Rimedi naturali

Come mantenere al meglio la circolazione del sangue grazie a rimedi naturali

Aiutiamo l'organismo in maniera naturale

La circolazione del sangue è una funzione fondamentale per garantire il benessere del nostro organismo. Se questa non funziona bene può causare diverse conseguenze, più o meno gravi. Per far si che la macchina perfetta della circolazione sanguigna non si inceppi, è a volte necessario aiutare l’organismo con attività motorie e integratori alimentari, e con rimedi naturali per la circolazione del sangue.

Come mantenere al meglio la circolazione del sangue grazie a rimedi naturali

Circolazione del sangue: a cosa serve

L’apparato circolatorio è un sistema importante del nostro organismo che si compone di vasi sanguigni: serve a raccogliere e distribuire sostanze e ossigeno a tutti gli attraverso il sangue.

Il sangue passa prima nel cuore, poi nei polmoni, dove si carica di ossigeno e viene pompato in circolo.

Mantenere un buona circolazione del sangue vuol dire quindi garantire che tutti i nostri organi e tessuti ricevano ‘nutrimento e ossigeno’ e che scarichino le sostanze nocive.

Il sangue, infatti, passa dai polmoni per caricarsi di ossigeno, ma poi riceve anche anidride carbonica e sostanze di rifiuto da fegato e reni, legati alla depurazione dell’organismo.

Fanno parte della circolazione sanguigna, oltre a vene e arterie, anche i capillari, microscopiche vene che si trovano tra le cellule dei tessuti.

Una corretta circolazione sanguigna:

  • aiuta a prevenire le vene varicose
  • stabilizza la temperatura corporea
  • diminuisce rischi di problemi cardiovascolari
  • diminuisce l’affaticamento del cuore

L’apparato circolatorio svolge altre funzioni di rilievo: ad esempio agisce sulle difese dell’organismo, regola la temperatura corporea e trasporta anche gli ormoni.

Disturbi al sistema circolatorio: le cause

I disturbi del sistema circolatorio possono interessare le arterie, le vene e i capillari. Le cause principali di una cattiva circolazione del sangue sono dovute a:

  • età
  • fumo
  • alimentazione scorretta
  • vita sedentaria

Disturbi alla circolazione del sangue: i rimedi naturali

Ecco i rimedi naturali per la circolazione del sangue da consigliare a chi soffre di disturbi circolatori e ha gambe gonfie.

Innanzi tutto è importante modificare la propria quotidianità cercando di:

  • evitare vestiti troppo aderenti, tacchi troppo alti o troppo bassi
  • evitare di stare in piedi a lungo
  • non fare bagni molto caldi ed esporsi per molto tempo al sole
  • non assumere alcool o fumare
  • bere molta acqua
  • avere una dieta ricca di frutta e verdura e nel complesso equilibrata
  • non aumentare eccessivamente di peso
  • svolgere una moderata attività fisica quotidiana (sono sufficienti 30 minuti di camminata)

Migliorare la circolazione del sangue

Oltre a queste semplici abitudini quotidiane, per favorire la circolazione ed evitare delle complicazioni di salute, è possibile sfruttare le proprietà di alcuni rimedi e ingredienti naturali.

Idroterapia o percorso Kneipp

Tra i più antichi metodi in caso di insufficienza circolatoria, soprattutto per chi sta molto in piedi e soffre di gambe gonfie, vi è l’idroterapia che si basa sull’abbinamento dei due stimoli, caldo e freddo.

Questa alternanza determina una vera e propria ginnastica per le pareti dei vasi sanguigni. Infatti vene e capillari si rafforzano e la circolazione migliora.

Come funziona: la terapia consiste nel camminare prima in una vasca di acqua calda e poi fredda, immersi fino al ginocchio, alternandole.

  • L’acqua calda determina dilatazione dei vasi sanguigni
  • L’acqua fredda causa un restringimento dei vasi.

L’alternanza di vasodilatazione e vasocostrizione costituisce una vera e propria ginnastica dei sistema circolatorio. Accompagnata dal movimento fuori e dentro la vasca, si rivela un toccasana per la riattivazione della circolazione

L’idroterapia è anche nota come come percorso Kneipp, in onore dell’abate tedesco Sebastian Kneipp (1821-1897), il quale intuì gli effetti benefici dell’esposizione alternata all’acqua calda e fredda.

Idroterapia fai da te

Riattivare la circolazione del sangue con gli sbalzi di acqua calda e fredda è possibile anche nella doccia o vasca di casa.

Al termine della giornata, infilatevi nella doccia o in vasca e usate la doccetta regolata su un getto potente. Prima bagnate i piedi con acqua fredda.

Poi, risalendo, massaggiate con movimenti circolari la pianta, le dita e il dorso dei piedi, sino alle ginocchia, l’interno e l’esterno delle cosce, per finire all’inguine. Poi, ridiscendete ancora giù fino ai piedi.

Lo stesso movimento va poi ripetuto con l’acqua calda per 6 volte circa.

Migliorare la circolazione del sangue: le tisane

Se si presentano i primi disturbi al sistema circolatorio come gambe pesanti, piedi gonfi, vene o capillari in vista alcune tisane possono aiutare a proteggere e rinforzare i vasi sanguigni e migliorare la circolazione.

Vediamo quali sono le più diffuse.

Tisana al te verde

Il tè verde è ricco di antiossidanti che aiutano a rilassare le arterie e migliorare la circolazione. Si associa a un incremento dei livelli di ossido d’azoto, un potente vasodilatatore.

Inoltre, aiuta ad allargare i vasi sanguigni, aumentando dunque il flusso del sangue.

Infuso di aglio

La presenza di composti solforosi, come l’allicina e l’ajoene, acquisiscono particolare importanza quando si tratta di conferire a questa pianta delle proprietà antitrombotiche.

Quindi, è particolarmente adeguata per fluidificare il sangue.

Si prepara lasciando 2 spicchi d’aglio in un bicchiere d’acqua portata ad ebollizione. L’aglio va pestato (e lasciato in infusione per qualche minuto. Assumete l’infuso tiepido.

Tisana allo zenzero

La radice dello zenzero è un ottimo alimento per migliorare la circolazione del sangue: Fluidifica il sangue, previene la formazione di trombi, abbassa la pressione arteriosa e aiuta a prevenire eventuali cardiopatie grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e anticoagulanti.

Per preparare una tisana allo zenzero riscaldare l’acqua e quando bolle lasciare in infusione due radici di zenzero per qualche minuto.

Tisana di rosmarino

Il rosmarino aumenta la circolazione sanguigna. La tisana al rosmarino si consiglia come tonico circolatorio e rinvigorente delle pareti dei vasi sanguigni. È indicata in casi di circolazione periferica insufficiente, spasmi muscolari, vene varicose o gambe affaticate.

Migliorare la circolazione del sangue

Per preparare un infuso, lasciate l’acqua a bollire con 15 gr circa di rosmarino e fate riposare per qualche minuto prima di berlo tiepido.

Infuso di vite rossa

È uno dei più efficaci rimedi contro problematiche derivate dalla cattiva circolazione del sangue. La vite rossa è la comune uva per la produzione del vino.

Ha ottime proprietà fitoterapiche: le foglie contengono bioflavonoidi che svolgono un’azione antinfiammatoria e antiossidante e protegge l’elasticità delle pareti venose.

Si consiglia di assumere infusi di vite rossa per aumentare la resistenza dei capillari e delle vene e per regolare la pressione del sangue.

Circolazione del sangue: rimedi con le erbe

Esistono erbe che assunte con regolarità possono essere un ottimo rimedio per migliorare la nostra circolazione del sangue. Tra le loro proprietà principali ci sono:

  • capacità vasoprotettrice, per preservare la struttura e la tonicità delle pareti dei vasi sanguigni.
  • azione fluidificante del sangue, per favorire la corretta irrorazione sanguigna.
  • azione vasocostrittrice, per contrastare gonfiore, pesantezza a gambe e caviglie, cellulite e varici.

Achillea

L’Achillea millefolium, comunemente detta achillea, è una delle piante perenni più note per le proprietà astringenti, antinfiammatorie ed anti emorragiche: viene utilizzata per piccoli problemi come sanguinamento delle gengive, mestruazioni abbondanti e emorroidi.

L’achilleina in essa contenuta è in grado di controllare gli sbalzi di pressione e ristabilire la normale circolazione sanguigna. Viene assunta in casi di varici, ulcere varicose, disturbi della circolazione e fragilità capillare.

Migliorare la circolazione del sangue

Borragine

L’olio di borragine o Borago officinalis, erbacea annuale, è ottenuto dalla spremitura dei suoi semi.

Ha la capacità di favorire la produzione delle prostaglandine della serie 1 (PGE1), che hanno un buon potere antiaggregante, è cardioprotettivo, antisclerotico e vasodilatatore.

L’olio di borragine viene consigliato per ridurre il rischio cardiovascolare, per chi soffre di ipertensione e colesterolo alto, perché è un vero concentrato di omega 6 necessari alla corretta funzione cardiovascolare.

Centella

La centella asiatica, pianta erbacea perenne, facilita il trofismo del tessuto connettivo dei vasi sanguigni, rendendoli più elastici e migliora la permeabilità delle pareti venose.

Ottima nel trattamento dei problemi circolatori, riduce i disturbi correlati come l’edema degli arti inferiori, il gonfiore alle gambe, e la cellulite.

Meliloto

Melilotus officinalis o meliloto è una pianta erbacea annua e biennale che svolge un’azione vasoprotettiva sulle pareti delle vene.

Viene quindi consigliata nei casi di malattie delle vene o disturbi provocati dalle varici, indicata nel trattamento dell’insufficienza venosa e linfatica, in presenza di edemi, gonfiori agli arti inferiori, ritenzione idrica, vene varicose, emorroidi e cellulite.

Ortica

L’ortica (Urtica dioica) è ricchissima di sostanze antiossidanti, in particolare flavonoidi, che proteggono la salute di capillari e vene.

Possiede proprietà vasocostrittrici ed emostatiche e per questo è consigliata a chi soffre di mestruazioni abbondanti, emorragie nasali.

Circolazione sanguigna e aloe 

Il succo di aloe vera è una bevanda ricca di aminoacidi, enzimi, clorofilla, vitamine e sali minerali, che aiutano a ripulire le arterie.

Si tratta di un rimedio naturale davvero ottimo per aiutare l’organismo a produrre sangue carico di ossigeno e nutrienti. L’aloe ha un’azione diuretica e tonica.

Si consiglia di berne 2 cucchiai 3 volte al giorno, lontano dai pasti.

Gel all’aloe vera

Nel caso di gambe gonfie, caviglie ingrossate e affaticamento degli arti, si consiglia di applicare l’aloe vera gel.

Grazie alla sua azione antinfiammatoria e antidolorifica, migliora il flusso circolatorio e linfatico, donando sollievo e leggerezza a gambe e caviglie.

Va applicato 3 volte al giorno, possibilmente la sera, con un massaggio leggero per favorire un completo assorbimento.

Circolazione del sangue: oli essenziali 

Anche alcuni oli essenziali possono stimolare il buon funzionamento del sistema circolatorio e migliorare la circolazione del sangue.

Possono infatti restituire tono ai capillari e ai vasi sanguigni, contribuendo a drenare i liquidi in eccesso.

  • Olio essenziale di limone: ha proprietà tonificanti, stimola la circolazione linfatica e venosa, rafforza i vasi sanguigni e fluidifica il sangue.
  • Olio essenziale di arancio: è un ottimo tonico cardiaco e della circolazione, ha ottimi effetti come diuretico. Ideale in caso di gonfiore, ma anche per rassodare i tessuti e migliorare la ritenzione idrica.
  • Olio essenziale di cipresso: ha capacità astringente, tonifica la circolazione venosa, ed è consigliato nei casi di capillari fragili.
  • Olio essenziale di ginepro: svolge una potente azione depurativa e diuretica. La sua azione drenante favorisce lo smaltimento delle tossine metaboliche. Si consiglia in caso di sovrappeso, ritenzione idrica o cellulite. Attiva la circolazione sanguigna in caso di insufficienza circolatoria degli arti.
  • Olio essenziale di eucalipto: ha proprietà tonificanti e stimolanti del sistema circolatorio. Diluito in un olio vettore, come l’olio di mandorle dolci ad esempio, può essere massaggiato sugli arti inferiori per sgonfiare e donare sollievo a piedi, caviglie e gambe stanche.

Crema con mix di oli essenziali per favorire la circolazione venosa

La crema va applicata se si soffre di gambe gonfie, caviglie arrossate. Ingredienti

Preparazione. Sciogliete a bagnomaria la cera d’api finché non diventa liquida. Aggiungete l’olio e mescolate bene. Spegnete il fuoco e aggiungete tutti gli oli essenziali. Mescolate e versate in un vasetto metallico con tappo a chiusura ermetica. Tenete in frigorifero. Spalmatela fredda: sarà un sollievo!

ScriBio

Siciliana di nascita (1970) e milanese di adozione dal 1988. Ha svolto tanti lavori e per ognuno di essi ha dato il meglio con passione e voglia di imparare. Fino al 2011: licenziata, separata, due figli. Anno della svolta: seguire la sua attitudine, la scrittura. Inizia per caso a lavorare come free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche. Scrive di edilizia e architettura per Imprese Edili e viene attirata dal mondo della bioedilizia e dell’architettura sostenibile (collabora anche con architetturaecosostenibile.it). Arriva la digitalizzazione, le riviste sono quasi totalmente online: si specializza e anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close