ingredienti finché non è pronto un impasto bello omogeneo. Avvolgere il panetto ottenuto nella pellicola e lasciare in frigo per 30 minuti a riposare. Quindi riprendere la pasta frolla e lavorarla con un mattarello finché non diventa ancora elastica. Stendere l’impasto sul piano di lavoro infarinato, rendere l’impasto a 5 millimetri e preparare i biscotti con gli stampini. Il forno intanto è caldo, 180 gradi, adagiare le forme sulla carta forno e cuocere per massimo 10 minuti. Togliere dal fuoco e mettere una goccia di marmellata di frutta nel centro del biscotto. Fare aderire due biscotti. Spolverizzare con zucchero a velo.

Torta americana

Ingredienti

  • 140 g di farina di arachidi
  • 140 g di farina 00
  • 120 g di burro
  • 170 g di zucchero
  • 100 ml di latte intero
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • vanillina
  • 150 ml sciroppo d’acero

Preparazione. Montare le uova con lo zucchero, quando sono gonfie e spumose aggiungere le due farine, un cucchiaio per volta, alternandole al latte tiepido. Quindi aggiungere il burro morbido, la vanillina, il lievito e amalgamare con le fruste. Il composto è pronto. Versarlo in uno stampo a cerniera da 24 cm e mettere in forno preriscaldato a 180 gradi per 30 minuti circa. Togliere dal forno e mentre la torta è ancora calda, inumidire la superficie con lo sciroppo d’acero.

Torta super nutriente

Ingredienti

  • 20 g di farina integrale 5 cereali
  • 20 g di farina di arachidi
  • 100 ml di albumi
  • 1 arancia
  • 4 g Stevia
  • 9 g di cioccolato fondente 85%
  • 3 gr bicarbonato
  • 6 ml succo di limone
  • aroma rum qb
  • aroma vaniglia qb

Preparazione: Scaldare il forno a 80 gradi. Intanto montare a neve l’albume con stevia e gli aromi, quindi unire le farine con attenzione e il bicarbonato con le gocce di limone, come lievito. Impastare bene e quando il composto è omogeneo nello stampo da 24 cm. Decorare con le fette tagliate dell’arancia e le scaglie di cioccolato. Cuocere per 15 minuti. Spegnere il forno e lasciare in forno per altri 5 minuti.

Curiosità sulla farina di arachidi

La farina ricavata dalle noccioline si utilizza anche come alimento ad uso animale.

In particolare, è richiesta per la preparazione della pastura da chi pratica la pesca alla carpa. La pastura, infatti, si compone di varie farine come la farina di granturco, di arachidi, di castagna, di carrube, semi e sostanze vegetali e anche di aromi come il papavero o la vaniglia.

Farina di arachidi: controindicazioni

Le arachidi sono semi ricchi di proprietà nutrizionali ma hanno qualche controindicazione importante.

  • Prima di tutto è un alimento che non di rado causa allergie anzi le arachidi fanno parte del gruppo degli otto  allergeni alimentari più comuni. L’allergia scatenata dall’assunzione di arachidi è grave. I primi sintomi, possono essere prurito alla pelle, mal di pancia, diarrea, vomito o gonfiore intestinale, ma si possono avere anche reazioni ben più gravi.
    Chi soffre di allergia ai legumi e alla frutta secca di solito è sensibile anche alle noccioline americane.

Attenzione dunque: chi soffre di allergia alle arachidi deve evitarne il consumo e prestare particolare attenzione anche alla lista degli ingredienti di molti prodotti alimentari industriali.

  • Le arachidi possono anche essere contaminate da una muffa, Aspergillus flavus, che produce una sostanza tossica chiamata aflatossina. L’avvelenamento da aflatossine è grave e può portare addirittura add insufficienza epatica e cancro del fegato. I principali sintomi di avvelenamento da aflatossine sono perdita di appetito e l’ittero (colorazione gialla degli occhi) che dimostra l’inizio di un problema epatico.

Attenzione dunque alla preparazione della farina fai da te: la contaminazione da aflatossina infatti dipende da come le arachidi sono state conservate, e per quanto tempo. Non preparare una farina con arachidi vecchie e oleose.

Approfondimenti utili

Scopri le caratteristiche, i punti di forza e di debolezza di queste altre farine alternative tutte da scoprire:

ScriBio

Siciliana di nascita (1970) e milanese di adozione dal 1988. Ha svolto tanti lavori e per ognuno di essi ha dato il meglio con passione e voglia di imparare. Fino al 2011: licenziata, separata, due figli. Anno della svolta: seguire la sua attitudine, la scrittura. Inizia per caso a lavorare come free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche. Scrive di edilizia e architettura per Imprese Edili e viene attirata dal mondo della bioedilizia e dell’architettura sostenibile (collabora anche con architetturaecosostenibile.it). Arriva la digitalizzazione, le riviste sono quasi totalmente online: si specializza e anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close