Oli essenziali e vegetali

Olio di Karanja: differenze e affinità con l’olio di neem

Le proprietà, i benefici e le modalità di utilizzo di questo olio vegetale

Gli oli vegetali sono utili alleati della bellezza e del benessere del nostro corpo: scopriamo proprietà e utilizzi dell’olio di Karanja.

Olio di Karanja: differenze e affinità con l’olio di neem

L’olio di Karanja, al pari dell’olio di neem, è stato largamente usato in India da secoli per trattare numerosi disturbi.

Attualmente in auge nella medicina ayurvedica, è anche molto impiegato nel settore cosmetico. Oltre che per gli usi, anche per le proprietà quest’olio è molto affine all’olio di neem, tra i vari oli essenziali.

Olio di Karanja: proprietà

L’olio di Karanja, estratto dai semi dell’albero Pongamia pinnata, è una preziosa risorsa naturale ampiamente utilizzata per le sue molteplici proprietà benefiche per la salute e la bellezza e si rivela di utile applicazione soprattutto in campo cosmetico.

Originario dell’India, questo olio ha guadagnato popolarità grazie alla sua composizione ricca di nutrienti, tra cui acido oleico, acido linoleico, acido stearico e acido palmitico. Questi componenti conferiscono all’olio di Karanja proprietà antiossidanti, antimicrobiche, antinfiammatorie e idratanti, che lo rendono un alleato ideale per la cura della pelle e dei capelli.

Si presenta di colore ambrato e con odore leggero e non sgradevole.

Questo prodotto è in grado di offrire un’efficacia anti-age sulla pelle, grazie alle proprietà antiossidanti, insieme all’azione antimicrobica e antimicotica. Si rivela anche in grado di assorbire le radiazioni UVA e UVB, costituendo un utile fattore di protezione per la cute.

Olio di Karanja per la pelle

Sull’epidermide, sia del viso che del corpo, l’olio vanta, inoltre, virtù lenitive, nutrienti e idratanti. La capacità dell’olio di Karanja di idratare la pelle e fornire una barriera protettiva lo rende infatti una opzione eccellente per la cura cutanea.

Grazie alle sue proprietà antimicrobiche, questo olio può contribuire a combattere acne, eczema e altre affezioni cutanee. La sua azione antinfiammatoria può lenire l’irritazione e ridurre il rossore, mentre i suoi potenti antiossidanti aiutano a contrastare i danni causati dai radicali liberi, rallentando così il processo di invecchiamento cutaneo.

Per utilizzare l’olio di Karanja sulla pelle, è possibile applicarlo direttamente o diluirlo con un olio vettore come l’olio di cocco o l’olio di mandorle dolci. È consigliabile effettuare un test cutaneo preliminare per accertarsi di non avere reazioni allergiche.

olio di karanja
Olio di karanja: simile per molti versi all’olio di Neem, ha tuttavia alcune proprietà distintive.

Olio di Karanja per i capelli

Grazie alle sue proprietà idratanti e nutrienti, l’olio di Karanja può essere un valido alleato per la cura dei capelli. Applicato sul cuoio capelluto, può aiutare a combattere la secchezza e le irritazioni, favorendo così la crescita di capelli sani e forti.

I capelli possono altresì beneficiare anche dell’azione fortificante esercitata da quest’olio e della sua azione antiforfora. La sua azione antifungina può contribuire infatti anche a contrastare la forfora e altre problematiche del cuoio capelluto. Utilizzato in mix con l’olio di cocco, ad esempio, può essere applicato sulla chioma per proteggerla da agenti come radiazioni solari e salsedine.

Per sfruttare al meglio i benefici dell’olio di Karanja sui capelli, è possibile aggiungerlo ai propri shampoo o balsami abituali oppure utilizzarlo come trattamento pre-shampoo o post-shampoo. Massaggiare delicatamente il cuoio capelluto con l’olio di Karanja può favorire la circolazione sanguigna e migliorare l’assorbimento dei nutrienti.

Tale olio vegetale, quindi, si presta ad essere utilizzato come ingrediente per la preparazione fai-da-te di prodotti cosmetici. Tra questi, in particolare, creme, sia per il viso che il corpo, balsami, lozioni e shampoo.

olio di karanja
Da dove si ottiene questo olio molto simile all’olio di neem?

Olio di Karanja, dove comprarlo e… quanto costa

L’olio di Karanja è disponibile in numerosi negozi di prodotti naturali, erboristerie e anche online. È importante scegliere un olio di alta qualità, preferibilmente biologico e spremuto a freddo per preservarne al meglio le proprietà benefiche. Il prezzo dell’olio di Karanja può variare a seconda del marchio, della qualità e della quantità acquistata. In generale, una bottiglia da 100 ml di olio di Karanja di buona qualità può costare tra i 10 e i 20 euro.

Ma, dopo la teoria, ecco la pratica: ecco come sempre anche qualche indicazione su dove è possibile trovare alcune offerte online.

Altri oli vegetali utili per la bellezza

Ecco anche altri approfondimenti da leggere su altri oli vegetali:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio